Torna al blog

LA SOFFERENZA, QUESTA CONOSCIUTA!

Sarà un campionato duro e complicato quello del Padova, appena cominciato con una sconfitta a Vercelli. Per certi aspetti immeritata ma pur sempre una sconfitta. Il tifoso sa già che la squadra cadrà e sarà chiamata a rialzarsi e che i giocatori dovranno saper soffrire più di quanto si soffre normalmente quando si fa questo mestiere. All’ombra delle cupole del Santo è così da sempre: la tribolazione è parte integrante del DNA biancoscudato e per quello, ogni volta che si riesce poi a conquistare un successo insperato o a rendersi protagonisti di una esaltante cavalcata verso la parte nobile della classifica l’entusiasmo che si respira è doppio e la gioia più intensa e autentica. Perché il pubblico padovano sa quanto da queste parti nessuno regali niente ed è consapevole che gli episodi, se possono essere a sfavore, lo saranno sempre, chissà perché poi, ma è così. Bisogna essere più forti degli avversari, più determinati della malasorte e mettere un’attenzione nei dettagli che va oltre i limiti dell’essere umano. Prendi il debutto a Vercelli: la squadra di casa non ha fatto molto più del Padova, anzi, a tratti, l’ha subìto, andando spesso in difficoltà. Ma il risultato finale dice che la Pro ha vinto e lo ha fatto approfittando con Comi dell’unico momento in cui Valentini e compagni non si sono sistemati a dovere nella fase difensiva, su palla inattiva. All’unico vero errore è scattata la punizione.
Prendendo atto che è così, però, il Padova non deve abbattersi, a maggior ragione in questa stagione in cui è partito senza i favori del pronostico. Deve navigare a vista, mettendo ogni maledetta domenica la mano fino in fondo al sacco della sua giornata per tirare fuori anche quello che non sa di avere. Sudore, prestazione, gol, possibilmente le vittorie. Solo alzando continuamente l’asticella e pretendendo da sé stessi più del massimo si potrà sopperire ad una rosa più giovane, meno esperta ma comunque dotata di qualità e giocatori che possono esplodere da un momento all’altro.

39 commenti - 2.514 visite Commenta

Emanuele Ranzato

…ben detto Martina…
ripartiamo da sabato sera e facciamo vedere denti, canini, molari e giudizi vari….
FORZA PADOVA…sempre incondizionatamente.

Rispondi
fabio.pd

…se penso a De Marchi che si è presentato davanti al portiere con il ciuccio in bocca…..
a parte questo, ho visto una squadra promettente, con voglia di crescere. Grande Piovanello !

Rispondi
massimo

Tutto quello che si vuole, ma non si può accettare in una piazza così di accontentarsi di vivacchiare e sperare che ogni domenica ( o sabato) non sia sofferenza assoluta o sconfitta.
Dite quello che volete ma secondo me si è caduti troppo in un basso profilo e con questi presupposti molto difficilmente si uscirà dal pantano della Serie C.
io non mi accontento e sono molto molto deluso.

Rispondi
filippo

a Vercelli alle 4.30 di un sabato pomeriggio di inizio settembre sembra di stare a Pripyat. Stessa vitalità.
80 padovani, uno dei minimi storici in trasferta, che si sono fatti sentire. commoventi e gioviali – bellissima la maglietta rebus DI (effige di un’oca) NE, con le date delle ultime due finali playoff. Ogni tifoso dovrebbe averne una.
Campo indecente, ogni volta che calciavano si sollevava una nube nera di particolato, che qualche genio ha pure bagnato – evidentemente a Vercelli pensano di essere al Nou Camp.

Una sola squadra in campo, ma con evidenti limiti: Nonno Fabio è prossimo al pensionamento, gli mancano almeno due tempi di gioco, se l’anno scorso Oddo lo faceva stramazzare con la lingua di fuori per giocare spalle alla porta, con il calcio di Caneo due scatti ed è da camera iperbarica. Buono per i 20 minuti finali, quando può permettersi con la sua classe di giocare sostanzialmente da fermo. Lui il gol di De Marchi non lo sbagliava.

