Torna al blog

CI CREDO PERCHE’…

Ci credo.
Ci credo perché ho visto al “Druso” di Bolzano un Muro Biancoscudato come non ne vedevo da anni, che ci ha regalato la piacevole sensazione di giocare in casa.
Ci credo perché davanti a quel Muro di tifosi che ci credevano e continuano a crederci ho sentito il mio cuore di vecchia tifosa del Padova battere all’unisono con il loro ed è stato bellissimo.
Ci credo perché domenica all’Euganeo contro la Virtus Verona vedrò un Euganeo talmente bello e traboccante di tifo ed entusiasmo da sembrare uno stadio vero (e sappiamo bene quanto di rado succede!).
Ci credo perché qui a Padova più le cose si fanno difficili, complicate e impossibili più noi le rendiamo possibili, praticabili e realizzabili.
Ci credo perché a fine gara la fotografa del Padova, tifosa vera, è venuta a cercarmi e mi ha abbracciato dicendo: “Marty, guarda che ce la facciamo!”.
Ci credo perché qualche tifoso del SudTirol a fine gara ha urlato al nostro allenatore: “Oddo, è finita”. E questo mi ha fatto pensare con ancora più forza che invece no, non è finita per niente!
Ci credo perché ho visto il sorriso di Nahuel Valentini e mi ha convinto.
Ci credo perché ho visto la rabbia di Dezi e uno che è arrivato a gennaio dalla serie A non può finire la stagione qui senza aver raggiunto almeno la serie B.
Ci credo perché Ceravolo si riprenderà con gli interessi il rigore sbagliato e quella palla deviata sulla traversa da Poluzzi a Bolzano.
Ci credo perché vedrò ancora Chiricò e Ronaldo discutere davanti alla palla quando è ora di tirare una punizione e so che chi andrà a calciarla stavolta farà gol (e l’altro sarà il primo ad andare ad abbracciarlo).
Ci credo perché nel giorno di Pasquetta, immersa nella natura insieme alla mia famiglia, ho incontrato un tifoso del Vicenza (di Rovolon), che mi ha detto che suo papà non si perde una trasmissione sportiva di Telenuovo. “Ce la farete e ve lo meritate”, mi ha detto e io, anche se indossava un berretto del Lane, ho sentito che era sincero.
Ci credo perché contro la Giana all’Euganeo sono venuti a conoscermi Delfino e Gianni, due fratelli di 90 e 82 anni. Non venivano allo stadio da anni. Se si sono decisi ora vuol dire che è il momento giusto!
Ci credo perché è impossibile non crederci. E mai come oggi l’adagio “va’ dove ti porta il cuore” fa parte della Padova che ama la sua squadra di calcio.

64 commenti - 3.256 visite Commenta

QuoreSqudato

lo 0-0 era il risultato che temevo di più e puntualmente…
Per domenica ho già il biglietto e, comunque vada, questi ragazzi e la società meritano il più grande applauso ed un enorme grazie per l’impegno e la volontà che ci stanno mettendo.
Non si molla!

Rispondi
Stefano

Solo nel 1976 la roma (in casa ) riuscì a perdere lo scudetto facendosi sconfiggere dal Lecce già retrocesso – appunto il caso del biglietto vincente su qualche milione emesso – in ogni caso domani alle 1620 (o anche prima ……)! Sapremo e ci regoleremo di conseguenza – la Reggiana lo ha saputo già

Rispondi
Mastro Cerilli

E’ bello sentire che ci credi. Tutto sommato ci credo anch’io, perchè voglio crederci, anche se sono consapevole che abbiamo si e no un 10% di probabilità.
Mi disgusta invece vedere trasmissioni in cui il borioso conduttore si ostina a voler evidenziare un presunto fallimento da parte della proprietà qualora non centrasse l’obiettivo nemmeno quest’anno e siti padovani che fanno già ipotesi su chi potrebbero essere le avversarie ai playoff.

Rispondi
crestaalta!

Io pure credo che domenica si batte la Virtus-VR, purtroppo non credo che la TS batta il Su-Tirol.

Rispondi
Stefano

Sei grande Martina (e nemmeno penso al fatto che tu abbia preso sostanze proibite ) – io Non ci credo invece non perché attribuisca colpe alla ns squadra ma per un solo motivo / NON credo affatto alla Triestina –
Mi aspetto il vantaggio del sud Tirol già nei primi minuti – sarò allo stadio perché la squadra va incoraggiata ed applaudita comunque però razionalmente non attribuisco alcuna possibilità al fatto di sfangarla così come lo scorso anno era nei fatti che il Perugia avrebbe vinto a salo’ : poi se esistono persone che sperano che la loro vita cambi acquistando un gratta e vinci e’ giusto che molti domenica vadano allo stadio anche pensando che il padova vinca 3-0 ed il sud Tirol pareggi o meglio ancora che il sud Tirol perda e noi si vinca / ricordo per comodità la percentuale vittoria del gratta e vinci linea vincente : 500.000 euro : 1 ogni 8.400.000 biglietti …… e’ tutto – Forza Padova

