Torna al blog

CAMBIARE PER TORNARE QUELLI DI PRIMA

Promosso con le grandi, decisamente bocciato con la Pergolettese, rimandato con la Virtus Verona.
Dopo l’inizio scoppiettante e i risultati convincenti contro Vicenza, Pro Patria, Pordenone e FeralpiSalò, il Padova sta ora mostrando l’altra faccia della medaglia. Il lato oscuro della luna. Le prime difficoltà del campionato.
C’era da aspettarselo? Certo che sì e non solo perché, all’alba dell’ottava giornata, è normale che le avversarie imparino a conoscerti e siano in grado di prenderti le adeguate contromisure. Capita spesso infatti che le squadre votate all’attacco come lo è la truppa di Bruno Caneo, vadano in crisi quando trovano le barricate alzate, gli spazi chiusi e il raddoppio delle marcature. Così è stato contro la Virtus di Gigi Fresco che ha capito perfettamente come doveva fare per arginare la manovra biancoscudata e far girare a vuoto i giocatori.
Diversi sono i fattori che hanno contribuito ad arrivare a questa situazione e tutti ruotano attorno ad un unico concetto, ovvero che il gioco di Caneo è molto dispendioso, dunque chi è in campo deve essere al cento per cento. In questo momento non tutti lo sono: a causa di pesanti assenze, in primis De Marchi e Liguori, ma anche i lungodegenti Kirwan, Germano e Curcio, c’è poca possibilità di ruotare e chi è in campo sta tirando la carretta non poco. La rosa non è lunghissima e i tanti indisponibili non agevolano di certo l’allenatore che ha bisogno della massima resa e anche di determinate caratteristiche per portare avanti il suo gioco. Non a caso, nell’intervista rilasciata dopo lo 0-0 dell’Euganeo di domenica, il tecnico si è già proiettato alla sfida di mercoledì con la Triestina, preannunciando qualche cambiamento per mettere i giocatori che vuole inserire per dare la svolta nella condizione di rendere al meglio e secondo le loro qualità più importanti.
Qualche cambiamento ci sarà, dunque, nel modulo e negli interpreti, per far tornare questi ragazzi a esprimersi al meglio, “a dare sostanza” per usare proprio le parole precise di Caneo. Crema a parte, l’intensità e l’impegno non sono mai mancati. Bisogna recuperare lucidità e freddezza sotto porta al più presto, per tornare a portare a buon fine tutto il lavoro svolto dalla metà campo in su. Per concretizzare e monetizzare. Sperando che qualche infortunato possa presto lasciare l’infermeria e tornare a dare una mano a disegnare questo nuovo corso biancoscudato.

24 commenti - 2.332 visite Commenta

Principe

noi intenditori avevamo capito subito che senza De Marchi sarebbero stati guai. d’altra parte in rosa non c’è un suo sostituto naturale. ma il problema maggiore sono i difensori che si fanno sempre saltare come birilli. bella idea giocare a trieste di mercoledì, tanto la gente in veneto non lavora figurati. dead line per l’ultimazione dei lavori della curva nuova a metà dicembre, speriamo bene perchè potrebbe portare dei punti in più

Rispondi
Principe

300 padovani a trieste di mercoledì sera. eh ma la piazza non sa cosa sia la passione e si merita le lezioni di attaccamento che periodicamente regala il mattino

Rispondi
Andrè The Giant

Hai ragione, in 300 il mercoledì sera e dopo due risultati deludenti sono tanta roba.