Piovanello deve passare la palla (cit.) altrimenti deve essere educato (cit.); tra Dezi o Raddrezza, uno va in panchina, perché a tichete-tochete abbiamo già dato gli anni scorsi, vogliamo gente che corre, mena e gioca in verticale. Bruno prenda nota, Cretella titolare e uno dei due a sedersi vicino a lui (possibilmente Dezi grazie).

Dio esiste, Gasbarro fuori ne è la prova. Ottimo Calabrese, molta più corsa e piedi educati.

Bene anche Ghirardello. Vasic un potenziale crack, calcisticamente il più intelligente della squadra.

Russini ampiamente insufficiente; evanescente, quasi un pesce fuori dall’acqua. Liguori si scaldi.

Nel complesso un buon Padova, che trovato l’11 titolare e affinati i meccanismi farà divertire. Peccato non avere panchina, altrimenti lotteremo con quelli davanti. Grazie Sogliano, grazie dottoressa Bianchi. A proposito, a che punto siamo con Padovanello? Da quali problematiche dobbiamo smarcarci? Non lo dica a Borile però, penserebbe che abbiamo comprato una punta…

Rispondi
acp

Combatterò dalla tua parte
Perché tale è il mio amore
Che per il tuo bene
Sopporterei ogni male

sabato è la partita tra chi ha sempre difeso la propria identità e non ha mai fatto compromessi e chi pur di vincere do partie si è fatto dare del pezzente dal proprio presidente e va a vedere il bassano vestito di biancorosso.

leggo che hanno venduto 1200 biglietti per il settore ospiti. ultima volta a bassano erano in 4. ma si sa che i conigli si riproducono velocemente.

padovani uber alles.

il calcio padova s.p.a. va contestato.

Rispondi
Tifoso a 1/2

“sabato è la partita tra chi ha sempre difeso la propria identità e non ha mai fatto compromessi e chi pur di vincere do partie si è fatto dare del pezzente dal proprio presidente e va a vedere il bassano vestito di biancorosso”: che ne venga fatto uno striscione e messo in curva sud (almeno un’utilità già gliela troviamo alla nuova struttura) così i biancogiallorossi se lo possono gustare per bene per tutto il match

Rispondi
filippo

ieri sera solito spettacolo del paradosso di Barile & Co.
dal Savonarola in pelliccia ci si aspettava fuoco e fiamme contro la Bianchi, e invece… viva l’ammore, volemose bene, Ciccio Edel che la chiama “Ale”, Leandro Fragolina che se la prende con “quel signore con la barba sulla ringhiera”… abbandonati tutti gli istinti bellicosi, melassa al limite dell’imbarazzo… ma lui fa le domande scomode.

Padovanello appena sfiorato, non una domanda sulla vicenda Monaco (bizzarra per non dire di peggio), veleno su Palermo – che per carità, ci sta ma guardiamo anche avanti – daje ai poveri Piovanello e De Marchi, e daje agli ultras. Tra l’altro scrive pure, nei suoi raffinati editoriali, di cose che non sa, dato che ha parlato di contestazione per la prestazione… niente di più falso.

E questo sarebbe l’opinion leader dei media padovani… si salvi chi può.

