Torna al blog

SEGNALE FORTE (E INEQUIVOCABILE)?

Il colpo a sorpresa era nell’aria da diversi giorni. Ma mentre tifosi e addetti ai lavori seguivano le piste che portavano a nomi di difensori d’esperienza e scafati attaccanti, la società biancoscudata stava lavorando su un fronte interno. Nessun nuovo acquisto dunque, almeno per ora, ma l’annuncio del prolungamento del contratto al direttore sportivo Massimiliano Mirabelli fino a giugno 2026.
La notizia, non c’è dubbio, ha colpito. Ha lasciato il segno, più che altro per la tempistica: in questi giorni tutti si aspettavano l’annuncio dell’ingaggio di Guerra dalla FeralpiSalò o di Paloschi svincolato dal Siena che non si è iscritto al campionato, non certo il rinnovo di Mirabelli.
A questo punto è chiaro che la proprietà ha deciso di lanciare un segnale e che questo segnale va interpretato nel senso in cui è in grado di riaccendere quel minimo di passione in una piazza smorzata, a tratti annichilita, dall’andamento delle ultime tre annate.
Dare la priorità al rinforzo del vincolo con il responsabile dell’area tecnica deve significare che le ambizioni, rispetto al recente passato, sono cambiate. Si sono rinvigorite, dopo che, mancata per due anni di fila la serie B con due finali playoff perse in modo allucinante, si era scelto di proseguire con un profilo basso, puntando sui giovani e riducendo il budget. Il proseguimento del rapporto con Mirabelli deve essere il segnale che si vuol tornare ad essere protagonisti, si vuol tornare a vincere, non limitarsi a “fare bene”, anche alla luce del fatto che nemmeno mister Torrente si è nascosto il giorno della partenza per il ritiro di Pieve di Cadore, dicendo apertamente di voler puntare a un campionato di vertice.
La palla, per nulla facile da gestire (ma d’altra parte, c’è qualcosa di facile da gestire a Padova?) passa a questo punto proprio a Mirabelli: a lui il compito di chiudere il mercato con i colpi che mancano a rendere questa squadra il più competitiva possibile. A lui il dovere di tentare, con umiltá e disponibilità, di ricucire uno strappo con gli ultras che dura da troppo tempo. A lui l’incarico di ricompattare l’ambiente e ritrasferire nella piazza la fiducia che ha ricevuto. Se ce la farà, confortato ovviamente dai risultati, davvero si può pensare un po’ più in grande dopo che il fallimento del primo progetto triennale ha ridimensionato l’entusiasmo. Che questa svolta sia la fiamma che può riaccendere il Piccolo grande mondo del Biancoscudo.

173 commenti - 10.103 visite Commenta

acp

meritiamo di più.

chi contesta ama, chi ama contesta.

tutti a mantova. il padova siamo noi. voi siete solo una s.p.a.

Rispondi
since 1986

Mirabelli è uno dei migliori direttori sportivi emergenti italiani. Ha fatto degli errori nella sua carriera, ma chi non li fa… Ora ha la maturità giusta.
Ottimo rinnovo!

Rispondi
Pietro

SINCE 1986 SCUSA MA TU SEI UN ALIENO O COSA? LEGGI LA BREVE ED INSIGNIFICANTE STORIA DI MIRABELLI DS DEL MILAN E TI RENDERAI CONTO CHE L’HANNO CACCIATO DOPO UN ANNO O GIÙ DI LI, A PADOVA HA CICCATO IL PRIMO ANNO, IL SECONDO ORA STA FACENDO IL GIOCO DEL FRANCESE PER TENERSI LA SEDIA.

Rispondi
sauz

Scusami Martina ma la conferma di Mirabelli è invece indice di profondo disinvestimento futuro. A Oughourlian interessa spendere nulla o quasi e vendere quando possibile i pezzi pregiati per rientrare nelle spese e Mirabelli in questo si muove anche discretamente per quello è stato tenuto. Mi fa sorridere leggere sui social qualcuno che scriveva che se mirabelli aveva i soldi di sogliano eravamo già da tempo in serie B e mi rispondo perchè gran parte di questa piazza non capisca una fava di calcio, tanti leggo tutto sommato sono contenti..ragazzi ricordiamoci per quale squadra tifiamo e tocchiamoci i coglioni che mirabelli non ci porti in D perchè dopo ci mettiamo una vita a risalire sia perchè da piu’ parte l’opinione pubblica sportiva di questo paese (e anche qui si e’ letto) alza una levata di scudi contro i ripescaggi (e questo e’ un abominio, i ripescaggi devono restare sempre e comunque perchè se mai ne avessimo bisogno e ne avessimo diritto è una cosa da prendere al volo, senza fare le checche isteriche che noi non siamo i vicentini. intanto la storia parla che loro si sono fatti con questo escamotage anni in più di B mentre noi eravamo a giocare a pizzighettone) sia perchè non abbiamo il culo degli alabardati (vorrei vedere a parti invertite quanto avrebbero goduto per una nostra salvezza ma noi siamo speciali , unici, tifiamo per i nemici anche quando sono sull’orlo del baratro..vallo a dire agli interisti quando il milan e’ andato in b e per lo stesso discorso a genova quando tifavano per una salvezza). Qui non si e’ piu’ puntato in alto quando si e’ cacciato a pedate in culo Sean ed e’ arrivato Mirabelli. Con questa proprietà finche’ si affida a questo dirigente non c’e’ futuro, la storia parla per lui ,stava riuscendo nell’impresa epica di far fallire il Milan..qualcuno forse se lo scorda.
Per il resto il mercato e’ immobile, la prima di campionato andiamo a Mantova dove non vedono l’ora di farci il culo e naturalmente noi inizieremo come nostra prassi alla grandissima..Ultimo appunto sugli abbonamenti: Siamo scandalosi: I Mantovani che vengono da 13 anni di merda durante i quali sono falliti non una ma due volte, con un bacino di utenza che è un quarto del nostro sono a duemila abbonati…noi non si sente più nulla il che vuol dire che se tanto mi da tanto saremo a 1600 come il cittadella che ha un bacino di utenza che e’ un quarantesimo del nostro. E non mi si dica che quando contava si rispondeva, sti cazzi xe’ bon anca me nono vegnere ai playoff per andare in serie A o due anni fa con il palermo non ghe voe un disegnin per capirlo e se proprio vogliamo fare le pulci con i rosanero lo stadio era quantomeno meta’ a testa ( e sono generoso) ll che vuol dire ub settemila per una finale playoff e vi pare tanto? Non critico chi c’e’ ma anche noi come piazza dobbiamo farci un esame di coscienza enorme e non tirarcela quando non serve, siamo modesti e si potrebbe dare molto di più e’ lapalissiano. E smettiamola di parlare del paesello dopo Mestrino..se noi siamo una metropoli e semo ciapa de caretton cussi’ e molto meglio tacere…a buon intenditor..

Rispondi
Flavio

Anch’io non so interpretare questi altri 3 anni di Mirabelli. Certo che, al momento, anche se ci indicano come terza/quarta favorita mi pare che siamo più degli outsider. Vediamo gli ultimi innesti (ma Guerra mi sembra un giocatore bravo per la C ma sul viale del tramonto). Magari, la grinta e determinazione di Torrente e la voglia di emergere dei 4 nuovi creeranno la giusta alchimia per un gran campionato. Eppoi, non si vede all’orizzonte un Lovato, Moro o Vasic. Abbonati? A parte Verona che ha una gran tradizione e ne farebbe più di Padova e Vicenza anche in C, noi abbiamo un quinto dei Vicentini che sono reduci da una delusione più cocente della nostra. L’ambiente padovano è difficile, ipercritico, bastiancontrario (vedi qc giornalista) e si muove solo se tocca con mano i successi. Speremo ben … di entusiasmarci quest’anno

Rispondi
Pietro

Non ho parole, che dire l’armeno ha fatto il colpo di mercato del secolo preso il bomber Mirabelli contratto fino al 2026 molto più giovane dell’89 Guerra. Rido par no piansare.

Rispondi
Massimo

Guerra dalla Feralpi… 34 anni !!!! Un altro che ormai a fine carriera svernerà a Padova per 2anni .
Ma a Padova l’esperienza non insegna mai nulla?
Ma daiiii… basta
Martina scusami ma la tua disamina stride da tutte le parti…

Rispondi
Pietro

Vedremo cosa farà Mirabelli, cmq sono pronto a lanciare peste e corna se invece è ciò che sto pensando da giugno, cioè che il calabrese serve all’armeno per vendere il più possibile.

Rispondi
Tifoso

Per me non è nè un buon ne un cattivo segno, ma solo segno dei tempi. credo che dobbiamo mentalizzarci e calarci in una nuova realtà: investimento annuale simile all’anno precedente, valorizzazione di qualche giovane e si spera prima o poi di andare su. Probabilmente puntano sulla continuità (torrente e ossatura dell’anno scorso).
è come ai tempi di Aggradi e della serie B, ci siamo stati 7-8 anni prima di andare in A, non c’erano tantissimi soldi ma la squadra giocava assieme da anni ,oltre ad avere qualche elemento di spicco tipo di livio (hai detto niente). con le dovute proporzioni credo sia così, non c’è nessun disegno nefasto di svendere e scappare ma di investire quello che abbiamo visto negli ultimi anni. quindi calma e umiltà e avanti sempre

Rispondi
Baldo

Siamo tra le prime 3/4 favorite, semplicemente perché giochiamo in un girone scandaloso a livello di squadre..
Adesso non venitemi a dire le solite cazzatine..ma siiii!!! guarda la stagione scorsa chi nei play off é arrivato alle semifinali ecc ecc..
Diciamo che quest anno ci va no di culo, di più…
Siamo obbiettivi.. Guardando gli altri due gironi, il nostro é senza dubbio il più facile

Rispondi
DM

Come prevedibile abbondano le teorie del complotto. Io invece lo vedo come un segnale leggermente positivo, perché significa avere un orizzonte temporale che va al di là del prossimo giugno (minor probabilità che portino i libri in tribunale). Mirabelli è contestato alla pari di Secco e Valentini (se non di più), mi sfugge il perché visto che non ha operato orribilmente (neanche fatto miracoli, certo).