Rispondi
acp

il padova a bolzano contro la miglior difesa d’europa si è presentato con SANTINI, uno che volevano cedere al mantova a gennaio e invece hanno ceduto biasci che segna ogni domenica, titolare e pure come centravanti. col risultato ovvio che non abbiamo avuto una fase offensiva per 3/4 di partita. i due poveri esterni costretti sempre a venire incontro spalle alla porta sempre molto ben pressati. peraltro bifulco non ha potuto giocare mezza palla perchè gasbarro ha sbagliato qualsiasi appoggio. oddo si è confermato un pavanel figareo. al 30/06 arrivederci. oltretutto ci siamo giocati i 3 esterni in rosa tutti dall’inizio negandoci la possibilità di farne entrare uno a partita in corso.

gestione della gara da parte dell’arbitro insufficiente. permesso un pestaggio continuo ai danni dei nostri giocatori oltre a non aver mai richiamato la panchina altoatesina che entrava continuamente in campo a protestare, peraltro senza motivo visto che i falli li facevano tutti loro.

quanto alla nostra tifoseria: siamo semplicemente meravigliosi e meritiamo di più. giornata splendida. chissà quanti giocatori si aspettavano una meraviglia tale. del resto l’euganeo è un mortorio e le trasferte di quest’anno erano tutte da depressione in paesini senza tifo e storia. 2500 padovani. che meraviglia, che tifo. era dal derby vinto con sullo che non mi divertivo tanto.

aspettarsi qualcosa dalla triestina è un esercizio di speranza che non intendo fare. posto che comunque ho seri dubbi che questo padova possa segnare 3 gol.

Rispondi
acp

ah moscato il gliane non esiste più. è il bassano portato al menti e travestito dal creativo che ha rivogliussionato la moda (me o ga dito el tonno)

il gliane giocava una partita in casa importante ieri contro quelli con cui abbiamo conti in sospeso. dai che riusciranno a farsi ripescare anche stavolta.

mi fa sempre ridere il tifo pallavolistico dei magnagati per uno sponsor scomparso da anni.

Rispondi

Caro Acp, lo ben so! 😀 Ma questo tifoso del Vicenza aveva un berretto con scritto “Lane”. Evidentemente risaliva a qualche anno fa! 😀

Rispondi
filippo

compare ACP con cui ho vissuto la tremebonda trasferta bolzanina ha centrato appieno la disamina.

i Padovani con la P maiuscola, i 2500 presenti a Bolzano, hanno già vinto: tifo indemoniato, ridicolizzate le aquile indesiderate, padroni di uno stadio buono forse per i tornei estivi sudtirolesi. Costretti a parcheggiare a San Candido per vedere una partita di calcio con poco più di 5000 spettatori. E questi vorrebbero andare in Serie B? Per favore pietà.

domenica tutti all’Euganeo, vada come vada, siamo un pubblico da Serie A. Tutto il resto è noia. Abbiamo rivogliussionato il tifo per questa squadra, in questa città che è ora sia dia una svegliata e assalga i botteghini. La banda delle coop rosse veronesi domenica deve giocare con i pannolini.

Contro la mitteleuropa di Michelle Pfeifer e Lombroso Milanese opponiamo il gaudio biancoscudato. Vincere, e vinceremo!

Rispondi
DM

Sabato è stata una bella partita che secondo me Oddo ha preparato bene. Il primo tempo era molto bloccato come prevedibile e Santini è stato utile per pressare e innervosire la difesa avversaria. Cissè purtroppo non è in condizione per giocare 90 minuti quindi questa scelta pur sorprendente ci sta. L’unica cosa è che avrei tolto Gasbarro dopo venti minuti, non ne he ha fatta una giusta. Il secondo tempo abbiamo dominato e abbiamo dimostrato di essere superiori, semplicemente il Südtirol ha avuto culo, fra la traversa e un portiere in versione Yashin.
Detto questo, in serie B andranno loro perché a Trieste vincono tranquillamente giocando in casa (ricordiamo che la curva della Triestina è in sciopero). Oltre al fatto che noi l’unica larga vittoria l’abbiamo fatta a Legnago a inizio campionato e la Virtus Verona viene in versione Giana.
Paghiamo aver cambiato allenatore con 4 mesi di ritardo. Andremo ai playoff dove possiamo fare bene, ma per certi versi sarà comunque una lotteria.