Rispondi
acp

quel signore con la barba chi sarà mai? che sia uno a cui ogni tifoso del padova ha dato un PA? ma che ci faceva su quella ringhiera? non era meglio se si fosse affacciato sul balcone del cosmo citando il sommo poeta barsotti?

domande a cui non troveremo mai risposta tipo quelle sulla vicenda monaco tutt’ora assolutamente nebulosa . dai moscato magari lei riuscirà a chiedere come mai il signor monaco, veterano di ottimo livello le cui caratteristiche sono note, già vincitore della serie C,ottimo titolare nella prima amichevole contro lo spezia, all’improvviso a fine agosto viene messo fuori rosa. tra l’altro da quando l’hanno escluso si son rotti kirwan,germano e gasbarro e numericamente dietro siamo contati al punto che se qualcun’altro sarà indisponibile toccherà al buon bruno rimettersi gli scarpini e giocare.

padovani a vercelli semplicemente meravigliosi dal primo all’ultimo minuto e oltre.

la tifoseria può criticarla solo la tifoseria.

acp presente a palermo e vercelli. non vi dico la depressione nel passare dai 40mila del barbera ai 4 del piola.

NO SURRENDER.

Rispondi
Tifoso a 1/2

Litigio molto pesante con il mister. Che il ds faccia da mediatore e sistemi che non ci possiamo permettere ulteriori rogne in casa

Rispondi
Stefano

Del solo Monaco si parla (qui e la …..) ma senza approfondire di “problemi disciplinari durante il ritiro “
“-avrà mica menato Caneo ? “ (sarebbe un match impari come vedere Cretella sabato marcare il centrocampista della pro ) ……

Rispondi
Flavio Rossetti

Se questo è un nuovo inizio, un nuovo piano triennale con filosofia diversa, ben venga. Se non si creano inutili aspettative, il tifoso se ne fa, un po’ più, una ragione, soprattutto se si deve avere pazienza per i tanti giovani…dopo tutte le delusioni avute per attese sfumate nel niente

Rispondi
acp

il padova a vercelli ha disputato una buona partita, ben superiore alle aspettative che il precampionato aveva creato e pure superiore alla prestazione fatta a vercelli l’anno scorso.
purtroppo stavolta comi ha segnato mentre ad aprile si divorò un gol fatto e noi segnammo con un tiro di destro di chiricò.

ho visto un buon padova, molto dinamico, con un buon palleggio e tutto sommato ordinato. ha però peccato in fase di finalizzazione. Davanti con liguori e de marchi sarà tutt’altra storia in futuro. il centravanti, tanto insultato da tutti per l’errore, è entrato molto bene in partita facendo ottime giocate. fisicamente imponente ma dotato di gran mobilità. profilo buono per il nostro tipo di gioco. ceravolo ahinoi ormai può giocare solo gli ultimi 20minuti. nel primo tempo non ha visto palla. il 16enne ghirardello entrato al suo posto ha cambiato la squadra, parliamo appunto di un 16enne. per rimanere in tema giovani vasic porterà un’altra milionata in cassa, tecnicamente ha un’altra velocità di esecuzione gran bel giocatore. dietro per fortuna è tornato san valentini che in quel ruolo di comando e lettura in C è eccellente. buonissimo esordio di calabrese, giocatore elegante e tecnico insomma il contrario di gasbarro.

questo padova ha una formazione titolare di buonissimo livello per la categoria. il problema è che siamo assolutamente senza riserve. attualmente dietro l’unica riserva è ilie. ah benon.

non ho capito in questo contesto il ritorno di jelenic. il tempismo dell’operazione è alquanto curioso. parliamo di un buon giocatore, duttile visto che può fare 4 ruoli ma sinceramente in quei ruoli abbiamo già dei buoni giocatori. in tempi di ristrettezze economiche avrei usato i soldi per lui, non credo prenda 2 lire, per un centrale difensivo veterano.

ho letto le interviste della bianchi e di mirabelli. quindi abbiamo già ridotto del 15% il budget ma c’è un’ulteriore milionata impegnata per gente che non giocherà. ottimo. c’è da essere soddisfatti. è una cifra che se reinvestita in giocatori utili alla causa avrebbe reso questa rosa in grado di lottare per qualsiasi obiettivo. il ds ha pure detto che caneo gli aveva chiesto manzi e tascone ma niente da fare. poro bruno chiede 2 onesti giocatori di C e manco glieli prendono. in compenso però balzaretti pollastro ci ha pagato ronaldo. tanto a quelli non manca la pecunia. “operazione mai vista prima” ah beh vantiamocene e mettiamolo pure sulle maglie insieme alla coccarda della coppa italia lega.