Il segnale è solo “leggermente” positivo perché, contratto o no, non cambia le sorti di un Padova che neanche quest’anno andrà in B. Le nozze con i fichi secchi non si fanno e vedremo il Vicenza (purtroppo) al piccolo trotto verso la promozione. Al più, faremo qualche buon filotto per poi scioglierci.
Questo passa il convento fin quando un nuovo acquirente serio e ambizioso compri il Padova.
Aspetto notizie da Bonavina che disse che dopo Ferragosto avremmo saputo della curva.

Rispondi
crestaalta!

Quando è tornato Peghin , tutti dicevano :”adesso porta chi è in grado di farci salire”, ancora non si è visto nessuno, e dubito si faccia vedere. Allora meglio tenersi il “franco-armeno”, che il Penocchio di turno.

Rispondi
Pietro

Dopo Guerra alla juve 23 addirittura Valentini alla Spal. Non vedo l’ora di vedere i morti che prende il DS, dopo di che mi dispiace riempirò il blog di improperi. L’era del franco armeno sta terminando non vuole spendere più soldi per noi.

Rispondi
Pietro

Non è possibile la curva maledetta ha quasi ucciso un operaio tutto per avere il prezzo più risicato, quindi subappalto per subappalto operai senza esperienza e in tutto questa merda Bonavina datti una mossa sveglia il sindaco dormiente fate qualcosa per questo cesso a cielo aperto

Rispondi
stefano

Intanto mi sembra di capire che a Guerra siamo stati utili per fargli avere un contratto maggiorato dalla juve
Detto questo ….. la ns tacca e’ la C

Rispondi
Baldo

A quanto pare Guerra ha firmato con LA JUVENTUS… (affare concluso in mezza giornata..)
Ma cosa gli ha offerto il PD…. BAGIGI????

VERGOGNATEVI

Rispondi
Il vecchio Max

Scusa, ma non avevi appena scritto che ti faceva inorridire l’ acquisto di Guerra? Non è che sei un po’ prevenuto? Dovresti esultare di gioia e invece vomiti? Scherzi a parte, forse Mirabelli era più concentrato a firmare il suo contrattone triennale. Onestamente non lo invidio. Stabilito da solenne incensamento che riesce a fare gli interessi economici della società, in questo fine mercato dovrà dimostrare di essere capace di essere in grado di fare anche quelli dei tifosi del Padova, il che non è affatto un dettaglio irrilevante.

Rispondi
fabio.pd

Due cose. La prima: a Padova è ormai prassi consolidata VENDERE la pelle dell’orso prima di averlo ucciso: è una settimana che tutti parlano di questo Guerra che dovrebbe arrivare come di un colpo ormai concluso, perfino ex allenatori ne incensano le lodi. Non entro nel merito delle capacità o meno del giocatore. Mi colpisce – sempre – tutto il fumo che si alza ogni volta che c’è un nome papabile per poi trovarsi con una ciofeca, un ripiego al posto suo. Si parlava anche di Paloschi e di altri nomi altisonanti….. IL NULLA, solo POLVERE. Di contro: il “rasta” che non ha fiato per arrivare a fine partita….va via…non va via ? De Marchi che in amichevoli segna anche due reti a partita….in campionato prende pali e traverse e non segna mai…..va via ? non va via ? Come sempre la rosa si deciderà negli ultimi due giorni di mercato andando a rimorchio degli avanzi e no come protagonisti fin dai primi giorni. E’ sempre la solita musica!!
La seconda, due parole: che si chiami Mirabelli o Bepi Sugaman a me importa nulla. Non scende mica lui in campo. L’importante è che svolga bene il suo lavoro e scelga PER TEMPO i giocatori giusti. Troppi ne sono arrivati solo per svernare! “”Colpaccio del Padova !!”” “rinnovato il contrato a Mirabelli ! ” SOLO PER QUESTO andiamo in serie B ?? solo per questo siamo tra le prime tre favorite ?? Totò diceva: “ma mi faccia il piacereee”. Scusate lo sfogo.

Rispondi
acp

mister gioca con 2 punte e mancano completamente le seconde punte. sul sito del padova nella sezione rosa ci sono 4 punte: bortolussi,il miglior centravanti del girone, de marchi che vabbè xe da lignano che non la becca nemmeno se gliela tiri addosso, russini e liguori, due buonissimi esterni per la categoria, appunto esterni non seconde punte, segnale forte e inequivocabile cit.

al 19/08 abbiamo una rosa più adatta al 433 dello scorso anno che al 352. segnale forte e inequivocabile. ea rosa ea fasso mi?

valorizzare i giovani? quali moscato? mi dica un giovane del vivaio pronto per giocare titolare. in compenso ghirardello al genoa primavera in prestito con la speranza che segni un pò così catemo su un fià de schei. xe finii i vasic e i moro facili da vendere perchè oggetto di asta e di gran talento, segnale forte e inequivocabile.

prima partita e subito diretta nazionale. eh ma siamo una piazza che conta un cazzo. ah no siamo na piazza con tanto seguito, tanto interesse ma che non si traduce in numeri al merdastadioimbrecatonellamerdapiùmerdadellamerda perchè non serve spiegarlo a gente sveglia e di certo non mortifico il mio elevato QI con l’ovvio.

meritiamo di più. chi non può portarci in B se ne vada.

sabato 27 in teoria c’è un’amichevole all’appiani. andrò solo per passeggiare per il meraviglioso centro storico di padova da casa fino allo stadio. la bellezza di sta città mi fa sborrare.

Rispondi
Flavio

Sicuri che facciano vedere Mantova – Padova, in concomitanza mi pare di sia Triestina – Trento. In effetti, povero Torrente, se avrà la rosa completa sarà pochi giorni prima dell’inizio del campionato. Mirabelli sta giocando a poker? Anche a me è dispiaciuto che dessero via Ghirardello. Ma ci tengono a mantenere la Primavera B o anche Rossettini deve fare nozze con i fichi secchi?

Rispondi
Pietro

Non abbiamo neppure una TV locale telenuovo ci ospita, triveneta la tv dei santi bevitori, lo stadio più desolante d’Italia e la squadra sempre in C. Nonostante tutta sta merda abbiamo i tifosi più attaccati ai colori di mezza Italia. Commoventi!!!!!

Rispondi
Baldo

Mi spiego (scusate… Ma sono talmente incazzato!!)
È innegabile il fatto che la società NON ha e NON vuole spendere soldi..
Ma a questo punto se hai un minimo di orgoglio, non accettare il rinnovo e VATTENE

Rispondi
Pietro

Difficile fidarsi del gatto e della volpe che altri non sono che Ourghuljan e Mirabelli hanno coinvolto pinocchio Peghin non sa ancora che li faranno vedete uno squadrone mentre è una squadretta di mezza tacca. Ecco perché il gatto ha avuto 3 anni in più di contratto. Auguro alLens retrocessione comoda.

Rispondi
Principe

Martina non sarai un po’ troppo dura con questa società?
Certo che voi della stampa locale non le mandate certo a dire eh, avete la schiena dritta

Rispondi
fabio.pd

“……fino al 2026 per raggiungere gli obiettivi!”……Quali obiettivi ?? Incomincio seriamente ad avere forti dubbi. I nomi papabili annunciati la prima metà di agosto servivano a stimolare il tifoso a sottoscrivere l’abbonamento. Io aspetto. Ho l’impressione che alla fine ci terremo i soliti noti per fare il solito campionato anonimo. Spero tanto, ma tanto di sbagliarmi…..mancano ancora una decina di giorni………. Il povero Torrente sta friggendo…..

Rispondi
Flavio

Torrente è un buon motivatore, ma, in questo momento, mi sembra un po’ preoccupato, sulle spine. Gli mancano 3 giocatori che, anche se di livello, richiedono tempo per essere inseriti, sempre che si stiano allenando, più eventuale scambio con Dezi; Villa starà fuori per un po’ (ma c’è Capelli) e molti, a rotazione sono “acciaccati”. Mirabelli sta aspettando i saldi (spero, non i difettati). Anche noi tifosi siamo preoccupati a non sapere che squadra effettivamente sarà…e mancano 14 giorni

Rispondi
Principe

Rispetto alla scorsa stagione, che dall’arrivo di Torrente ci ha visto viaggiare ad una media da secondo/terzo posto, quest’anno abbiamo perso un fuoriclasse (Vasic) e un buon tuttofare (Jelenic) più una serie di cariatidi tra l’inutile e il dannoso; sono arrivati 5 giocatori di categoria e quindi, almeno sulla carta, non ci siamo indeboliti. Mancano come il pane un attaccante e un difensore forti, più un centrocampista visto che Dezi evidentemente vuole andarsene.

Tanto premesso, vista la totale opacità della società e l’ambiente squallido in cui giochiamo (nel silenzio imperituro della gloriosa stampa locale), i 1500 abbonati sono 1500 eroi templari che gettano il cuore oltre l’ostacolo, oro colato, un numero anche eccessivo visto l’andazzo.

A Torrente va data tutta la fiducia possibile senza fare drammi se perderemo a Mantova
Il rinnovo di Mirabelli 15 giorni prima della fine del mercato, giunto senza nessun commento della società resterà negli annali di questa disgraziata piazza

Rispondi
Flavio

Intanto Palombi è un acquisto, sulla carta, convincente: ha sempre segnato e ha giocato più in B che in C. Speriamo abbia voglia di riscatto dopo un periodo non troppo soddisfacente

Rispondi
Mario

Mah, a leggere il palmarès, non sembra che Palombi sia proprio molto portato al gol. Speriamo bene..