Rispondi
Patrick

Considerazioni sparse:
1. chi ama il Biancoscudo domenica deve tassativamente presenziare, convinto e carico, no mezze fighe alla La Coste che parlano ancora di Dna a campionato ancora non terminato, assecondando la vergogna boriliana di ieri sera, 15 minuti persi nell’ analizzare un presunto inesistente fallimento a 90 minuti dal termine…quello che detesto è vedere ospiti che usano i guanti bianchi con quel buffone e non osano ribattere decisi, a parte forse Miola, tra l altro offeso piu’ volte…non che mi aspettassi qualche rimostranza da preti camuffati come Canello privi di passione vera, ma per favore pieta’…
2. mi chiedo se alla Triestina farebbe piu’ comodo un Sud Tirol o un Padova ai playoff..io dico decisamente i primi….motivo in piu’…. sara’ una vera domenica di passione da quelle parti…
3. presenza importante e bellissima domenica scorsa anche se tifo in parte dispersivo e trovo anacronistico proporre un nuovo coro in un occasione del genere, si doveva andare sul sicuro, visti anche i numerosi occasionali..
4 – per quanto mi riguarda non è DNA , ma è STORIA CALCISTICA, ben altro discorso: il 15 aprile abbiamo festeggiato 60 anni esatti dall’ ultima retrocessione dalla A datata anni 60 (1962-2022)…in mezzo SOLO 2 ANNI DI SERIE A nei 90..questo è il punto…SESSANTA anni di marciume, piu della meta’ della nostra storia calcistica..vogliamo invertirla? bisogna avere l umilta’ di guardare la realta’ e calarcisi dentro…invece la spocchia, il diritto di essere grandi non ci dovrebbero appartenere…ci vuole sacrificio e programmazione, quello che sta societa’ sta provando a fare, altro che fallimento Mr. Primus Inter Pares ( che prima impari l’ italiano al latino….) . E’ storia, non Dna. Ma in pochisssimi vogliamo realmente guardarla. Con questo regolamento assurdo in C, bella osservazione di Miola ieri, non saremmo stati promossi mai negli anni 80, arrivando sempre secondi…ci si pensa mai???
4. meritiamo molto di piu’ come tifoseia, questo è sicuro, ma con i lustrini e le belle parole non concludiamo nulla.
5. arbitro di domenica uno dei migliori mai visti, merita di fare strada, Acp veramente non capisci un c. arbitraggio all’ inglese contro l’ anticalcio tutto interruzioni e sceneggiate dei nostri campionati..anche Ronaldo e altri cascatori domenica hanno capito l’ antifona e hanno smesso di fare le checche….
6. il 24 aprile 2018 la reggiana cadde a bergamo e noi….

Rispondi
Lacoste76

Patrick sfigato come sempre.
Il DNA esiste ma la mia passione (non la tua che vai perché non ti passa un cazzo) è ben oltre. Io credo che Ts Sudtirol finirà in parità. Il difficile è segnare noi tre gol tanto più se Ronaldo non sta bene. Ma dobbiamo sperare.

Detto questo Martina io non capisco perché le costanti offese a me ed ora anche a Dimitri Canello debbano essere tollerate.

Non si può bannare sto leone da tastiera che poi dal vivo è un’orsacchiotto che si mette buon con uno spriz a base di prosecco alla spina???

Rispondi
Patrick

Arrivare a contestare la passione su questo blog significa proprio non avere argomenti..ma da parte tua è nota la pochezza, grigio ed impettito..nessuno ti ha offeso, non fare la vittima partenopea che non ti si addice….addirittura avvocato del Canello….cosa non si fa…slurp slurp….
ti temo come un’ alba all’ imbrunire…..
il termine SPERARE mi stupisce in positivo, non ti è mai appartenuto..
ti manca la Garra, se sai cos’è…
dai cucciolone di papa’, domenica incrocia le dita..

Rispondi
Lacoste76

Povera Patty…dopo Lacoste, Borile, Canello e il povero Piero Pelù…chi sarà la vittima della noia???

Rispondi
acp

garra? gheto vardà massa bobotv con le perle di adani? dei ocio vai a coltivare quinoa in bolivia.

arbitraggio all’inglese? il campionato è italiano. comunque falli nettissimi e solo grazie a questi falli non fischiati che hanno avuto le migliori occasioni altrimenti non avrebbero fatto un tiro in porta, atteggiamento nei confronti dell’arbitro degli altoatesini inaccettabile. comunque se ti piace quel tipo di gioco organizza calcetto che ti marco io così.

Rispondi
filippo

incredibile ma vero sottoscrivo anche le virgole del post di Patrick, con qualche riserva sull’arbitro, ma bene così. Inaccettabili le solite Borilate, ma ormai il personaggio è quello, gode solo se si può far polemica, se domenica sera siamo su gli tocca rivogliussionare il palinsesto, ci sono le elezioni, deve lavorare troppo.

Altrettanto inaccettabile coccodrillo 76 che non vede l’ora di godere dell’ennesima prova di forza del suo amato DNA, ma potrebbe finire a bagno nel laghetto dell’Euganeo in mezzo a carpe OGM e nutrie.

Rispondi
Lacoste76

Oh un altro seguace della Garra
Al canto del gallo avrai rinnegato le tue verità.

Nessuno ama il Padova quanto me 😎

Rispondi
Mastro Cerilli

Si, giocheranno anche in casa ma la trasfertona BZ-TS porterà al Rocco al massimo 100 crucchi. Il fatto è che purtroppo dai triestini mi aspetto uno “scansamose” colossale.

Credo che Gasbarro non regga le sfide importanti a livello di nervi e l’anno scorso purtroppo si era già capito. Sabato pareva veramente impaurito e quando l’avversario lo pressava andava nel panico. Domenica per forza di cose bisogna andare all’attacco, quindi la soluzione è Kirwan a sinistra e Germano a destra.
Mi preoccupano le condizioni di Ronaldo e la spompatezza di Dezi. Mettiamola così: serve stringere i denti un’ultima volta. Poi, vada come vada, avranno il tempo per riposarsi.
Impietosa ma triste verità il dato pubblicato dal Mattino, in cui si evidenzia che il Padova non vince con 3 goal di scarto dalla seconda partita di campionato lo scorso settembre.