veniamo quindi alla AD bianchi che sugli abbonamenti dice “siamo venuti incontro ai tifosi”
grazie alessandra grazie che ci è venuta incontro. su cosa? il prezzo? la signora bianchi dovrebbe prendere la sua macchina, partire da un paese della periferia padovana, parcheggiare nel parcheggio di noi comuni mortali, andare al prefiltraggio di un settore popolare(va bene anche la ovest), farsi perquisire come noi comuni mortali, guardarsi magari la partita con rostin che intralcia la visuale di parte del campo, farsi la coda per bere qualcosa, sedersi sui comodi e lindi seggiolini de plastegon e poi a fine partita andare a prendere la macchina e attendere na mezz’oretta per uscire. magari dopo aver preso coscienza di che cosa sia l’esperienza stadio a padova si renderà conto che è già qualcosa che non siate voi della società a pagare noi tifosi per venire allo stadio. il tutto con sky che vende il ppv a 5euro e eleven che con 90 ti fa vedere tutto il campionato.

prevendita derby. ovviamente 3mila posti agli ospiti. fattori costretta a dividere un settore coi vecioti abbonati. tifo mortificato e impossibile, top. aperti i settori laterali delle tribune, 15euro per avere un visuale terribile. infatti prevendita è ferma in quei settori. del resto la est normale costa uguale.

se qualcuno vuole che gli faccia da ghost writer mi faccia una proposta economica.

avanti scudati, nessun compromesso, nessuna resa.

Rispondi
filippo

amen
cosa vuoi aggiungere?
Il Calcio Padova prenda nota e si muova di conseguenza.

IL PADOVA SIAMO NOI, altro coro che molti di noi hanno dato a “quel signore con la barba” che il poeta di Fragolina fa finta di non conoscere…

Rispondi
Flavio Rossetti

Sono d’accordo per quanto riguarda la mancanza di un buon centrale. Perché hanno lasciato andare Ajeti, il miglior difensore che avevamo

Rispondi
QuoreSqudato

Leggendo questo blog e qualche post sui social ho l’assoluta certezza che questa tifoseria merita di più.
Sto riuscendo un po’ alla volta ad uscire dalla depressione post Palermo.
La vittoria nel derby riuscirebbe a strapparmi un sorriso.
E’ appena martedì e come sempre in vista della partita il pessimismo dopo il turno precedente si smorza, si accende una flebile fiammella, poi diventa speranza, poi ancora “buone probabilità di farcela”, poi quasi certezza nella vittoria e anche Caneo diventa un mago della panchina… si chiama TIFO.
Tifo Padova, forza biancoscudo, vinci per noi!