Rispondi
Il vecchio Max

Veramente il commento della società c’è stato , tramite le parole espresse dallo stesso patron biancoscudato. Nel conciso messaggio alla fine parla di raggiungimento degli “obiettivi”, purtroppo al plurale, quando le mie orecchie avrebbero preferito l’uso del singolare, perché c’è un solo obiettivo che conta e su cui Mirabelli dovra’ rispondere, alla fine. La sostenibilità, la valorizzazione del settore giovanile, il coinvolgimento di nuovi sponsor locali, la ricostruzione della connessione con il “tessuto sociale” della città che tanti anni fa si interessava con passione alle vicende della squadra , e così via, sono casomai le modalità per il raggiungimento di quell’unico obiettivo, di quello che dovrebbe essere il chiodo fisso, quello che ripeteva il grande Marino Puggina : MAI PIÙ SERIE C !

Rispondi
tifoso ignoto

Gli obiettivi erano la vendita di Moro e Vasic ecco perchè si è guadagnato il rinnovo

Rispondi
Pietro

I due giovani migliori in assoluto se non riusciva a venderlii sarebbe stato da calci in culo.

Rispondi
fabio.pd

….i giorni passano e arrivano le seconde, terze scelte….si parlava di Palo…schi e arriva Palo…mbi……Dezi e De Marchi alla fine restano e il secondo si è già assicurato un posto in infermeria per cui fino almeno a fine settembre starà fuori……A proposito…ma il preparatore atletico chi è ? vorrei sentire un suo parere su questa serie di infortuni…….

Rispondi
Pietro

Non capisco questo riserbo per Perrotta, l’ha preso o no? Se l’ha preso che gioco sta giocando, forse non è lui l’uomo giusto o forse più probabile il barese nicchia perché Mirabelli ha i soldi solo per un prosecco al bar. Estate ridicola.

Rispondi
Pietro Smaniotto

Ma quanto mi dispiace che giordani sia dispiaciuto, si rassegna alla giustizia quindi avremo tempi macroscopici tipo novembre 2024. Anche i lecchesi impareranno ad odiare l’euganeo.

Rispondi
Pietro

Peghin dicci qualcosa oppure la Bjanchi tutti tacciono…. Eppure è facile energy, neppure uno sponsor serio.

Rispondi
Mario

Domanda: Ilie non era considerato un giocatore forte? E allora perché adesso lo svendiamo e proprio al Vicenza?

Rispondi
Il vecchio Max

Semplice: il Padova non è riuscito ad allungargli il contratto in scadenza quest’anno e l’alternativa sarebbe perderlo a zero l’anno prossimo. Se le cifre sono quelle che riportano la stampa, non parlerei di svendita, visto che corrispondono al suo attuale valore di mercato, determinato tra l’altro più dalle sue presenze con le under della Romania che da quanto ha fatto vedere quelle poche volte che è stato impiegato con la nostra squadra…Caso mai la vera domanda è : perché non ha rinnovato?

Rispondi
Flavio

Anche il mio… penso ad un “disguido tecnico” . Peccato non aver la soddisfazione di dire la propria. Mi fermo qui e cmq, sempre FORZA PADOVA

Rispondi
Pietro Smaniotto

Mercato fatto il campo ci dirà il valore degli acquisti se sarà ottimo complimenti a Mirabelli che con due euro ha fatto mercato visti gli otto giocatori in gratuito.

Rispondi
Massimo

Tutte le sere guardò il Tg di Padova su Telenuovo, interessanti le notizie della mia città…. Quando è il momento del TG Biancoscudato cambio canale perché stufo di sentire sempre le solite manfrine….

Rispondi
fabio.pd

Fatto l’abbonamento. Alla fine sono arrivati dei nuovi giocatori per reparto, speriamo bene…..ogni anno tanti bei propositi.

Rispondi
tifoso ignoto

Forse perchè era stufo di fare panchina, se va con i WCentini sa che farà un campionato di vertice o giu di lì, anche se non giocherà molto meglio a là che da noi. Non è un ragionamento balordo

Rispondi
Tifoso a 1/2

La ruota è decisamente girata in sfavore del Perugia: retrocessione a maggio + speranza di ripescaggio stroncata oggi dopo 1 mese e mezzo. In pratica 3 mesi di guano

Rispondi
tifoso ignoto

Volevate la B? Eccovela servita.
Sarà un piacere per il Padova giocare su un campo appena calpestato da altri 22 giocatori, per fortuna abbiamo il miglior terreno di calcio d’italia nel miglior stadio d’italia

Rispondi
Emanuele

GIORDANI, BONAVINA, CALCIO PADOVA, GIORNALISTI TUTTI…ma quanto ci state prendendo per il culo quantooooooo????

Stadio di merda, posti fatiscenti, due buchi di bar per 2000 persone, cessi da schifo, promesse infinite (BONAVINA), e adesso ciliegina su per il culo ci si mette anche la cessione di ILIE a chi??? al WCMERDA….ma toxi….se svejemo o no???

Rispondi
Andrè The Giant

Giordani finalmente è uscito allo scoperto.
Tempi di realizzo della curva indefiniti… Appalto (forse) nel 2024, durata dell’assegnazione non abbreviata, successivi lavori chissà quando e chissà per quanto.
Morale: almeno altri due anni con uno stadio in queste condizioni.

Mi viene da vomitare

Rispondi
Pietro Smaniotto

Grande Mirabei te ghe vudo el corajo de dire che te gavevi altri schei ma non te ghe voluo spenderli. Prega el to dio che ea squadra ingrana parche’ se no te metemo in crose. Omo dell’armeno, leca culo.

Rispondi
DC

A margine della questione stadio, su cui si stende un velo pietoso (non è possibile rilanciare l’idea Plebiscito???), vorrei un commento da parte sia della società (DS? Presidente? AD? Magazziniere?) che dei giornalisti sulla squadra. Il Mister è soddisfatto? A -4 dall’esordio sembra di essere subito dopo la fine del campionato, silenzio totale … complimenti alla comunicazione e al marketing dell’ACP… Coinvolgenti!

Rispondi
DC

La mia opinione è che la squadra non sia male, sulla carta. Difesa con elementi di buon livello, centrocampo dove forse manca un pò di forza (però non conosco il neo arrivato Bianchi, che tranne l’ultimo anno mi pareva si fosse ben comportato), in attacco con qualche punto interrogativo (Palombi è un potenziale “cecchino”? Bortolussi si ripiglierà definitivamente? Liguori sarà una buona seconda punta?) però di campioni sulla carta ne sono passati senza lasciare segno (.. e viceversa… gente che andata via da Padova è letteralmente esplosa.. Biasci, Lanini, Gliozzi, Santini….). Adesso il compito più arduo è per il mister e soprattutto le motivazioni che saranno create nel corso della stagione. Vedremo!

Rispondi
Patrick

lo stadio va abbandonato senza se e senza ma.
lo dico da tempo.
al netto di abbonamenti e vicinanza alla squadra.
QUESTA NOSTRA CONDIZIONE VA RESA PUBBLICA, DI INTERESSE NAZIONALE, ASPETTO CHE POTREBBE ANCHE SERVIRE IN UNA LOGICA MEDIATICA CHE ACCELLERI I LAVORI E SPUTTANI LA GIUNTA COMUNALE.
che sia poi la ditta di viterbo a mettere i bastoni tra le ruote non mi interessa, qui bisogna farsi sentire, ci stanno prendendo per il culo da anni!! e siamo li a far finta di nulla o quasi, al netto di striscioni ficcanti e di livello come quello di sabato all’ appiani.
io credo che a fine anno si debba fare una scelta di campo, se non cambiano le cose e ci danno info concrete.
ps. mi sono abbonato.

Rispondi
sauz

Patrick dopo le ultime esternazioni mi stai facendo ricredere, è impossibile che in altre città come Cagliari facciano uno stadio a moduli in quattro e quattrotto (e faranno lo stesso a Bologna in virtù della ristrutturazione del Dall’Ara) e qui per una curva, dicasi una curva, siamo esattamente a 32 mesi, ne abbiamo i coglioni pieni, qui si deve muovere il culo e no non si sa e non ci danno risposte, a costo di lavorare h24 quest’autunno dobbiamo avere risposte chiare.. La butto la’ e’ una boutade bella e buona. e magari se gli ultras facessero qualche colloquio con il buon Bano sindaco di Noventa che mi pare l’unico un po’ sensibile in zona alle nostre esigenze? Vedere se vi e’ opportunità nel suo territorio di costruire un nuovo stadio, lo so e’ un’idea del cazzo ma dobbiamo cercare di provarle tutte, qui in questo comune rimarremo con quella merda vita natural durante e la cosa che mi fa incazzare è che se riuscivamo ad avere il plebiscito la nostra storia cambiava, ed oltre ai fantomatici residenti ricordo i famosi 100 tifosi vip contrari..questa gente e’ il male del calcio Padova…come cazzo si poteva fare a rifiutare una cosa simile un regalo così per rimanere in una cloaca simile..
Parlando poi della squadra DC gli ultimi innesti sono delle seghe assolute, Bianchi ringraziano ancora da Cesena per la lentezza e per l’apporto pessimo dell’ultimo campionato e Palombi in vita sua non ha mai fatto una fava, i soliti ossi da brodo che compra Mirabelli spacciandoli per giocatori di categoria. Biasci Lanini Gliozzi e Santini erano di un’altra categoria e soprattutto i primi tre bomber dal fiuto incontestabile, Santini è un ottimo giocatore che visto il reparto avanzato che ci ritroviamo poteva benissimo starci anche titolare. Le premesse per una stagione di merda ci sono tutte come al solito, con operazioni discutibili come il mancato rinnovo di Valentini, il prestito di Bacci e forse la cessione di Franchini. Uniche note positive? Tra i nuovi salvo Varas e Fusi per il resto guardiamoci alle spalle e prepariamo già il pallottoliere per Mantova che dopo l’inchiappettata di Maggi ci aspetta pronta per una bastonata che naturalmente noi chiamandoci Padova prenderemo..Facciamo una scommessa? Io dico un 2 a 1 con gioco anche discreto e non vedo l’ora di leggere i soliti incompetenti sui social che diranno abbiamo giocato solo noi..se l’arbitro cosi’…se l’arbitro cola’..alla fine conta portare a casa il rancio e una squadra per farlo a Mantova, con questo Mantova deve avere i coglioni..quelli noi ce li abbiamo ma in campo…a buon intenditore…

Rispondi
DC

Spero tu ti sia sbagliando, Sauz anche se statisticamente a livello calcio su Padova sembra si siano condensate tutte le sfighe da anni, ormai. E’ anche vero che chi vive sperando… come cantavano i litfiba… epr lo stadio pienamente d’accordo. In altre città prontamente adeguano o fanno quello che c’è da fare. Credo non sia percorribile la via di Noventa (chi paga? dove? Tempi?) però bisognerebbe fare un discorso più ampio (senza pregiudizi sia della tifoseria che della giunta) e rilanciare l’idea Plebiscito, lasciando il catafalco ai concerti, agli allenamenti, ai pic nic o alle sagre…

Rispondi
fabio.pd

Mah…ne abbiamo dette di cotte e di crude in questi giorni…..adesso è giunto il momento di stare uniti e incrociare le dita. Il mister ha un’ampia rosa da cui attingere e mi pare che abbia la testa sulle spalle. Tutto può succedere, io spero vivamente che ci sia – subito – una buona partenza. Motori al massimo…….. Capitolo stadio: una vergogna.