Rispondi
Tifoso a 1/2

Crederci? Il tifoso ci crede sempre, ma che domenica non sia la reincarnazione della nostra speranza. E’ da due mesi che sappiamo che i playoff sono il nostro traguardo, adesso se succede il miracolo (10% anch’io dico) siamo tutti felici ma dovesse andare “male”, niente catastrofismi o piagnistei. Soprattutto perchè magari il Sudtirol impatta e noi vinciamo 2-0… Dobbiamo puntare ai playoff, soprattutto mentalmente, perciò non illudiamoci.
Oltretutto all’Euganeo (in casa) non abbiamo MAI festeggiato niente (Cremona, Firenze, Bolzano, Busto, Trieste, Legnago, davanti la TV)..

Rispondi
Patrick

Pucci, se un Nicola Binda , firma di punta della Rosea, non l’ ultimo arrivato, gli affibia un 7 in pagella un motivo ci sara’…ma quali migliori occasioni???? non hanno praticamente creato nulla o quasi….guardati un po’ i campionati esteri, cominciamo anche da questo a riformare il nostro calcio vetusto e pietoso…
Miss La Coste, non ti scomporre per due paroline, i bersagli sono quasi sempre gli stessi, si tratta solo di rimarcare quando c’è un atteggiamento ridicolo e opportunista nei confronti del nostro Biancoscudo.
Una passione è sacra per quanto mi riguarda, poi ad ognuno il suo ruolo, rispettabile al massimo se interpretato in maniera onesta.
No me piaze i baciapile come te…ma de gustibus….

Rispondi
acp

crocodile dundee ora pure ti ergi a rivoluzionario del calcio italiano. dei dei vai a fare il desperado empolese o la fera ternana.

almeno abbiamo trovato un giornalista che ti comoda. solo per questo gli diamo un pulitzer a prescindere.

martina secondo me patrick sarebbe perfetto per far coppia con il peruviano. potresti far finta che sia collegato da medellin. internazionalità garrosa. hasta la victoria siempre.

Rispondi
Principe

Invidio infinitamente il candore delle anime di chi crede davvero che la Triestina ruberà punti al Sudtirol; Bucchi ha già detto che daranno il massimo, senza che nessuno glielo chiedesse, più chiaro di così. Detto questo, domenica sarò in quel cesso di stadio per l’ennesima volta.
Non dimenticherò mai la sensazione di frustrazione che ho provato quando, a bordo della mia macchina in direzione di Bolzano, ho saputo che Santini avrebbe giocato titolare. Mai.
Gente che parla dell’arbitro, bho.

Rispondi
acp

eh ma è stata preparata bene. santini titolare e gli esterni annullati. PARTITA DA VINCERE. erano loro che avevano la doppia chance non noi.

d’annunzianamente MEMENTO AUDERE SEMPRE. oddo ,pescarese come il Vate, dovrebbe avere questa mentalità.

Rispondi
sauz

Qualche appunto sparso:
1) E’ palese che domenica si deve essere presenti e ben carichi ma senza fare voli pindarici perchè a Trieste sarà un allenamento e se anche gli alabardati ci dovessero fare un favore , segnarne tre ai virtussini a cui stiamo in culo e che hanno buona difesa non mi pare proprio una passeggiata, speranza incrociare le dita si ma non illudersi le inchiappettate sono state troppe per dare adito ad assorbire l’ennesima delusione io almeno da Alessandria non mi sono ancora ripreso.
2) Il treno principale bisognava prenderlo sabato , dove abbiamo si giocato bene ma confermo anch’io presentarsi con Santini titolare mi ha lasciato esterrefatto
3) Una rincorsa simile che non culmini nella promozione lascia strascichi, altroche’ non abbiamo niente da perdere ne abbiamo perchè ai playoff partendo dai quarti siamo in 8 squadre tutte con le stesse chance si azzera il campionato e vincerli è difficilissimo
4) Bello l’entusiasmo di sabato ma e’ determinato dalla situazione in classifica fidateviche, curva o non curva, se a settembre siamo in terza serie saremo sempre i 2500-3000 fedelissimi ( e sono stato anche largo)
5) E’questione di storia calcistica si Patrick ma anche DNA perchè il pasticciaccio Fedele che ci ha fatto piombare ai playout da salvi è extra campo e queste cose succedono solo a Padova
6) La reggiana cadde si a Bergamo ma a me il Sudtirol mi pare essersi ripreso come l’inter dopo la Juve speriamo una volta tanto non dobbiamo ingoiare sempre rospi ma e’ giusto prepararsi per non stare poi qui a piangere domenica sera su quel che poteva essere e non e’ stato.