Rispondi
sauz

Concordo in pieno Filippo sulla trasmissione di ieri sera, mi aspettavo domande incalzanti invece una delusione enorme, bisognava sviscerare giusto il tema Monaco e Padovanello e invece non si e’ fatto nulla.
Impressioni personali:
1) Si sta sbaraccando e di brutto e la riduzione del budget è minimo del 50%
2) La squadra che nel 98/99 retrocesse in C2 era nettamente superiore a questa, fate vobis…
3) Martina chiedi lumi sulla situazione Monaco vogliamo che venga sviscerato perche’ il migliore difensore di tutta la serie C non può stare fuori rosa e non me ne frega nulla del modulo Caneo, voi preferireste con tutte le proporzioni mantenere in squadra un Nesta di turno o sacrificarlo perchè il mister di turno , in tal caso , un semplice Giampaolo non lo vede? Io caccio a pedate in culo Giampaolo (in questo caso Caneo) e mi tengo chi, nella sua fulgida carriera, ha dimostrato di essere vincente non un signor nessuno in panca che alla veneranda età di 65 barette ha allenato un anno a Torre del Greco, siamo seri cazzo!
4) Mi fa sorridere i media, buona parte del tifo sui social che continua con il mantra che erano anni che non si vedeva giocare così; vi svelo un segreto incredibile: Giocare bene, se non vinci, non serve a una sega, nel calcio serve vincere; io personalmente con Pavanel , Mandorlini e in parte con Oddo (che ha usufruito del lavoro del predecessore) mi divertivo perchè a me di giocare bene non frega nulla io voglio vincere e solo quello se voglio divertirmi vado a teatro
5) Rimpiango gli anni 80 quando con Puggina il tifo era ruggente perchè si voleva andare in A e ricordo una contestazione l’anno della promozione dopo una prestazione scialba in cui si cantò se restiamo in B vi facciamo un culo così; adesso va bene tutto, adesso si ringrazia una propriertà che ha disintegrato tutto e che ha costruito una squadra che probabilmente retrocederà perchè l’importante e’ esistere; no signori qui viene la gabola; se non si vuole renderci protagonisti (perchè qui i soldi ci sono e vorrei sapere quanto percepisce il buon Mirabelli per tutte le cazzate che ha fatto questa estate) si chiuda tutto io di sopravvivere in C magari salvandomi per il rotto della cuffia non interessa, preferisco fallire, o si capisce che la 14ma città d’Italia deve stare minimo in B o lottare per andarci o si chiuda tutto, vivere alla viva al parroco come ci vogliono proporre qui in avanti anche no grazie
5) Un appunto ACP che scrivi sempre cose molto interessanti che condivido in buona parte, il discorso sui ripescaggi del Vicenza , abbiamo ben poco da vantarci, se noi malauguratamente andassimo in D e ci ripescassero preferiresti andare a giocare a Cartigliano o prenderesti la palla al balzo? La storia la fanno le categorie in cui giochi, è come se gli spallini avessero rifiutato la fusione con la Giacomense, sai dove sarebbero ora? A mangiare merda con noi, direi che al cambio ci hanno guadagnato di brutto e la presunta dignità e storielle varie dopo 4 lustri di serie C francamente ce la possiamo attaccare con tutto il rispetto dove non batte il sole ahime’ tanto più che nessuna tifoseria guarda queste cose se non noi che notoriamente tifiamo per la squadra per cui tutto il pianeta terra vorrebbe tifare o, più veritiero, si toccano i coglioni e tirano un sospiro di sollievo per non essere al posto nostro questa e’ la verità altro che vanto..

Rispondi
Patrick

e con il punto 5 Sauz finalmente ha dimostrato, una volta per tutte, la sua immensa, infinita pochezza…
pero’ si ricorda che siamo scesi in C2 nel 98/99….ma che bravo…e che addirittura quest’ anno il nostro team è inferiore a quello dell’ epoca..spanciate dalla risate…dopo una giornata..dovrebbe fare l’ opinionista da Barile…vai col jingle, il punto di Stefano Edel e Ciccio Sauz…
i conigli c’ hanno guadagnato di brutto ritornando in C dopo una promozione vinta grazie al covid?? ma che scrivi??? vorrei solo che finissero in D, in modo che tutto quel pietoso disegno architettato da Rosso finisse in una bolla di sapone….
ti do una notizia: tutte le tifoserie guardano queste cose, e piazze come Bologna, Lazio, Verona, Trieste, Pisa ecc ecc.., giusto qualche esempio, scenderebbero per strada a fare le barricate se avvenisse una pagliacciata come quella di Vicenza che per evitarsi un anno di D ha preferito guadagnarsi la terza serie con quel pupazzo di Rosso.
Onore a chi non cede queste penosi compromessi.