Rispondi
Andrè The Giant

Finalmente oggi un articolo chiaro sul Corriere del Veneto con un intervento fatto non dal politicante che rilascia frasi vaghe, banali e di pura facciata ma da un tecnico qualificato.
La Esteel ha fatto ogni sorta di schifezza e negligenza, era sottodimensionata come azienda e totalmente inaffidabile, olltre a non essere del territorio (partendo quindi già con uno svantaggio logistico evidente). Si è aggiudicata l’appalto in virtù di prezzi ribassati e promesse di tempi di realizzo della metà rispetto ai competitore. Aggiungiamoci poi la questione dell’infortunio insabbiato, come se tutto il resto non bastasse. Bene, dunque tutta colpa della Esteel? Eh no, troppo facile… La colpa è di chi ha assegnato l’appalto a chi era chiaro che stesse promettendo cose irrealizzabili e senza mezzi per farlo. Non si venga a dire che la giunta ha operato in buona fede, nel pubblico interesse o con la logica del buon padre di famiglia… Come cazzo si fa ad affidare i lavori ad un’impresa del genere?!? Se dovete ristrutturare la casa vi affidate al primo scalzacani che passa perchè vi promette di farlo alla metà del costo e nella metà del tempo rispetto agli altri? A chi va posta questa domanda? Come sparare sulla Croce Rossa purtroppo… E chi ne fa le spese, come sempre, siamo noi.

Rispondi
fabio.pd

Esatto. E se non ci sono soldi sufficienti per imbastire il lavoro con una ditta SERIA ? semplice: basta mandare i vigili in centro il sabato pomeriggio con qualche carro attrezzi soprattutto in largo europa….ottieni due piccioni con una fava: meno smog, meno intasamenti e uno stadio finito con tutti i crismi nei tempi previsti. Ma i soldi ci sono, dai……..manca solo la volontà e soprattutto perchè non siamo in clima elettorale!

Rispondi
Principe

Nemmeno 2000 abbonati
Continuare a presenziare all’euganeo significa farsi prendere per il culo come se niente fosse
Io non ci sarò
P.s. sono abbonato

Rispondi
acp

baciarsi le mani che ci siano ancora 2000 folli tra cui il sottoscritto che ancora si abbonano.

numero enorme date le circostanze.

sorgeremo prima o poi.

Rispondi
QuoreSqudato

Abbonato (anche con opzione “porta un amico”, spero di non aver ulteriori rimorsi facendo soffrire anche lui)
Ci sarò?
sì, ma solo per la maglia.
Morale sotto i tacchi per questione stadio e scarso entusiasmo nella formazione.
Solo una caterva di gol (nella porta avversaria) mi potrebbe risollevare.

Buon campionato agli amici del blog.
(a proposito: ma è ancora vivo questo blog?)

Rispondi
Emanuele

intanto la trasferta enopaninocaffèborghettiana a Mantova è pronta…siamo in 7 …qualcosa di buono ne verrà fuori spero.
sempre FORZA BIANCOSCUDO ma giunta, giornaisti e società…copeve tuti

Rispondi
sauz

A un’ora dalla fine del mercato tutto tace, e’ una cosa inammissibile, abbiamo una squadra che ha perso vasic e valentini e si e’ indebolita’ rispetto all’anno precedente. In questa stagione ci sono società come Vicenza, Triestina e Mantova che sono anni luce lontane da noi, io ve lo confido preferisco uno con le pezze al culo come Penocchio che almeno di denaro non ne ha e non puo’ fare miracoli che chi ha grana a iosa e fa mercati pessimi come quello di quest’anno. Martina tu sei l’unica che puo’ incalzare questa proprietù con domande scomode, inutile che ci giriamo attorno, fa capire agli altri vertici che in lega Pro le belle speranze non fanno un kaiser e per vincere bisogna spendere, spendere e spendere e se non si vuole si cede senza giri di parole di progetti fantomatici, Non siamo nati ieri e ne abbiamo le palle piene..Attendo ancora il luminare che dirà che e’ Sogliano che ci ha rovinato e che compri io il Padova lo attendo al varco 🙂

Rispondi
Lacoste76

Ma veramente c’è ancora qualcuno che si preoccupa di essere o meno competitivo? Nel senso che preoccuparsi ora significa che si erano riposte speranze ad inizio campagna acquisti

Dopo il rifiuto di Oddo (non Tesser), l’ingaggio di Caneo, la non campagna acquisti dello scorso anno, la dichiarazione di un budget ridotto nonostante la cessione di vasic e dei fiori rosa…Davvero c’era ancora qualcuno che sperava venisse allestita una squadra per vincere il campionato? Il rinnovo di Mirabelli non vi dice nulla???

Rispondi
Il vecchio Max

Sogliano ci ha rovinati e se ti piace spendere spendere spendere, allora il Padova compralo tu, visto che nessuno pare voglia al momento farlo😎

Rispondi
Il vecchio Max

Sauz, battute a parte, preferire un altro Penocchio e ‘ puro masochismo. Io non ho illusioni, ma nemmeno pregiudizi assoluti. A giochi di mercato finalmente chiusi, per me la rosa costruita ha una sua logica e non mi sembra affatto peggiorata,anzi. Ci sono due incognite: il cambio di modulo e il tempo necessario per applicarlo efficacemente da parte soprattutto della vecchia guardia, in particolare l’adattabilità di Liguori e Russini al nuovo ruolo che dovranno interpretare. Torrente ha delle alternative in tutti i ruoli e può pure utilizzare moduli diversi a partita in corso. La “carta” dice che Vicenza e Triestina ci sono davanti per i soldi investiti, i singoli giocatori, lo stadio in cui giocano, il numero di abbonati e fama dei rispettivi allenatori. Visto che per due anni di fila i favoriti eravamo noi, e poi in B ci sono andati gli altri, me ne frego altamente e aspetto con curiosità di vedere cosa dirà il campo, perché non sbaglia mai.

Rispondi
since 1986

Ciao Martina!
Tenuto conto del budget a disposizione, che voto daresti al mercato del Padova?
Per me un 8 non lo leva nessuno.
Sempre e solo forza Padova!

Rispondi
Andrè The Giant

Bello leggere punti di vista così diametralmente opposti.
Certo, siamo tutti stufi marci di serie C, stagioni deludenti ed entusiasmo sotto i tacchi ma arrivare a dire di preferire Penocchio all’attuale proprietà è delirante, dopo che ci ha fatto fallire prendendoci per il culo (con i suoi finti mal di pancia e le sue risate in faccia al momento di rilasciare le fideiussioni per l’iscrizione) e denigrandoci (“ricordatevi da dove venite” detto in trasmissione).
Mi unisco a Max nel definire la campagna acquisti valida ed equilibrata. Il terzino Favale preso ieri, unitamente alle cessioni di Ilie (che resta un mistero) e Franchini, riequilibra i reparti con 6 centrali, 4 esterni e 6 centrocampisti. I conti tornano e in extremis l’aggiunta di un esterno ha sistemato quella che poteva rivelarsi una zona carente anche quest’anno, ovvero la fascia. Sulla qualità dei singoli non so esprimermi, lo scopriremo. Una cosa è certa e dimostrata sul campo: le vecchie glorie della serie B servono a poco.
Qualche perplessità sull’attacco ce l’ho anch’io. DI fatto è stato preso il solo Palombi, una seconda punta reduce da un campionato deludente e in cerca di rilancio personale. Ci siamo tenuti De Marchi che veniva dato partente sicuro visto il fiuto per il goal dimostrato lo scorso anno (e il suo curriculum parla per lui) immagino come alternativa a Bertolussi. Il fatto che Russini sia rimasto significa che non si rinuncia a priori ad un possibile attacco a 3. Liguori seconda punta è un’incognita tutta da verificare.
Voto: 7

Rispondi
acp

puntiamo sui giovani cit. poi ti ritrovi con una squadra di veterani.

notevole chicca la rescissione di ilie, notevole pure la cessione di franchini che era andato a scadenza e poi rinnovato. non tanto per il valore dei giocatori che per me sono da lumezzane ma per il modus operandi.

rosa da terzo/quinto posto. manca una punta e soprattutto un bel centrocampista di peso. fosse stata da dodicesimo posto era lo stesso. a padova in C o lotti per la promozione o te ne devi andare.

tra poco conferenza stampa di mirabelli. attendo domande sui tatuaggi di quest’acquisto o il capelli di quell’altro.

tutti a mantova. il padova siamo noi.