Rispondi
Mastro Cerilli

Sulla questione Santini (che ci ha lasciati tutti senza parole) secondo me va fatta qualche considerazione. Ad un certo punto del campionato era diventato un vero feticcio per Pavanel, che lo schierava di continuo preferendolo incredibilmente agli altri attaccanti. Dopo aver sbattuto la testa 4/5 volte di seguito alla fine ha dovuto ricredersi anche lui.
Diversa la faccenda sabato scorso, dove a mio avviso bisogna valutare la sua presenza in campo come l’unica soluzione disponibile per non schierare Ceravolo dall’inizio. Io credo che l’obiettivo vero di Oddo non fosse tanto la presenza di Santini dal primo minuto quanto l’ingresso di Ceravolo nel secondo tempo per tentare di scardinare la difesa dei crucchi. Santini doveva solo dare fastidio ai difensori e magari innervosirli o fargli beccare qualche giallo.
E’ evidente che Ceravolo è appannato ed era meglio buttarlo dentro da fresco nel secondo tempo piuttosto che logorarlo per 90 minuti. Chi si poteva schierare se non Santini? Cissè credo abbia problemi che noi non conosciamo del tutto e comunque pare chiaro che più di mezz’ora non riesca a giocare.
Oddi ci ha provato… Se il colpo di testa di Ceravolo invece di andare sulla traversa entrava, il suo ingresso nel secondo tempo sarebbe stata la soluzione geniale che ci avrebbe permesso di sbloccare la partita e, come conseguenza, nessuno avrebbe detto niente su Santini.

Rispondi
tifoso ignoto

Santini è stato messo esclusivamente per disturbare le loro partenze dal basso, e perchè ha dinamicità piu di Ceravolo. Oddo sperava e in effetti è successo che dopo la sfuriata iniziale il secondo tempo ci avrebbe visti dominare, l’unica differenza è che il gol della coppa italia è scaturito quasi per caso, quello cercato ripetutamente sabato scorso non è arrivato.- E il calcio bellezza!
Domenica prossima, liberati dalla paura di perdere o pareggiare si potrebbe fare punteggio largo, dipende dalla determinazione della squadra e dalla voglia di divertirsi(e divertirci) senza pensare troppo a trieste

Rispondi
acp

cissè contro il piacenza ha giocato ottimamente tutto il primo tempo. miglior padova dell’era oddo. 2 gol fatti in un tempo. nella ripresa ceravolo in condizioni di gioco migliori(ergo non con 2 centrali che mediamente gli danno 10kg,cm e anni attaccati) ha segnato un bel gol. poi si resta in C………….

vi ricordate ardemagni? non segnava ma dava spazio a de paula e el sharaawy. ci fosse stato soncin……..

Rispondi
fabio.pd

domenica a Bolzano meritavamo di vincere, loro avevano solo tanto agonismo e basta. Il tuffatore Klaus DiBiasi ( = Tait) è pronto per Trieste. Sono convinto che i triestini si impegneranno…… Domenica può succedere di tutto.

Rispondi
Pietro Smaniotto

SARÀ SERIE B, SARÀ SERIE B, ME LO SENTO IL GIORNO DOPO È IL MIO COMPLEANNO ECCO IL MIGLIOR REGALO!

Rispondi
Guerrino Silvestrin

Ce la facciamo a prescindere da tutto.
I festeggiamenti post partita, quando iniziano e dove si terranno?
Buon pomeriggio
Guerrino

Rispondi
Frengo

Più che Santini…. secondo me Oddo ha fatto due errori:
1. far giocare Jelenic interno di centrocampo, tant’è che nel secondo tempo spostato sull’esterno ha creato difficoltà ai crucchi
2. non togliere l’incerto e intimorito Gasbarro (che … ha fatto giocare male anche Bifulco) facendo entrare Germano e spostando Kirwan a sx
Santini ci poteva stare perchè almeno ha litigato con tutta la difesa risparmiando Ceravolo.
Ricordo che l’anno scorso abbiamo giocato la finale senza centravanti ovvero con il nulla cosmico che era Paponi

Rispondi
sauz

Scusate volevo porvi una domanda semplice: Ma perché questa foga per domenica come se la promozione fosse a un palmo di mano? Ragazzi siamo realisti abbiamo, se è tanto , un 5% di chance e tutto l’ambiente è pervaso da un non so che di elettrizzante come la promozione fosse dietro l’angolo. Dobbiamo farne tre e sperare che una squadra comunque massiccia perda un treno irripetibile contro una Triestina rivale scomodo per carità ma di sicuro non al massimo della forma visto il pareggio di domenica scorsa contro la Giana. Mettiamo i piedi ben piantati per terra che domenica dopo un quarto d’ora potrebbe già essere finito tutto e pensiamo anche a un eventuale amarissimo piano B determinato dai playoff, se non ci ficchiamo nella testa che le nostre possibilità sono minime rischiamo di farci male di qui in avanti. E’ chiaro che un eventuale playoff dove si trova una tra Reggiana e Modena è quasi impossibile da portare a casa ma qui molto probabilmente dovremmo battagliare invece pare che siamo a un passo dal trionfo. Non sempre le rimonte epiche hanno un lieto fine e francamente il treno quello vero l’abbiamo perso sabato dove si bisognava vincere, adesso e’ qualcosa nelle nostre mani e tantissimo in quelle altrui. Profilo basso e pochi sogni che gia’ abbiamo penato a non finire l’anno scorso contro la squadra più sfigata d’Italia , tifiamo, ma non e’ la finale delle finali quella dovevamo portarla a casa sabato ora è molto probabilmente troppo tardi, prima ce ne accorgiamo tutti meno facciamo inutili voli pindarici.