Rispondi
massimo

D’accordo su tutto con Sauz, finalmente una analisi dell’attuale situazione fatta molto bene ed obiettiva ( in particolare al punto 4 seppur di certo non si retrocede ma si entrerà comunque nei playoff ).
Monaco nel Perugia che è andato in B( al posto nostro) con un certo allenatore Caserta ( non l’ultimo arrivato e certamente non ai livelli mediocri di Oronzo Caneo) titolare fisso.
Ma a Padova per lui non c’è posto e non rientra nel progetto. I misteri del calcio che comunque solo qui a Padova si vedono.
Complimenti a Sauz.

Rispondi
Andrè The Giant

Sul mistero Monaco c’è un articolo di Padovasport che chiarisce la questione una volta per tutte.
Era evidente comunque che doveva esserci qualcosa a livello di spogliatoio. Non poteva altrimenti spiegarsi il fatto che 3 allenatori di fila lo avessero progressivamente messo da parte.

Rispondi
Principe

Borile è incommentabile da sempre, non da lunedì scorso.
“Quel signore con la barba”. Non cambieranno mai, mai.

Rispondi
acp

io tifo padova. quello che ho visto sabato scorso è il padova. è il padova perchè 8 anni fa tutti noi siamo risorti con amore e orgoglio dalle ceneri del fallimento. lo abbiamo fatto prima scagliandoci con rabbia nel post padova-sitadea 0-4, poi manifestando in migliaia per il centro della città a difesa della nostra passione e poi, grazie anche al sindaco bitonci, partendo insieme agli immensi giuseppe bergamin e roberto bonetto. siamo partiti da zero e ricordo ancora con grande commozione il ritiro ad asiago con 1000 padovani presenti per vedere qualche giovanotto ma ci bastava perchè quello era il nostro padova e quanto abbiamo amato quella squadra, come non ricordare i 3mila andati in terra magnagata in quel di valdagno.
NOI NON ABBIAMO MAI FATTO COMPROMESSI E NE ANDIAMO FIERI.

loro? loro si vantano dei ripescaggi, ne parlano come se fosse loro diritto essere ripescati, come uno ius primae noctis calcistico. erano già tutti pronti a godere per il fallimento della reggina ed ennesima risalita d’ufficio. neanche le trote di un laghetto di pesca sportiva. oltre al fatto che non fanno una promozione sul campo da più di 20anni.
loro hanno accettato senza fiatare che renzo rosso facesse l’americanata di spostare il bassano al menti. renso all’inizio voleva pure piazzargli del giallo sulla maglia per ricordare le radici bassanesi. loro sono stati muti. hanno accettato che il gliane venisse sostituito dalla squadra di renso. loro non sono tifosi, sono degli opportunisti. gli è arrivato il riccone e via va ben tutto. grazie al cielo qui a padova la mentalità è molto diversa, vedasi anche la vicenda fusione di anni fa. loro poi vabbè sono rimasti a 25 anni fa. vanno ancora avanti con la coppa italia, tifano come 25anni fa, loro non cantano per vicenza, loro tifano per uno sponsor sparito 30anni fa. neanche nei palazzetti della pallavolo. i me fa pecà.

ONORE AI PADOVANI.

Rispondi
filippo

i vicentini sono dei subumani
boari arricchiti a colpi di evasione iva e banche fallite
tifano un meticcio che porta il nome di una fabbrica di maglioni che si identificava casomai con la valle dell’agno, non certo con la città di vicenza
sono dei miserabili, che hanno dimostrato più e più volte di non sapere dove stia di casa la dignità
gentaglia che si esalta per uno straccivendolo che tifa Milan, che gli fa il dito medio e li apostrofa come pezzenti…
a questa gente dobbiamo solo urinare in testa

Rispondi
Stefano

Vi leggo carichi –
Poi guardo al dato vendita ad oggi e vedo 2300 vicentini – (xche comunque ci saranno vicentini anche in tribuna ovest ) e 3000 padovani abbonati compresi ; ok noi saremo anche “puri “ (ed e’ vero ) però …..:::::: che tristezza – capisco tutto ma
Sabato sera spero almeno che si arrivi a 5000 dei ns

Rispondi
Massimo

Non credo Stefano, qui a Padova c’è l’entusiasmo solo se si vince ( purtroppo mai) o se i pronostici sono nettamente a favore.