Lunedì ho guardato con interesse la puntata di Borile interamente dedicata a Bruno Caneo. Lui è una persona vera, umile e con tanta gavetta alle spalle. Sicuramente uno che non ha nella comunicazione e nelle presenza in video i suoi punti di forza (vero Oddo?) ma che ha idee di calcio ben precise.
L’idea che mi sono fatto dopo questo inizio di campionato è che la squadra che scende in campo interpreta i suoi principi per un’oretta circa ma poi pian piano si spegne. Se siamo al top, gioca Liguori (l’unico attaccante che segna) e il centrocampo supporta bene allora si riesce a vincerla, altrimenti si rischia l’imbarcata o di impantanarsi tipo domenica scorsa (ma ricordiamoci che avremmo potuto anche perderla).
Il motivo principale è che il gioco è molto dispendioso e con i cambi non si riesce a rigenerare la squadra portando forze fresche con i nuovi entrati ma anzi si crea confusione tattica cambiando il modulo. Questo l’ha fatto capire abbastanza lo stesso Caneo.
Sono curioso di vedere l’esperimento 352 (io spero 3412) di questa sera. L’accoppiata Ceravolo Piovanello non mi dà molta fiducia.

Rispondi
Principe

Partita terribile, la Triestina è la peggior squadra vista quest’anno. Nonostante questo abbiamo rischiato di farli pareggiare, in difesa abbiamo dei buchi da terza categoria. Monaco va reintegrato immediatamente.

Rispondi
Fabio

Vittoria importantissima visto anche il periodo non brillantissimo da cui arrivavamo.
Rimane qualcosa da migliorare dietro: secondo me soprattutto ieri abbiamo concesso troppe giocate facili all’interno della nostra area di rigore.
Insisto a dire che De Marchi, a parte il gol, è fondamentale per questa squadra e quando manca si fa parecchia fatica davanti, anche se comunque Ceravolo nelle ultime 2 partite non mi è dispiaciuto. Potrebbe risultare importante nell’ultima mezz’ora di partita con le squadre un po’ più stanche.
Ultima cosa secondo me importantissima per il proseguo del campionato: il mister dovrebbe riuscire a dare un ruolo un po’ più importante a Radrezza, per scongiurare il pericolo di fastidiosi malumori all’interno dello spogliatoio.
Monumentale inizio di campionato per Dezi.

Rispondi
massimo

D’accordo con Principe, abbiamo rischiato 4-5 volte contro il nulla.
Secondo tempo molto mediocre, lasciati spazi enormi e solo grazie a Donnarumma non hanno pareggiato. Scomparsa la squadra delle prime giornate….è andata bene.

Rispondi
acp

certo che soffri se uno dei centrocampisti è cotto e avrebbe bisogno di riposare ma non può perchè manca il cambio. calabrese è decisamente meglio di ilie. domenica torni titolare.
recuperato de marchi con gol. tutto sommato ceravolo non ha demeritato. con liguori cambierà tutto.

Rispondi
tifoso ignoto

La coppia Ceravolo-Piovanello in attacco ha fatto molto bene, i due giocano vicini per cui uno si appoggia all’altro negli inserimenti così è nato il primo gol. Una cosa provata ovviamente e che da i suoi frutti. Ottimo il 3-5-2 per questo tipo di formazione se hai De Marchi e Liguori devi fare per forza fare il 3-4-1-2 o 3421. Quando per necessità, quale stanchezza fisica e mentale si passa da un modulo all’altro diventa difficile gestire il passaggio e li si spiegano i buchi soprattutto a centrocampo che si ripercuotono inevitabilmente alla difesa

Rispondi
acp

il problema è che a centrocampo manca proprio a livello numerico un giocatore strutturato fisicamente. al momento c’è solo franchini. nel momento in cui cala cretella e franchini è già titolare non hai un cambio per irrobustire e rinsaldare la squadra. abbiamo 4 centrocampisti di ruolo in rosa. 5 se includi germano che però può giocare solo in un centrocampo a 5. sono anche buonissimi giocatori ma sono pochi e con una stagione così compressa e un gioco dispendioso alla fine la paghi.

mi son ricordato solo ora che tra i 4 fuori rosa ci sarebbe un certo busellato. 29enne con quasi 300 partite in B. ma paghiamolo per passare le mattine alla guizza, sia mai fargli fare mezz’oretta ogni tanto.