Rispondi
Stefano

Concordo al 100% –
Capisco fossimo nella posizione del sud Tirol ma così …… francamente anche il 5% e’ difficile da ipotizzare . Mettiamolo perché e’ gratis ma e’ piuttosto un auspicio che un pronostico purtroppo

Rispondi
DM

D’accordo sul fatto che il Südtirol domenica è promosso al 100%, e non capisco in base a cosa si spera finirà diversamente. Giusto dare tutto in campo ma attendersi la nostra promozione diretta rischia solo di creare un ulteriore danno al morale.

Detto questo, i playoff sono un altro discorso. Perché mai dovrebbe essere impossibile affrontare Modena o Reggiana – che avrebbero lo stesso shock mentale nostro?

Rispondi
Stefano

Anche peggio se fosse il Modena – la Reggiana credo sia nella ns stessa situazione – ci prova ma ovviamente il Modena farà bottino pieno in casa e manco deve fare calcoli – in quel caso probabilità Reggiana 0,0000001%

Rispondi
Patrick

Era troppo bello leggere parole quasi positive di sto Sauz, è tornato subito nei ranghi ovviamente, dall’ alto della sua sapienza..complimenti, chapeau, probabilmente avra’ ragione lui, noi lilli stupidi nel credere agli asini volanti….
ma di quale foga parli??? si chiama speranza, si chiama essere tifosi, provare a sognare realisticamente, con la convinzione che ci sia una montagna da scalare e chissa’ se per una volta il vento soffiera’ dalla nostra parte.
non c’è nessuna cazzo di foga, nn c’è nessuna mancanza di realismo, mettitelo bene in testa.
la dimostrazione è la prevendita per domenica dove anche questo fattore va incidere sulla mente bacata del padovana medio.
caso borderline esemplare: settimana scorsa ricevi telefonate e richieste da gente che nn senti da tempo, entusiasmo alle stelle, poi da domenica mortorio, sti ultimi giorni pare la via crucis….nessuno nasconde la delusione e la sfiga vissuta a tirolo….ma cosa ci dobbiamo fare se c’è ancora un barlume di speranza?? Non coltivarla?
vedi Sauz, i sapientoni come te che mettono le mani avanti vinceranno sempre e alimenteranno una determinata presa di posizione in questa piazza semidepressa e umorale.
Ma poi, come si fa a scrivere che Reggiana o Modena (bella questa!! quindi secondo i tuoi calcoli il modena nn batte il pontedera gia’ salvo in casa, pero’ a noi va tutto male? leggera malafede….) sono piu’ forti di noi? lo sai, lo supponi , lo speri ??
Parliamo di uno sport come il calcio dove l’ elemento casualita’ puo’ incidere e la storia è piena di episodi…magari lunedì verro’ smentito su tutta linea e allora?? Cosa vuol dire? che vado allo stadio domenica col prosciutto sugli occhi? No caro mio, ci vado perche sono schiavo di una passione, sfigata e sfortunata quanto vuoi, ma reale, pulsante, viva.
Qui ce ne sono troppi dimessi, depressi, che leggono il futuro in un’ unica direzione.
Ps. se dovesse andare male siamo noi ufficialmente la squadra piu’ sfigata d’ italia.
Ps. La coste sta a casetta domenica che c’è maltempo e la pioggia incombe.

Rispondi
Stefano

Per info il 2 del sud Tirol a trieste e’ quotato 1.47 ….. giusto per capire come chi quota per professione e’ già sicuro

Rispondi
L'altro Stefano

Sono d’accordo anch’io, e non da oggi, con chi sostiene che non sia per nulla il caso di illuderci e di fare voli pindarici sognando una promozione diretta domenica in casa, che in realtà è praticamente sfumata non vincendo sabato scorso, e anche questo si sapeva.
Però mi sono piaciuti gli atteggiamenti e le dichiarazioni post-partita di Oddo e di qualche giocatore, che mi sono sembrati quelli giusti e per nulla rassegnati (e non finti o banalmente di circostanza), propri di chi vuole andare in campo domenica per vincere di goleada e poi vedere a Trieste che succede….
Io dico facciamo il nostro intanto una buona volta, facciamo in modo di essere già almeno sul 2-0 a fine primo tempo e chiaramente auspicare che di là il risultato resti piantato sul pari quantomeno, e spaventare veramente i crukki collegati via radio.
Io penso che in quello stato mentale di…..cacarella il ST potrebbe sbilanciarsi di brutto per cercare il gol e a quel punto sbilanciarsi e magari subirlo, il gol!!
Facciamo il nostro anche come tifosi e spingiamo i ragazzi per una partita preparata per mangiarsi e asfaltare l’avversario di turno!!
Razionalmente chance gran poche come detto, e goleade in questa stagione mica ne abbiamo più viste da 7 mesi a questa parte, e però…… tutti ci crediamo intimamente in cuor nostro!!
Abbozziamo una formazione?? Anche questa dovrebbe essere diversa e specifica per la partita, fuori dai soliti schemi, anche per dare un segnale psicologico preciso alla squadra.
Come dichiarava Montrone, anch’io sarei assolutamente per 2 punte di peso insieme, quindi Cissè e Ceravolo. Vista l’assenza di Saber io farei centrocampo a 2 Ronaldo-Dezi. Ne scaturirebbe un 4-2-4 con esterni Chiricò e Jelenic larghi davanti per andare sul fondo e crossare o rientrare per il tiro, e Germano-Kirwan dietro a sovrapporsi. Centrali Valentini-Pelagatti abili di testa. Bifulco e Terrani cambi per la ripresa, veloci e con dribbling nelle corde.
All’arma bianca!!!