Rispondi
acp

infatti fummo 7500 di media nell’ultimo anno di B con la squadra perennemente in zona retrocessione. informarsi prima di parlare.

2000 magnagati? gemellati inclusi? perchè “il derby è con l’hellas” ma poi ad ogni pd-vi e vi-pd è tutto un carnevale di colori con reggiani,udinesi,comaschi,francesi,messinesi,pescaresi, cremonesi. manca solo un pò di verde. dovrebbero gemellarsi con la ternana. comunque sarebbe molto deludente non esaurire il settore ospiti.

si faccia due domande la signora bianchi sul perchè una partita che in altri tempi avrebbe tranquillamente portato 10mila padovani allo stadio ora ne porterà forse la metà.
avrei anche altre domande da fare alla signora bianchi. tipo quanto controllo aveva sulle magiche operazione di scion.

ho letto articolo pdsport su monaco. vicenda rimane nebulosa.

Rispondi
sauz

Beh Filippo è vero che sono dei boari arricchiti ma alla maglia ci tengono il triplo di quanto ci tiene il padovano medio. Qui si parla italiano rigorosamente , le ragazze se la tirano in via san fermo manco fossero in galleria montenapoleone a Milano e il calcio padova e cosa per il popolino , colpa dell università che ha reso questa città snob all ennesima potenza ( e avesse qualcosa per giustificare lo snobismo un tirarsela così lo capirei a Verona lo capirei a Venezia ma qui fa ridere ). Il tutto si riflette in campo calcistico : provincia da 930.000 abitanti con prezzi da quinto mondo che non riesce a fare manco 3.000 abbonati , ci riesce Trieste quei 4000 mai fatti da noi in c massimo 3.600 che ha una provincia che è un terzo della nostra e a scanso di equivoci a parte la bellezza dello stadio e la proprietà nuova mangia merda da un eternità se non più di noi . Arriva poi io derby con il Vicenza che io personalmente non ho mai sentito in quanto la vera rivalità e con il Venezia e manco riusciamo in cui re vendita ad arrivare a 3000 biglietti venduti dei nostri e hai voglia caro Patrick a dire che la città risponde , se i nostri ultras non ci sono come piazza valiamo meno del Treviso ( che in eccellenza ha fatto 1800 spettatori ) dunque la nostra speranza è che il ricambio generazione dei ragazzi della fattori sia proficuo sennò siamo nella merda più profonda . Sulle barricate può essere vero ma allora come mi spieghi che una tifoseria tosta come gli spallini ha accettato la fusione con la giacomense? Semplice se hai uno spiraglio di luce dopo vent anni di merda lo prendi sennò nella merda affoghi e non ti rialzi più .

Rispondi
acp

ci tengono talmente tanto alla maglia che tifano il bassano vestito di biancorosso dal rivogliussionatore della moda. qui a padova ghemo rotto i coioni allo sfinimento per il cerchioscudo. loro sono solo dei grami opportunisti. noi rispettosi della nostra identità. ma poi basta con ste analisi quantitative. le situazioni vanno contestualizzate e attualizzate. sennò si fa chiacchera di basso livello.

i nostri ultras? vincono la loro partita contro sti qua da decenni.

Rispondi
massimo

Rispondo ad ACP.
7500 in B ….sono passati 5 Anni , la storia sarà anche una bella materia ma è necessario parlare del presente e del prossimo, quello che realmente conta e rispecchia la realtà, ed i risultati sono questi.
Informarsi prima di rispondere.