dietro belli e valentini le stan giocando tutte. ultime due ilie ha fatto rifiatare calabrese ma tra i due a livello di prestazione la differenza si nota eccome. si può utilizzare gasbarro ogni tanto. monaco avrebbe benissimo potuto giocare in questo padova. ma meglio pagarlo per presentarsi alla guizza ad allenarsi. radrezza rimane inutilizzato.

sugli esterni almeno abbiamo qualche alternativa. zanchi ha una bella gamba, è mancino naturale e rispetto a jelenic è più difensivo e tecnico. lo sloveno secondo me il suo meglio lo darebbe come cambio. è duttile, può giocare i 4 ruoli da esterno che abbiamo abitualmente e il suo 6 in pagella lo becca sempre. quindi se uno dei 4 è stanco o sta facendo male è il cambio ideale. vasic è un fenomeno, tratta il pallone con una sensibilità diversa rispetto al resto della squadra. plusvalenza sicura e milionaria.

davanti finalmente al 345esimo tiro piovaneo ga fato gol. il ragazzo ha buoni numeri anche se è davvero leggero, non è questione di altezza è questione che va giù troppo facilmente. chiricò ad esempio era piccolino uguale ma per tirarlo giù dovevi andarci pesante. piovanello faccia un pò di pressa. rinforzatelo.
mi sta deludendo russini, troppo lezioso, in cui riponevo grandi aspettative. non ho capito il ruolo esatto che dovrebbe avere gagliano. forse seconda punta con de marchi sarebbe l’ideale per lui. non mi pare scarso semplicemente non ha una collocazione precisa in questo padova. vedremo come si evolverà questa situazione. ceravolo ha fatto il suo contro virtus e ts, decisamente sufficiente. tecnicamente sempre validissimo. certo non puoi aspettarti quantità. la mezz’oretta finale può farla, anche da seconda punta.

attacco dipende da de marchi e liguori. il primo è probabilmente il miglior atleta passato per padova dai tempi di rispoli. speriamo si sia sbloccato col gol al rocco dopo i tanti errori. iniziasse a segnare con continuità sarebbe manna dal cielo. a livello di gioco invece ha sempre dato tantissimo ed è fondamentale. liguori è l’uomo di fantasia e velocità di questo padova. esterno completo, ha tiro, dribbling, velocità e abnegazione tattica. meglio di chiricò.

in sintesi ghemo na bonissima squadra titolare. semplicemente pesa avere 1milione di euro ripeto UN MILIONE DI EURO, CIFRA ENORME IN C, del budget occupato per giocatori che non giocano le partite. mirabelli ha dimostrato di saper spendere bene quindi mi viene facile dire che con quei soldi avrebbe preso 5 ottimi giocatori per la C e forse pure risparmiato qualcosa. poi si resta in C……

avanti così bruno, stagione finora più che positiva. Mantenere queste idee e cercare di mantenerle anche dopo la prima ora di gioco.

anno 2022 a padova non si riesce a comprare il merchandising online. ma nemmeno vedere il catalogo della collezione.

Rispondi
Andrè The Giant

E’ inutile, i fuori rosa non verranno mai reintegrati. Caneo è stato molto chiaro lunedì da Borile
Tra l’altro Busellato mi pare totalmente inadatto al nostro gioco. Troppo compassato e manovratore. Con Monaco devono aver litigato di brutto.

Domanda: Vasic al posto di Cretella e Jelenic esterno destro sarebbe proprio un’eresia? Giusto per avere qualche alternativa, mica per sempre.
Perchè Germano può giocare solo in un centrocampo a 5?

Dopo la disfatta di Crema Caneo aveva detto di sapere dove intervenire e nella partita successiva ha tolto Calabrese e Curcio. Anche a me Calabrese pare molto più sicuro e propositivo di Ilie. Forse doveva solo rifiatare

Rispondi
QuoreSqudato

Bella partita, aperta e con le due squadre che si affrontano fino alla fine per vincerla ed infatti… l’abbiamo persa!!
Ma voglio ripetermi come un mantra che quest’anno non giochiamo per la classifica, ma per il divertimento, il bel gioco e per valorizzare i giovani.
Sì, sì, certo.
Comunque nulla da rimproverare ai ragazzi e al mister, coerenti con lo spirito di gioco di quest’anno.
Lo dobbiamo metabolizzare anche noi tifosi, capendo che possiamo assistere a grandi vittorie, ma anche ad imbarcate tipo Pergolettese e beffe al 92° come quella di ieri.