Rispondi
Il vecchio Max

Col 3/5 posto si può lottare per la promozione, col dodicesimo posto no, quindi non è affatto lo stesso. Se poi per promozione intendevi esclusivamente quella diretta, è doveroso andarsene se si presenta qualcuno disposto a spendere per allestire una squadra da primo posto. Se devo sorbirmi la stessa minestra ( o pure peggio) con una nuova proprietà, mi stratengo quello che ho. Il valore della rosa , per fortuna, ce lo dirà il campo . Sennò sai che noia …

Rispondi
Baldo

Senza tanti giri di parole, ormai(anche inconsciamente) ci siamo abituati a vivere nella mediocrità…

Ci accontentiamo di portare a termine il compitino, quindi raggiungere i play off per poi sperare nel miracolo(che nn si avvererà mai)

Ringraziamo Dio che qualcuno ci tenga a galla, iscrivendoci ogni stagione nella stessa categoria che ormai per noi è diventata la nostra REALE dimensione….

E vissero tutti felici e contenti

Altro che B.

Rispondi
Stefano

Bene – domani guarderò una squadra(mantova ) avanti anni luce rispetto a noi (cit ) –
Vedremo –

Rispondi
tifoso ignoto

E’stata una discreta partita, combattuta e si poteva pure vincere .
Ma il 3-5-2 che è il miglior modulo del mondo se non lo fai come dio comanda, ti ritrovi sotto senza neanche accorgertene.
Ammiro il coraggio di Torrente ma è proprio sicuro di avere gli uomini giusti per farlo? Col 4-4-2 dopo il pareggio e dopo che Mensah letteralmente saltava 3 volt di seguito Kirwan il nostro ha capito l’antifona e ha provveduto al caso mettendo Belli in marcatura.

Rispondi
Massimo

Come tutti i campionati si inizierà a capire molto di più, per tutte le squadre, verso la decima partita.

Rispondi
Principe

Partita dominata, poche occasioni concrete perchè facciamo molto fatica nella tre quarti avversaria. Mantova squadra terribile, i loro difensori hanno messo tre volte i nostri attaccanti davanti al portiere. Liguori non può mai fare la seconda punta, Bortolussi martire ha giocato da solo e andava sostituito a una certa.
Chiunque sia stato al Martelli ieri sera e ne abbia verificato lo stato fatiscente e obsoleto farebbe la firma per averlo come stadio al posto dell’euganeo.
Martina non serve che partecipi così tanto al blog non ti affannare

Rispondi
crestaalta!

I primi 20 minuti sembrava una squadra di macachi, poi sempre meglio, alla fine magari si potevano anche portare via 3 punti. la difesa deve trovare i suoi automatismi, centrocampo, puoi scegliere quante soluzioni vuoi, adesso una prestazione “super” con il “povero” Legnago, e si va avanti. P.S., la terza maglia fa schifo, si può cambiare?

Rispondi
acp

ieri sera molto male torrente sia come formazione iniziale sia come cambi.

reparto offensivo palesemente incompleto e non complementare. unica coppia adatta a giocare a due è bortolussi-palombi. liguori e russini sono due esterni. liguori da seconda punta ha fatto solo e comprensibilmente pena. il sostituto di bortolussi? de marchi che non ne fa mezza da lignano e ora è pure rotto. quindi ci ritroviamo con 4 punte a disposizione e col mister che non può mantenere l’assetto tattico di base per 90 minuti. grande mirabelli.

centrocampo dezi,radrezza cretella non si può schierare.

kirwan al più presto in panchina.

molto bene delli carri ma soprattutto crescenzi. bene capelli incomprensibilmente sostituito per tenere in campo uno stanco e ammonito kirwan vs mensah. bastava togliere kirwan mettere capelli nel suo ruolo e russini a sinistra.

davvero molto male torrente.

ottimo numero in 400. ho fatto più di 100 trasferte. un tifo peggiori di ieri non lo ricordo.

mantovani? abbonamento in una curva in tubi ma a bordocampo a 59€. si capiscono le presenze. domenica sera serie B, cittadella venezia in gradinata sitadea si pagava 10€ l’intero.

ah giusto ma noi giochiamo in europa e abbiamo anfield per cui giusto pagare di più. eh ma i padovani qui i padovani là.

meritiamo di più.

Rispondi
Principe

Radrezza giocherà sempre perchè è l’unico che può fare il regista, essenziale nel centrocampo a 3. L’alternativa sarebbe quindi un centrocampo a due con un trequartista avanzato che però non c’è in rosa.
Tutti quelli che hanno giocato hanno messo in campo parecchia cattiveria, mi è piaciuto una volta tanto
Nessun normodotato cambierebbe lo stadio di mantova con l’euganeo
Nessun normodotato cambierebbe qualunque stadio con l’euganeo

ACP il tifo è stato scarso perchè l’obiettivo della serata era un altro e soprattutto perchè, a parte gli encomiabili giovani, è già uno strazio sufficiente vedere il padova scendere in campo in serie C
La corazzata vicenza 0-0 in casa e la corazzata triestina 0-1

Rispondi
robi14

Concordo in linea generale con ACP. Calcio miserimmo.
Cretella e Dezi inguardabili, Radrezza, è inutile nasconderlo, è pachidermico. Davanti non hanno avuto un pallone che sia uno giocabile. Pressing ridicolo. I due esterni, Kirwan e Capelli non mi sono proprio piaciuti. Paradossalmente i tre in difesa che giocano assieme da poco, mi hanno convinto di più. Con il Villa (che ricordo) sulla sinistra sarà però un’altra musica.
Ho la sensazione che ci sia tanto materiale per poter giocare un discreto campionato purchè Torrente (che passeggiava avanti indietro inebetito) si svegli e si vada in campo per giocare al calcio e non per aspettare che dal cielo (vedi il goal di DelliCarri) arrivi il miracolo. Ragazzi….. dopo un mese abbondante di ritiro, io non ho visto uno straccio di amalgama, non ho visto movimenti coordinati. E la cosa peggiore è che la squadra del primo tempo, almeno da metà campo in avanti era la stessa dell’anno scorso.
Dai cari ….. datevi una mossa!!!

Martinaaaaaaaaaaaa ….. per tenere aperto un blog e renderlo appetibile, devi farlo VIVERE.
Ti sei allineata anche tu al vivacchiare del Padova Calcio?????

Rispondi
DC

Mamma mia che pessimismo… in poche parole… una schifezza.
Certo si devono svegliare davanti, Liguori deve entrare nel nuovo ruolo anche per crescere calcisticamente, magari qualche cross è bene che incomincino a farli, però mi sembra di vedere dei commenti da ecatombe!!!! E su, dai!! Ricordo che lo scorso anno perdemmo col Pro Vercelli alla prima…

Rispondi
fabio.pd

Due punti fanno una retta…..secondo me Martina attende la seconda partita per dare un giudizio, dire qualcosa……. Il primo quarto d’ora da dimenticare, poi qualcosa è cambiato……vedremo domenica sera !

Rispondi
acp

scopro ora che i biglietti per le singole partite hanno due prezzi diversi, uno per le partite normali e uno per quelle di prima fascia.

partite di prima fascia in serie C, all’euganeo. no digo altro.

2000 e passa abbonati. noi padovani stiamo dando troppo. meritiamo di più.

Rispondi
Massimo

Mi scuso ma quali sarebbero le partite di prima o seconda fascia in un girone così scarso?
Prima faccia va’ ne’ scontato Vicenza e Triestina ( all’ultima di campionato ) poi?
Prima fascia Virtus Verona – od Arzignano oppure Pergolettese.. seconda fascia chi sarà? Atalanta Under , Legnago , Borgorosso ???
Ma dai è una vergogna.. giocare in questa categoria di Merda!!!
Per quanto riguarda la Moscato aspettiamo domenica che se per caso si vince contro il Legnago inizierà subito a parlare di Serie B … il calcio questo sconosciuto!!!

Rispondi
acp

moscato l’intera piazza ha contestato il sindaco. non gli ultras e basta. l’intera piazza.

bonavina e mirabelli dov’erano?

Rispondi
francescosolesino

bonavina dovrebbe dimettersi dopo i danni fatti io dico ma come si fa a dare in appalto a una ditta x metà soldi e meta tempi di lavoro

Rispondi
francescosolesino

bisognava dare l appalto ai artigiani riminesi quelli si che sono una ditta seria vi ricordo che ai tempi il mitico rozzi presidente dell ascoli faceva l euganeo x ben metà prezzo e costato ben 70 miliardi quel stadio di m………

Rispondi
crestaalta!

Mi spiace per Fortin, ma oggi dovrà raccogliere più volte il pallone in fondo alla porta. Un solo risultato utile, e bisogna prenderlo, poi si va ad Alessandria per scacciare un brutto ricordo. Decisione ed accortezza e si va avanti gara dopo gara, alla fine si faranno i conti.

Rispondi
Principe

Non credevo ai miei occhi quando ho visto un giocatore di fascia o terzino che dir si voglia correre su e giù e riuscire addirittura a fare passaggi giusti, abituato com’ero ai fasti di Curcio e Gasbarro.
Cretella fa una cosa giusta e una sbagliata, Bianchi lentissimo ma credo sia una questione di condizione, Dezi quando è entrato è andato bene (a parte il gol sbagliato da un cm), evidentemente non avere più il posto garantito è salutare. Radrezza questo è e questo ci teniamo, non ci sono altri registi.
Liguori commovente per quanto ha corso ma deve stare più vicino a Bortolussi, di categoria superiore. I cambi andavano fatti prima.
In tribuna c’era gente che fischiava a metà primo tempo, ammazzatevi, gli stessi che hanno fischiato Palombi al primo pallone perso.