Rispondi
tifoso ignoto

Il Padova i tifosi se li deve conquistare forse perchè ha una squadra campione d’italia di rugby, e una miriade di squadre di rugby, basket, volley e pure l’atletica che si portano via appassionati e tifosi. Certo se c’è la partita di cartello vengono anche quelli del rugby, non sono tifosi ma semplici spettatori che nell’occasione tifano Padova perchè è la loro città non certo per il cuore.
Da tifoso semisecolare del Padova considero tutto questo una ricchezza, una città che riversa nel calcio tutta la sua attenzione vuol dire che a livello sportivo è poverissima

Rispondi
Principe

Tutto giusto quello che ho letto sulla ridicolaggine dei vicentini. Dopo di che sabato verranno a dominare all’euganeo posto che alla loro curva presumibilmente piena si opporrà la nostra tribuna est con i vecchi mescolati agli ultras. Sarà uno strazio, l’ennesimo. Sia chiaro che abbiamo tutte le giustificazioni del mondo, ma tant’è.
Pdsport su Monaco non ha detto niente, lo capivo da solo che c’erano problemi di natura extra tecnica se il miglio difensore della categoria viene messo fuori rosa. Solita fuffa

Rispondi
Emanuele Ranzato

letto tutto, d’accordo su tutto, discorsi, risposte, controrisposte etc…Bravo SAUZ analisi perfetta direi sulla merda che si ha qui a Padova …però pensiamo a domani sera…saranno tanti si ma sono nella nostra città ed uno di noi genuino vale 10 di loro falsi farisei…
IO SONO CARICO A MOLLA e domani porterò per la 5 volta mia figli a 12enne a sberegare in curva…
FORZA PADOVAAAAAAAA

Rispondi
Patrick

che strano, nessun commento sinora da parte dei corvi capitanati da Sauz che vivono delle nostre disgrazie..tranquilli, aspettate martedi che tanto prendiamo 3 peri ad alessandria…che triste vivere una propria passione inseguendo sempre il marcio…comunque vada quest’ anno ieri ho ammirato un padova commovente…punto.
puoi scrivere quello che vuoi frate amanuense che connette questo padova a quello di polesel finito in C2 nel 99, P A T E T I C O resti a posteriori.
ma ripeto, come sempre torneremo bastonati come cani randagi..basta aspettare..
non sapete godervi una passione…
scusate lo sfogo, ma dopo la partita epica di ieri una delle prime cose a cui ho pensato è la selva di depressi pessimisti che popolano la nostra tifoseria…

Rispondi
Frengo

Se dopo una gioia come quella di sabato il tuo pensiero va subito ai “corvi” e senti il bisogno di sfogarti contro di loro allora non stai messo tanto bene….
….un’ampia parte della tifoseria, fra cui il sottoscritto, più che legittimamente e pure in modo fondato visti i risultati ed il gioco espresso, ha manifestato ampie riserve e critiche sul precampionato del Padova e sulle strategie della società: per fortuna, ognuno è ancora libero di pensare e scrivere ciò che vuole e vivere la sua passione a modo proprio. Se mi sbaglierò sarò (ultra) felice di essere smentito. Dopo tutto, il calcio non è una scienza esatta, nemmeno per gli addetti ai lavori.
Ma non si parli di depressione o pessimismo (che sarebbero pure giustificati viste le quattro cocenti delusioni solo negli ultimi due campionati): dopo tutto quello che è successo in questi anni, non vedo come si possa proprio essere buonisti o ottimisti a priori.
Nel frattempo non accetto lezioni di tifo o di passione da alcuno.

Rispondi
Emanuele

ben detto TIFOSO A 1/2 e PATRICK…ho ammirato una squadra con il cuore in mano…ma un episodio mi ha fatto capire che questi ragazzi hanno fame di gioco e passione vera…altro che SFIGATTO RONALDO e prima donna CHIRICO’…quando PIOVANELLO è caduto in area si è rialzato di scatto per andarsi a riprendere un pallone…e non dico altro.
Dite quello che volete EDUCAZIONE PADOVANA ora e per sempre.
FORZA PADOVA

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code