Forza ragazzi!

Rispondi
Andrè The Giant

Aggiungiamoci che l’effetto sorpresa è finito e gli avversari hanno capito che la tecnica migliore è chiudersi e colpire in contropiede che tanto di spazi aperti ne trovano finchè vogliono.
O si segna subito o la partita sarà sempre complicata.

Rispondi
massimo

Sinceramente non riesco a capire, forse sono io fuori luogo e mi scuso.
Ma, mi sembra, tutti si voleva insistentemente ed a gran voce solo e solamente ed a tutti i costi raggiungere la serie B in quanto di questa cazzo ed anonima Serie C ne siamo tutti stufi, io per primo.
Ora si gioca non per la classifica e la Serie B ma per il gioco divertente, pena imbarcate penose ed umilianti come con la Pergolettese, e per valorizzare i giovani i quali certamente a fine anno verranno venduti a Club blasonati e di altre categorie superiori, incassando soldi per la felicità della Società ma rimanendo sempre in serie C alla faccia del tifoso che bene o male se l’è messa via.
Io sinceramente non ci sto, me ne frega una mazza del gioco di Caneo ( alla Zeman) io dico basta serie C, dopo anni ed anni di umiliazioni si chiede troppo?.
Ribadisco forse sono io fuori luogo….ma non me ne frega nulla…la serie C è un’immondezza.

Rispondi
acp

rosa corta, squadra stanca, infortuni continui a giocatori importanti. 17punti in 10 partite vanno bene viste ste situazioni. peccato perchè con quel milioni di euro avremmo avuto uno squadrone.

Rispondi
Frengo

Condivido in pieno.
Dobbiamo pretendere di lottare per le posizioni di vertice. La classifica è (per il momento) corta e il campionato sembra livellato verso il basso, dato che le favorite Vicenza e Pordenone e le seconde linee Feralpi, Novara e Padova hanno già perso tre partite. Poi ci sono le soprese Lecco e Renate.
A mio avviso, urge in primis sistemare (rinfoltire?) il centrocampo. I due in mezzo sono spesso in inferiorità numerica o in ritardo perchè devono coprire ampie zone di campo (Cretella sul gol di Galuppini). Appena cala il dinamismo si aprono spazi enormi e i difensori (non impeccabili) vengono affrontati senza filtro.
Poi basta con i lanci lunghi e immediati di Donnarumma verso le punte. Non consentono alla squadra di rifiatare e molte volte non vanno a buon fine.
Il sistema di gioco di Caneo è dispendioso e ormai non è più una sorpresa dato che gli allenatori delle altre squadre continuano a rimarcare che ci studiano bene (vedi anche le dichiarazioni di Cevoli).
Ribadisco: non dobbiamo accontentarci. Urgono interventi correttivi dell’allenatore e, a gennaio, anche della società. Nel frattempo vediamo di rimanere agganciati, bene o male, ai primi.