Rispondi
Emanuele

Caro principe ho visto tanti ma tanti occasionali e nuovi abbonati che appena finito la partita, e non solo, se ne sono scappati via per evitare il traffico. Ma è gente questa che ha a cuore il calcio Padova o non sa che cazzo fare la domenica sera?
per non parlare delle code interminabili al bar…sempre per colpa de sti occasionai..

per il resto vedo carattere nella squadra ma vanno affinati i reparti e sopratutto,,,tirare da fuori area….tira chel baeon tiraaaa

ed ora ad Alesandria…spero …

Rispondi
Principe

Meno male che c’era gente nuova, visto che quella “vecchia” ha deciso di non mettere più piede all’euganeo.
Code al bar, code ai tornelli, code in tangenziale….per quattro gatti. Incredibile, indecente, eh ma i fischi a Giordani così non si fa maleducati

Rispondi
Patrick

una delle rovine di padova..leggere ancora gente che critica sti presunti occasionali alla prima in casa.. e soprattutto scarica su di loro la colpa di una zona parcheggi VERGOGNOSA, certo che escono prima cazzo da quell ingorgo! era ancora una volta chiusa via nereo rocco e non c’era un tifoso ospite…uno schifo immondo , che il padova si faccia sentire….
in tutti questi anni quanta ne ho vista di gente fatta allontanare per mentalita’ elitarie senza senso o atteggiamenti ridicoli..
caro emanuele, te lo chiedo io: sei sicuro di essere tu un vero tifoso del padova?
la colpa alla gente che viene allo stadio e fa la fila al bar..roba da matti..
buon padova, possiamo ancora crescere, liguori mi ricorda altinier, uno di quei giocatori che in C faranno sempre la differenza.

Rispondi
fabio.pd

L’importante non sono le code, alcune evitabili come quelle ai tornelli, non è chi esce dallo stadio per evitare code all’uscita……l’importante è vincere ed uscire da questa serie C infinita. Uno può stare al bar a riempirsi di birra, può chiaccherare amabilmente con questo o con quella, cantare come ha fatto la “curva” dall’inizio alla fine, ben vengano gli “occasionali” che oggi si chiamano così ma domani saranno i nuovi abbonati. Ho visto tanti ragazzi giovani a loro agio tra i veci nostalgici dell’Appiani. L’importante è esserci!! L’importante è spingere questa squadra alla promozione subito! Diretta!
Ieri sera mi sono divertito, ottimo Cretella su ogni pallone, altrettanto Bianchi, ottima spezzone di partita per Varas e ottimo Palombi. AVANTI COSi’

Rispondi
Andrè The Giant

Non so come sia successo e da chi sia partita l’iniziativa, stà di fatto che approvo incondizionatamente i cambiamenti avvenuti a TV 7 Triveneta sia per quanto riguarda il conduttore che la presenza femminile. Una bella svecchiata era veramente necessaria!

Rispondi
Massimo

Infatti ho seguito volentieri la telecronaca del nuovo ragazzo ( mi sembra si chiami Pietro) molto preparato e soprattutto pacato rendendo bene l’idea dell’azione o del gioco assieme a Cocchiglia… mi spiace, senza offesa, ma la Martina mi fa venire la tachicardia … troppo concitazione nel raccontare anche un semplice calcio d’angolo , come è comunque bravo Angelo Montrone sull’analisi tecnica.
Bella anche la mora …

Rispondi
fabio.pd

Francesco Cocchiglia è un giornalista molto bravo e professionale, però la Martina (anche lei molto brava) ci mette la PASSIONE. Gli sbalzi di tono e soprattutto la mimica facciale è il copia incolla del tifoso presente allo stadio, per cui quando la ascolto e la osservo è come se fossi presente sugli spalti. Mi piace il duetto con Angelo, diversamente gli altri interventi dovrebbero essere più brevi: esempio è stato sul primo gol del Padova che ho rivisto in internet: Marco Campanale intervistava un tifoso presente al bar che imbastiva un discorso arzigogolato per fortuna interrotto dal gol! La dico tutta? il buon Carlo a volte, con il suo carattere esuberante, mi dà la sensazione che “svilisca” l’importanza del momento……a volte.

Rispondi
fabio.pd

solo un appunto: andiamo incontro a 3 partite molto significative in 8 giorni: Alessandria domenica, Novara in casa mercoledì, Virtus Vr ancora in casa domenica. Il mio augurio, al termine di questi 8 giorni, è quello di poter togliere il punto di domanda al titolo di questo post……..e metterci un bel punto esclamativo !!

Rispondi
acp

al padova manca solo la riserva di bortolussi e un centrocampista fisico.

vanno panchinati immediatamente kirwan e cretella. centrocampo è troppo lento e molle, dezi può andare dal parrucchiere invece che in campo se deve entrare con quell’anda. varas titolare fisso. ottimo esordio di villa. dietro buchi clamorosi soprattutto da parte di delli carri. legnago ha fatto solo azioni su errori nostri. bortolussi va santificato, giocatore che piscia in bocca a tutti in sta categoria. dategli una seconda punta attorno. liguori può metterci tutto l’impegno che vuole ma non è una seconda punta e tocca troppo il pallone.

finito con coppia d’attacco palombi-russini. è perchè potevamo accontentarci di fare contropiede visto il vantaggio e infatti è arrivato il secondo. avessimo dovuto pareggiare o vincerla come facevamo? manca clamorosamente un’altra punta. ovviamente nessuno l’ha chiesto a mirabelli.

serie B unico obiettivo accettabile.

Rispondi
crestaalta!

Ciao Enej, magari non avevi il “piede fatato” di un Ronaldo, ma la maglietta lai sempre sudata, un grande GRAZIE.

Rispondi
tifoso ignoto

Non mi entusiasma per niente Bianchi spero di ricredermi, Kirwan non è suo ruolo, Dezi soffre la panchina ed entra demotivato, Palombi una palla un gol
Il resto della squadra combatte e corre
Poca qualità dietro ma se la mediana aiuta può bastare non so fino a quando però
Martina batti un colpo.

Rispondi
Tifoso a 1/2

Inoltro un pensiero di un amico inviata alla redazione del Gazzettino:
“Spettabile Gazzettino di Padova,
mi chiamo Giovanni Graziani, sono padovano e mi permetto di esternare il mio personale disappunto riguardo la situazione in cui versa il Calcio Padova.
Tutti mi conoscono col soprannome di Ciccio Graziani, dato che ho giocato per decenni a calcio, sono guida turistica, vogo alla veneta, ho una mia attività e sono stato giornalista pubblicista per quasi 30 anni nella vostra redazione.
E’ di oggi la notizia che il Calcio Lecco -dopo essersi fatto ri-ammettere in quella serie B ottenuta sul campo (cosa che noi inseguiamo da oramai cinque anni)- ha risolto anche la querelle legata al suo impianto di gioco
https://lecconotizie.com/sport/lecco-sport/calcio-il-lecco-torna-a-casa-col-brescia-la-sfida-sara-al-rigamonti-ceppi/
Quindi dopo la momentanea esperienza all’Euganeo di Padova -che sembrava dovesse rivelarsi lunghissima e invece si è concretizzata solo con la partita di dieci giorni fa contro il Catanzaro- a Lecco il focoso Presidente Di Nunno (che non brilla in eleganza dato che si mostra spesso nelle interviste in canotta…) in pochi giorni conclude i lavori e ottempera a tutte quelle popò di normative per il suo stadio. Sabato 16 settembre infatti giocheranno Lecco-Brescia nel loro ritrovato e rinnovato stadio cittadino.
E noi con l’Euganeo come siamo messi?
A Lecco gridano al miracolo di San… Di Nunno! Ma noi non abbiamo il pluridecorato Sant’Antonio? Ah dimenticavo… io sono quel beota che gira per l’Italia cercando/sperando di dare lustro e folklore alla nostra amata città con lo stendardo del Santo.

Alchè il sottoscritto riflette su più punti. Ho 52 anni e seguo il Padova dal 1979, allorquando in serie C2 mio padre mi faceva sedere a cavalcioni sul ferro del settore Distinti dello stadio Appiani. Seguo ancora oggi il Padova da abbonato in casa e spesso in trasferta col club Lele Pellizzaro, un’allegra compagnia di giovanottoni 55enni che spesso colora il settore ospite di vari stadi d’Italia (andammo a Lecce, Frosinone, Grosseto, Alessandria, due volte a Palermo, Catanzaro… le nostre presenze a Trieste, Vicenza, Verona, Trento etc non si contano).

Ah dimenticavo… Alla mia età sono oramai Architetto da parecchio ed è risaputo come lo stadio del Lecce fu costruito in cento giorni e loro transitano sovente Serie A: se non vado errando forse ci fu un simile crono-programma anche al Del Duca di Ascoli. Poi non scomodiamo le bellezze e comodità degli stadi di Frosinone, i recuperi del Mazza a Ferrara, Friuli a Udine o addirittura il fantastico Rocco di Trieste, costruito addirittura nel 1992, quindi 30 anni fa, lo scorso secolo, lo scorso millennio.

Noi abbiamo l’Euganeo dal 1994 (ce lo ricordiamo EverardoDellaNoce e i suoi sfottò televisivi dello stadio “più brutto d’Italia perché senza curve” ?) e tante… ciacoe. Noi del club Lele Pellizzaro preferiamo andare in trasferta rispetto agli incontri in casa.

Dalla serie A -che il nostro attuale Sindaco ci regalò per una stagione e mezza- neanche la matematica ci aiuta. Sì perché la sera dell’11 febbraio 1996 dopo un dominatissimo e corroborante Padova-Vicenza 3-2 -in piena corsa per il nostro obiettivo della salvezza- ci vendette ai banditi brianzoli (da allora cinque gol dalla Juve, sei a Firenze, addirittura otto dall’Inter): per poi ritrovarci in tre anni quattro serie più giù (anche con il puerile errore di una sostituzione, sic!).
Nelle ultime due stagioni in C abbiamo perso quattro volte: campionato contro il Perugia, playoff ad Alessandria, campionato col Sud Tirol, playoff non giocando a Palermo (noi c’eravamo SEMPRE!). Anche qui due tornei, quattro finali, la matematica ci volta le spalle. Stabilito il negativo record italiano da quando sono stati istituiti i playoff in C.

Però ci vengono a dire che “è colpa dei tifosi”, che “a Padova c’è troppa pressione”, che qui “non si riesce a costruire un progetto”.

Da padovano mi sento ridicolo.

Ah dimenticavo scusate… i pensieri sono tanti, nessuno piacevole e si accavallano. Torniamo al Calcio Padova e agli stadi cittadini.