Rispondi
Marcantonio

Ho letto i messaggi del blog…tra chi ancora si entusiasma e chi invece, più realista del re, già piange sopra ai play-off… e non capisco bene quali siano i miei di “sentimenti”. Sono corso fino a Bolzano col timore nel cuore… dopo la partita cosa resta? Col Sud-Tirol quest’anno abbiamo preso due legni, uno in casa ed uno sabato scorso… e questo dovrebbe far capire anche agli ottimisti come me che quando è il tuo anno è il tuo anno , ma nonostante questo c’è ancora un tormento che non mi lascia per tutta la settimana e, con l’umore a giorni alterni, continuando a soffrire, mi sforzo di non pensare all’aggettivo più appropriato per il calcio: *imprevedibile* …. e non vedo l’ora che il campionato finisca e nello stesso tempo temo questo momento.

Rispondi
Principe

Mi ricollego al realismo di Sauz e faccio presente che
1. il sud tirol ha perso due partite su 37
2. la triestina è una squadra immonda e per di più non avrà motivazioni di rilievo
3. molto difficilmente in questo momento potremmo fare 3 gol
4. la virtus verona di Fresco ci odia e farà di tutto per ostacolarci
Per tutte queste ragioni sommate alle previsioni meteo il dato dei biglietti venduti è INCREDIBILE e per certi versi anche inspiegabile
Non rischierei Ronaldo domenica, settembrini va benissimo

Rispondi
fabio.pd

ripeto…domenica tutto può succedere. I calcoli della persona equilibrata, che confronta i numeri e calcola le probabilità di successo, la trovo nella testa del barista sotto casa che è un tifoso di convenienza. Noi siamo i TIFOSI del PADOVA, abbiamo sofferto e gioito, abbiamo visto avventurieri da strapazzo e abbiamo visto persone perbene. Ci siamo abbracciati e abbiamo masticato amaro. Sabato scorso avevamo il pallino del nostro destino e il destino ha voluto che la palla non entrasse in almeno 3 (TRE) occasioni limpide. Non per questo bisogna demordere….non gli andrà sempre bene a Poluzzi (per dirne una…). Ripeto: domenica tutto può succedere!

Rispondi
acp

ma basta. il campionato è finito. andremo ai playoff. ci faremo, spero, qualche bella trasferta ai playoff dopo un anno di stadietti e posti tristissimi. vinceremo o perderemo. più probabile la seconda opzione. ma amen. a settembre sarò in curva nuova a tifare. del resto non tipo padova per avere delle soddifazioni. tifo padova perchè sono padovano e questa passione è irriducibile. tifare padova è davvero un folle atto d’amore.

domenica ci sarò allo stadio perchè è giusto che io ci sia.

onore a tutti noi. io in primis ma anche, la coppietta patrick-lacoste, il vate bozzi e tutti voi

Rispondi
crestaalta!

Concordo con la proposta di formazione data da “L’altro Stefano”, un solo dubbio: quando dice davanti due punte di peso, ok Ceravolo, Cissè perchè lo mette forse perchè pesa 80 kg. ?

Rispondi
L'altro Stefano

Se tutto va bene Cissè peserà anche di più di 80Kg, ma di sicuro ha nelle sue corde e nel suo modo di giocare lo sfondare e il fare efficacemente a sportellate sia fuori area che per farsi spazio in area. Saprebbe giocare spalle alla porta e aprire agli esterni. E pure una buona punta di velocità.
Se fosse stato minimamente in forma avrebbe avuto un ruolo molto meno marginale in questa stagione, quindi adesso mi piace pensare possa essere determinante domenica o evidentemente nei playoff

Rispondi
Marcantonio

Gislon:
Regalare un altro pezzo di stadio nuovo ad una tifoseria che conta in media 1500 spettatori a partita casalinga mi pare una cosa che non appartiene a questo secolo. Alla fine di quest’anno saranno stati spesi circa 8 milioni di euro per il restyling dello Stadio Euganeo, aggiungendo 4 milioni di euro andiamo a una iperbolica cifra di 8000 euro investiti da questa amministrazione per tifoso pagante medio allo stadio. Una follia dal punto di vista politico e sociale.

Tralasciamo tante spiegazioni….non servirebbe! Diciamo solo che gli euro investiti per spettatore/fruitore passerebbero da 8.000 a forse 24.000 ? Ma forse sono stato troppo buono….

Rispondi
tifoso ignoto

Potenzialmente il Padova domenica sera potrebbe essere in B
2 mesi fa nessuno avrebbe scommesso un centesimo (compreso il sottoscritto) su questo finale e secondo me tutti avrebbero volentieri pagato uno spritz perchè ciò avvenisse. E’ forse la cosa piu bella essere arrivati all’ultima con ancora una piccola speranza e la consapevolezza che se saranno play off faremo la nostra parte. Oddo indiscutibilmente ha rivitalizzato la squadra e l’ambiente è questo di per se è già fantastico.
Vada come vada la rincorsa e il finale ci ha entusiasmato. Vi sembra poco?