Rispondi
sauz

Qualche riflessione :
1) La coperta e corta lo sappiamo ma una parte di responsabilità c’è L ha il mister in quanto tre dei quattro fuori rosa farebbero fare un salto di qualità non indifferente a questa rosa : Monaco e il miglior difensore di tutta la lega pro , busellato a centrocampo servirebbe come il pane e bifulco sull esterno è decisamente più forte di russini .
2) non comprendo il perché non provare radrezza che in lega pro è oro colato e non dare mai una chance a gagliano, bisogna coinvolgere tutta La rosa tenendo conti che la nostra e anche corta
3) è risaputo che non impazzisco per questo progetto di calcio , a me personalmente , interessa vincere se poi il bel gioco c e tanto meglio ma per dirla tutta tra una sconfitta come ieri è una vittoria mandorliniana all ultimo secondo dopo 90 minuti di nulla io prendo tutta la vita questa ultima ipotesi. Il progetto del senza obiettivi e speriamo di divertirci lo accetto se milito in A , lo comprendo se milito in B , lo accetto se gioco in C ma mi chiamo virtus verona non se sono il padova tanto più quando ho una proprietà facoltosa e non con le pezze al culo , ecco io non capirò mai queste cose , sarà sicuramente colpa mia e faccio mea culpa ma se si può si spende e si tenta di vincere. così invece magari ci si diverte anche ma resti qui se va bene questo deve essere chiaro a tutti , la 14ma città d Italia non può accettare di sopravvivere in terza serie .
4) mirabelli non mi è mai piaciuto e confermo i miei pensieri , la scelta di caneo può essere anche valida ci stiamo divertendo e vero però devi anche darli in mano ciò di cui ha bisogno ; non puoi fare un gioco alla zeman con un attacco. sterile , manzi e leonetti dovevi prenderlo e non virare su de marchi storicamente non un grandissimo cecchino con il solo Liguori che ha il fiuto del bomber . Non tiriamo poi fuori la storia del milione che quel milione di euro equivale a un cinque euro dei miei, senza , anche in un momento di crisi , sopravvivo è così e anche per la proprietà abbiate fede
5) una cosa che però mi piace e qui do merito a mirabelli e aver preso dei bravi ragazzi seri volonterosi ai quali però questa piazza senza freni vuol chiedere troppo , non facciamo voli pindarici e pensiamo a salvarci senza guardare il Vicenza è il Pordenone , sono corazzate che alla lunga escono , pensino più che altro che il tanto vituperato Mantova ci e solo a sei punti , campionato mediocre ma con quota salvezza bella alta pertanto fieno in cascina a più non posso e quando non si può vincere si porti a casa un punto che a fine anno pesano come macigni a buon intenditor…

Rispondi
crestaalta!

Concordo in tutto, ma “pensare a salvarci”, mi pare un pò troppo, non credo al primo posto, c’è poco da fare, ma fare i play-aut proprio no!

Rispondi
Pietro Smaniotto

Ora dopo il carnevale delle prime partite la montagna russa ci porta al periodo dei morti. Siamo cotti e Caneo l’ha capito, ma guardando la sua rosa sa che il suo Padova più di tanto non può fare a gennaio Mirabelli piazza Vasic e con quel denaro acquisterà qualche pedina per dare aria ad una squadra sulla via dell’asta.

Rispondi
Emanuele

Che piazzi Vasic lo si sapeva già da più di un mese e l’ho detto subito che è stato un autogol clamoroso da parte della stampa (maligna da sempre in città); difatti Vasic proprio da quel momento si è sgonfiato. Non capirò un cazzo di calcio ma so ancora distinguere l’acqua calda da quella fredda. Poi domenica mi sembrava essere tornato all’ultima stagione con tiri pochi tiri da fuori area, quei pochi…sterili e l’ultimo calcione al traliccio della luce di appunto VASIC.
D’accordo con Massimo…facciamo di tutto per andare via da sta immondizia di C…segniamo entro dieci minuti e poi catenaccio alla TRAP…fan culo il bel gioco…ci penseremo quando saremo in B.

Rispondi
Principe

A me queste partite interessano pochissimo, gli ultimi 2 anni a quest’ora massacravamo gli avversari e discutevamo della rosa da allestire per tornare in A al primo tentativo, quindi…conta esserci da marzo in poi, ora va bene così.
Ciò che invece mi angoscia sempre di più è lo squallore in cui siamo costretti a passare le nostre ore, uno stadio onto e scomodo per raggiugere e abbandonare il quale tocca anche fare code interminabili.
Martina quando è pronta la curva?

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code