Il nostro Presidente dell’ultima serie A (datata 30 anni fa) permette l’abbattimento dei Distinti dell’Appiani che significa azzerare la storia di un monumento del calcio internazionale, da dove partì quel “calcio all’italiana” che tante soddisfazioni ci regalò, non ultimo il titolo iridato nel 1982. Nonché si trascina dal 2018 con la questione Curva Sud all’Euganeo. Ma come? Due anni fa hanno disputato un intero campionato di serie A al Penzo di Venezia, isola di Sant’Elena all’interno di una laguna. Ma allora colà le vie di fuga, i piani di sicurezza, i tornelli non contemplavano l’afflusso di migliaia di persone nel mar Adriatico? Nel terzo millennio in Italia un campionato di serie A in mezzo all’acqua, mah…

E il Menti di Vicenza (impianto simile al nostro Appiani) sempre a norma per la serie B o A è tanto diverso? Mi sembra che valga il vecchio adagio “Volere e potere” nonchè siamo in Italia e ci sono sempre due pesi e due misure.

Ah dimenticavo… La primavera scorsa mi interessai della questione vecchio stadio cittadino riunendoci con degli amici in un gruppetto di lavoro denominato “Comitato Pro Appiani”. Producemmo iniziative, proposte, incontri in Comune, disegni e schizzi vagamente architettonici. Ma notammo poco seguito, non ci fu una corrente di pensiero, un pushing mediatico contro la demolizione dei Distinti. Ma poi senti che termine, che spessore ha questa parola: Di-stin-ti! Negli altri stadi d’Italia ci sono le “gradinate”, le “curve”, addirittura il settore “popolare” o men che meno ancora più infima la parola straniera “parterre”… da noi ci sono i Distinti! Dal sapore arcaico, come quelle foto in bianco e nero di educati uomini col cappotto che lanciavano in aria i loro cappelli con la tesa al gol dell’Uccellino o di Coco Rosa. Ehhhhh i panzer dimenticavo…

Poi in rete trovo i progetti dello stadio del Parma in centro storico oppure i rendering della proposta Comisso per la ristrutturazione del Franchi a Firenze. Si noti bene che gli slanciatissimi costoloni in cemento armato dei DISTINTI Appiani sono quasi uguali alle gradinate del Franchi. Lì hanno la fortuna che c’è la firma del grande Architetto Pier Luigi Nervi e li recuperano. Da noi no e il nostro ultimo Presidente della serie A decide di abbatterli.

Anni fa c’era il simpatico e fumantino Presidente Cestaro ma gli è stato sempre negato di costruire un misero supermercato nel nulla del Due Palazzi (però poi Zanonato gli conferì la Cittadinanza Onoraria, oltre il danno la beffa): ed è scappato. I penultimi Presidenti buon’anima Bergamin e Bonetto reggevano con difficoltà la società e sono usciti. Ora c’è il franco-armeno che porta in cinque anni il Lens dalla serie C francese alla Champions League ma da noi non si palesa, paga sempre tutto e ci va male ancora.

Possibile che siamo sempre noi padovani così sfortunati, poverini?

Se dal 1962 ad oggi -60 anni (SESSANTA…!!!)- abbiamo visto solo due anni di serie A (ops uno e mezzo), penso sia doveroso porsi delle domande.

Se alla Basilica del Santo si contano sempre meno turisti, se la Fiera ha sempre meno appeal (dell’ultima valida invenzione “Auto e moto d’epoca” a Verona ringraziano: e già hanno MarmoMac, Vinitaly e Fiera Cavalli), un Ospedale in centro storico perennemente incerottato, dal tombinamento dei canali negli anni 50 ci lecchiamo ancora le ferite…

Mi sembra che l’asse economico si sia spostato verso Treviso e Verona.

Una recente statistica vede il Calcio Padova come la squadra che ha totalizzato il maggior numero di punti in tutta la storia della serie C, significa che questa è la nostra dimensione. Anche come città personalmente non vedo grandi prospettive. Dopo l’Appiani con i miei amici stiamo vivendo un corto circuito calcistico, uno stress indicibile.
E il sottoscritto Ciccio va a vedere la serie A dai vicini gialloblu (e bevo anche ’na bòna ombra perché sono Sommelier e lavoro al Vinitaly da 15 anni).
Per il Padova ho fatto troppo, mi sento tradito. Troppo amore…”

Rispondi
DM

Senza dubbio a Padova il calcio non solo non è aiutato ma anzi è osteggiato dalle istituzioni. Preso atto di questo, uno deve capire come far fronte alla situazione in cui è.
I fatti dicono che comunque nel 2011 eravamo a un passo dalla serie A, dove una sfortunata partenza e la sciagurata sostituzione di El Shaarawy ci hanno fermato. L’anno dopo Foschi costruisce una Ferrari (anche se con troppe prime donne) e la dà in mano a un allenatore inadeguato. Se queste due annate fossero andate diversamente potrebbero essersi aperti tutt’altri scenari.
Ancora, nel 2018 eravamo in B e l’abbiamo gettata via. Le prime due stagioni di Oughourlian siamo andati quattro volte a un passo dalla promozione.
Comune a tutti gli esempi sopracitati era un contesto istituzionale sfavorevole. E ciononostante se uno è competente e investe il necessario i risultati si possono ottenere (al di là della sfiga negli episodi).

Vuoi fare il centro sportivo? Fallo a Bresseo o Noventa. Vuoi fare lo stadio? Fallo a Limena (o altrove). “Volere è potere”, appunto. Bisogna che l’ambiente Calcio Padova, nella forma delle varie società che si sono susseguite, smetta di fare la vittima e prenda in mano la situazione, che può significare uscire dal Comune di Padova (in cui peraltro vivono pochi tifosi). Invece per anni l’hanno menata con sto progetto Padovanello di cui non si è mai visto mezzo rendering, progetto, niente. Le istituzioni magari non aiutano ma ti devi svegliare e muoverti diversamente.

Rispondi
robi14

Continuo a non capire perchè ca…..volo non si giochi al Plebiscito. Non mi si dica per questioni di sicurezza o di ordine pubblico. Nel 2011, mondiali u20 di rugby, il giorno delle finali c’era il pienone. 8 – 9000 persone? E’ successo qualcosa???? Assolutamente nulla e allo stadio cerano inglesi a migliaia che non sono certo famosi per la loro educazione. Lo stadio ha le misure giuste per le esigenze attuali, è raccolto e soprattutto c’è una buonissima visibilità. Abbiamo 2000 abbonati, altri 2000 spettatori fluttuanti se va bene e 2 – 3 derby l’anno con l’arrivo forse di altri 2000 spettatori. La stazione non è lontana comunque. Ci gioca il Petrarca rugby talvolta, talvolta il valsugana rugby. Ci sono aggiustamenti da fare? che li faccia la società: e che ci vorrà mai???? Quanto costa tenere e mantenere aperto l’Euganeo?
Anche qui colpa di Giordani????? O semplice miopia che a questo punto è diventata stupidità assoluta perchè comunque nell’area Euganeo, centri commerciali e/o sportivi non si faranno mai per mancanza del sostegno economico politico dell’amministrazione comunale.

Rispondi
fabio.pd

anch’io non lo capisco. Anche perchè buona parte dei tifosi andrebbe a piedi, in bicicletta, in moto e ancora in macchina…..ma non è in mezzo i campi come l’euganeo. Quando si andava all’Appiani ho ancora negli occhi il flusso capillare di avvicinamento dei tifosi allo Stadio da ogni parte per arrivare nel Cuore di Padova….e non venivano certo in macchina !
Se proprio proprio esiste un problema parcheggio: basterebbe utilizzare i parcheggi dei supermercati in zona, in primis Alì e Despar, per esempio.

Rispondi
Emanuele

Onore a tutti i padovani presenti ieri sera al Mocca…che goduriaaaaaa….
Grazie Martina per il bacio al volo!!!
sempre avanti biancoscudati

Rispondi
fabio.pd

Favale , ragazzo semplice ma con tanta FAME. Gli auguro di cuore di entrare presto in squadra da titolare. Vittoria di ieri dal doppio significato!! Difesa da rinforzare……..

Rispondi
crestaalta!

Ottimo risultato, adesso bisogna asfaltare il Novara, per arrivare ottimamente, alla gara con la V.VR, capitan Donnaruma, è sembrato un pò incerto, ma si spiega: oltre le gare ufficiali, non gli hanno fatto giocare neppure le amichevoli!

Rispondi
Il vecchio Max

Ognuno è libero di avere tutte le pretese che vuole, ovviamente, ma io preferisco restare aderente con la realtà che mi dice che la nostra squadra è ancora in rodaggio, con più di un giocatore ancora non al meglio e un sistema di gioco ancora da assimilare. Per me in questo momento non siamo in grado di asfaltare nemmeno il Mezzolara. Dopo un cappotto casalingo ( del tutto bugiardo nelle proporzioni,tra l’ altro) mi aspetto un Novara che penserà prima di tutto a non prenderle ed ad approfittare eventualmente delle nostre immancabili distrazioni. Se dovessi giocare al totocalcio, non metterei l’uno fisso, per intenderci. Banco di prova pieno di e vero test di maturità del nuovo gruppo. Credo che quest’anno anno si sia puntato su giocatori di categoria e non su “prime donne” proprio per evitare che si entri in campo con le tue premesse asfaltatrici.

Rispondi
Fabio

La sistemazione del Plebiscito e il relativo trasloco del Padova è stato caldamente osteggiato dall’attuale amministrazione e dai “famosissimi” 100 tifosi DOC.
Non ho mai capito l’arroganza di definirsi tifosi DOC, come se gli altri 2400 dello zoccolo duro non lo fossero.

Rispondi
fabio.pd

……invece di pensare al “bene” della squadra e di tutti gli altri tifosi. In quanto a parcheggi mi sono dimenticato di elencare anche il parcheggio del tram e volendo…si può utilizzare l’enorme spazio della grande rotatoria sotto il cavalcavia come parcheggio….volendo la soluzione si trova sempre. Se c’è la volontà e no arroccamenti per partito preso……….
Priorità comunque è uscito da questa serie C opprimente.