Rispondi
Mastro Cerilli

Sottoscrivo quanto detto da tifoso ignoto. Vada come vada possiamo dire che è stato riaccesa una speranza e soprattutto una passione ormai più che morta e sepolta. Dovessero essere playoff, lo spirito sarebbe ben diverso da quello dell’anno scorso e partite come Padova-Renate sicuramente non se ne vedranno.
Il pareggio a Trieste è un risultato non così fuori dal mondo. L’importante è che il Sudtirol non segni nella prima mezz’ora altrimenti la partita è finita. Dovesse per caso, questo si veramente poco probabile, segnare la Triestina ogni scenario sarebbe possibile. La cosa che più mi preoccupa è per noi vincere con 3 goal di scarto in una partita che si presenta come la fotocopia di quella con la Giana.

Rispondi
sauz

Rispondo alla tua domanda tifoso ignoto, no non ci basta per la porta principale o per quella secondaria bisogna andare in serie B quest’anno sennò sarà un fallimento checchè ne dicano gli altri, per questo la pressione non è sul Sud Tirol che avrà si’ dilapidato punti in serie ma non doveva vincere il campionato quest’anno, era partito per fare bene stile feralpi ma non si gioca e giocava tutto come noi.
Per Patrick tra Reggiana e Modena c’e’ la piccola differenza che se non vince il Modena e la Reggiana vince con qualsiasi risultato è su, ben diverso da non sperare in una vittoria dei tirolesi (scontata) e dopo dover però farne tre a una squadra che ne prende pochi, non e’ malafede ma calcolo delle probabilità.
Infine sì i playoff saranno difficilissimi perchè il nostro era il girone più facile (vedasi il divario enorme con la terza) mentre nel B granata e canarini se la sono giocata con diverse squadre ostiche come il Cesena, l’Ancona e il girone C è sempre il peggiore (tra l’altro con il buon Catanzaro a cui abbiamo prestato genialmente l’unico che vedeva la porta oltre a Ceravolo). La situazione non è facile perchè se non riusciamo nell’impresa di domani ne avremo una ancora più grande e sorbirsi ancora terza serie per questa piazza è la fine..

Rispondi
Stefano

Sono stato all’appiani stamattina e resto sempre più convinto che la madre di tutti gli errori sia stato L’euganeo – l’appiani rimodernato stile stadio di Parma sarebbe stato perfetto per il bacino di utenza di questa città in qualsiasi categoria –

Rispondi
tifoso ignoto

A Sauz…ma neanche il Verona doveva vincere un campionato di serie A, partito per salvarsi si è ritrovata lo scudetto cucito addosso. E’ il calcio bellezza! Non sta scritto da nessuna parte che deve vincere il Padova, poi sulla debolezza del girone A avrei qualche dubbio dato che due dello stesso girone sono andate in finale di coppa italia.
Il divario tra 2’e 3′ è inevitabile quando sei sopra gli 80 punti e questo è valso anche nel girone B e nel C ci sono andati vicini.
Il vero problema a mio avviso è che questa serie C x com’è strutturata è una stronzata, non si può passare da una serie B a 20 squadre con 3 promozioni a una serie C con 60 squadre e solo 4 promozioni. C’è uno squilibrio enorme, è un inferno che neanche Dante l’avrebbe immaginato. Ci sono squadre che tutti gli anni arrivano seconde o terze fanno investimenti importanti e rimangono sempre li ferme al palo. Tieni conto che metà della serie C è formata da società di stampo dilettantistico con impianti da patronato, vedi virtus verona dove gli spogliatoi sono uguali a quelli che si vedono sui campi di 3’categoria. C’è bisogno di scremare, di selezionare in fin dei conti è una categoria di professionisti, non puoi mettere nel calderone società importanti con altre che hanno soldi si e no per iscriversi e arriveranno sempre nella parte bassa della classifica, ma che ovviamente possono condizionare pesantemente il cammino di qualsiasi squadra che vuole arrivare in alto. Ci sono esempi di campionati di II e III serie tipo quello inglese dove ad ogni livello formato da un massimo di 24 squadre ha le sue 3 promozioni fino ad arrivare alla premier. Ci vuole tanto a seguire un esempio del genere

Rispondi
Stefano

Oggi tutto scontato – adesso play off e la netta impressione e’ che Oddo sia “meno da battaglia “ di mandorlini (che aveva comunque i suoi difetti ) –
Non vedo bene questo tipo di squadra per battagliare con squadre del sud (troppe individualità leggerine ) ne all’altezza di una Reggiana

Rispondi
Massimo

Stefano hai ragione. E comunque oggi è stata una schifezza, a prescindere da quello che succedeva a Trieste, si doveva giocare con la bava alla bocca, bruciare l’erba, vincere anche se non serviva , dare anche se una inutile soddisfazione ai tifosi, invece nulla solo il solito copione quest’anno visto e rivisto … e temo per una squadra spremuta come un limone per una quasi inutile rincorsa… per i playoff che qualcuno ce la mandi buona ne abbiamo veramente bisogno.
Da amante del calcio dico solo che il Sudtirol ha meritato la serie B!

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code