Rispondi
robi14

Poichè il fine presumo sia quello di portare gente allo stadio riavvicinando alla squadra il popolo “unico” di un tempo, perchè non si prende la palla al balzo e si riparte alla carica per ottenere il Plebiscito come stadio, seppur provvisorio, per il Calcio Padova????? Almeno tentiamo di fare pressione attraverso il blog, promuoviamo l’idea…al di là del colore politico dell’amministrazione.

Rispondi
sauz

Crestaalta andiamoci piano ma anni e anni di fregature dovrebbero averti insegnato che bisogna andare con i piedi per terra. Ecco una squadra che avrei evitato mercoledi’ e proprio il Novara, nostra storica bestia nera, anche l’anno scorso veniva mi pare da almeno tre quattro sconfitte e ha timbrato il cartellino contro di noi. Dovremo avere mille occhi ed e’ decisamente piu importante della partita con la Virtus che prima o poi scoppia. Le protagoniste del girone sono Triestina in primis (secondo il mio modesto parere la piu’ forte della congrega) poi Vicenza e Mantova . Bella la vittoria ieri perche’ fa morale ma contro una squadra di ragazzini abbiamo rischiato di tornare a casa con le pive nel sacco. Ci sono molte cose da migliorare, Delli Carri molto svagato , ci vuole sangue agli occhi e meno dichiarazioni, cosa serve dire ai microfoni che vogliamo la B, siamo realisti , voliamo bassi non siamo stati volutamente per il secondo anno di seguito costruiti per la promozione, facciamo piu’ punti possibili come fieno in cascina e in primavera si vedra’. Non mettiamo come sempre il carro davanti ai buoi cinque lustri di pecore a destra e manca dovrebbero avercelo insegnato invece qui si pensa sempre di avere il culo o il destino dalla propria parte, rendetevi conto che qui manco con quattordici punti di vantaggio a cinque giornate dalla fine si potrebbe essere sicuri di una promozione qui il destino da il meglio di se anche quando sembra tutto liscio. Bellissimo l’articolo di Giovanni Graziani, grande tifoso biancoscudato, tutto ineccepibile e veritiero, siamo proprio la pecora nera del Veneto e penso che nessuna persona senziente amante del calcio residente in suolo italico vorrebbe essere al nostro posto e in questo mi sento vicino al buon Marco Lorenzi che avrebbe potuto nascere ai piedi dei colli berici con una vita calcistica piena di soddisfazioni e con poche rotture di maroni invece, a causa del padre tifoso biancoscudato, è dovuto nascere qui e sorbirsi il guano che mangiamo noi da secoli, a Marco e a tutti coloro che ahi loro sono nati qui avendo la possibilità di essere concepiti altrove va tutto il mio sostegno e il mio fraterno abbraccio, almanco nel me caso no ghe iera possibilità ma in casi simili xe’ proprio da magnarse i maroni..

Rispondi
tifoso ignoto

Ieri s’è giocato da cani, c’ha salvato la superiorità numerica e la pochezza dell’avversario anche se in attacco un paio di giovani ci hanno fatto fare la figura dei cioccolatini.
Raddrezza da dimenticare gli riuscivano si e no i passaggi laterali, un lungo lo sbagliava sempre.
Bianchi devo ancora capire perchè gioca titolare, forse non c’è un sostituto nel suo ruolo?
La difesa si sa è quella che è, se supportata adeguatamente dai 5 del centrocampo allora si salva altrimenti patisce le ripartenze.
Ci hanno salvato come col Legnago i rincalzi e va be’ meglio cosi vuol dire che almeno la panchina non piange
Il vero test è contro la V.V. squadra senza ambizioni ma altamente pericolosa, con un presidente-allenatore-direttore sportivo all in one, ci ha castigato ai play off e continua come se il campionato non fosse mai finito.
Fra 7 partite sapremo di che pasta è fatto il padova

Rispondi
acp

il padova gioca male. molto male. in tutti i reparti. i giocatori dello scorso anno stanno tutti rendendo meno rispetto alla scorsa stagione. 4 gol su 5 su scapussoni difensivi altrui. difesa balla clamorosamente. centrocampo è di una lentezza infinita sia con la palla sia senza palla.

avere 7 punti è da considerarsi una botta di culo dovuta anche al calendario favorevole. si può solo far meglio.

resta il mistero del 433 positivo e efficace dello scorso anno abbandonato per il 352.

Rispondi
fabio.pd

non son d’accordo. Prendi il wcenza: ha gli stessi nostri punti e ha giocato con Albinoleffe, Giana e Lumezzane…e ha 7 punti come noi. Non c’è confronto con: Mantova, Legnago e Alessandria. Per la difesa che fa tremare i polsi son d’accordo…… Ci sono diversi elementi nuovi e la squadra deve ancora trovare il giusto equilibrio, come diceva qui sopra “tifoso ignoto” fra 7 partite tiriamo una riga……….

Rispondi
Principe

Metà di quelli dall’anno scorso sono rimasti perchè non hanno trovato alternative
Capirai che entusiasmo, basta vedere Dezi per capire tutto. In ogni caso io mi fido del buon Torrente, faccia quello che vuole tanto ambizioni non ne abbiamo.
Sono già incazzato per mercoledì perchè ci sarà una marea umana di tremila cristiani e quindi dovrò presentarmi allo stadio due ore prima per non rimanere inchiodato vivo ai tornelli durante la partita

Rispondi
Baldo

La realtà è che contro il Legnago non meritavamo certo di vincere, lo stesso vale domenica ad Alessandria.

Solo fortuna

Rispondi
fabio.pd

se ci pensi…….anche queste partire rientrano nel condimento per la promozione. Piuttosto che recriminare per una settimana intera il fatto che: “dovevamo vincere”, “loro non hanno mai tirato in porta”, “non ci hanno dato un evidente calcio di rigore”, come sento sempre ripetere ogni anno. Con tutto rispetto….ma è musica per le mie orecchie leggere commenti così….ci sta. Riuscire a pareggiare una partita (vedi Mantova) oppure vincerla all’ultimo minuto (vedi Alessandria) mi rende felice, conscio del fatto che sono le prime partite e la squadra deve ancora trovare la….quadra. Per chi non ha la memoria corta …. lo scorso anno era partita alla grande…..per poi invece…. Non facciamo come TAFAZZI per cortesia !!

Rispondi
fabio.pd

qualche settimana fa ho visto Favale a passeggio per Padova, con addosso una maglietta bianca con il biancoscudo sul petto, ragazzo semplice…… e non era certo da Baessato come qualche suo predecessore……

Rispondi
tifoso ignoto

Partita perfetta del Padova. Torrente costretto a mettere qualche seconda linea non ha per niente deluso. Il cross al bacio di Capelli per l’inzuccata di Vargas ne è esempio lampante.
Poi Bortolussi ha fatto diventare matto la difesa, come riesca a liberarsi di 2/3 uomini trascinandosi la palla al piede ha dell’incredibile. E ha fatto un gol da vero centravanti, voluto e realizzato di potenza. Il Novara si sta ancora mangiando le mani per non aver creduto in questo giocatore.
Donnarumma quasi inoperoso, e questo merito della difesa ottimamente supportata dal centrocampo.
Abbiamo 10 punti non so serviranno per la salvezza per i playoff o per la promozione. Ma ce li teniamo stretti

Rispondi
Andrè The Giant

Sono contento perchè quest’anno abbiamo 22 titolari veri e non sulla carta. Ho solo qualche dubbio sull’assetto dei tre centrali. Qual’è la vera alternativa a Crescenzi, che ricopre il ruolo più importante dei tre? E siamo sicuri che Crescenzi sia il migliore in quel ruolo?

Rispondi
Fabio

La differenza rispetto agli altri anni è che in questa rosa ci sono veramente 20 giocatori più o meno allo stesso livello che possono giocare tutti titolari.
In 4 partite hanno giocato praticamente tutti quelli che erano a disposizione, bravo fin’ora il mister a tenere tutti sul pezzo.
Sicuramente non siamo i favoriti, ma se riescono a creare un bel gruppo, se continuano con la voglia che hanno dimostrato in queste 4 partite ci possiamo togliere delle belle soddisfazioni.
Dietro si balla ancora un po’ troppo, ma spesso più per distrazioni che per effettiva fase difensiva.
Domenica ci sarà un bel banco di prova, contro una squadra che ci ha sempre fatto soffrire.

Rispondi
Principe

Prova del 9 domenica, gigi fresco ci dirà chi siamo
Servirà qualcosa di più rispetto a ieri sera in termini di fantasia e soluzioni offensive

Rispondi
fabio.pd

…..io ho ancora negli occhi l’estensione del braccio di Donnarumma che con le falangi della mano destra ha invitato la palla ad uscire dallo specchio della porta sfiorando il palo esterno……

Rispondi
crestaalta!

Penso che alla fine i “dilettanti”, faranno la stessa fine del Novara, molto più impegnativa la trasferta di Trento, dopo si potrà cominciare nel vedere più chiaro.

Rispondi
Massimo

È da anni che lo dico … con i grandi nomi non si va da nessuna parte ( e ne sappiamo qualcosa ) .
Per la serie C va bene solo voglia ed umiltà ed il resto viene… quest’anno è l’anno buono.

Rispondi
Principe

Complimenti alla gloriosa stampa padovana che non ci ha pensato due volte prima di evidenziare la pochezza numerica del pubblico di mercoledì
Da sempre nemici del Calcio Padova

Rispondi
DC

Perchè Oghurlian è molto interessato più al Lens (tra l’altro… oggi ultimo in Ligue 1 ma in Champions League…) che al nostro caro Biancoscudo?
Sotto, a mio avviso, la risposta.

Fonte: Repubblica
I più ricchi della Champions? Il Paris Saint-Germain, e per una volta il merito non è frutto dei finanziamenti diretti dei qatarini che lo controllano. No, stavolta è proprio la Uefa a fare dei parigini la squadra più pagata della prima fase delle coppe europee. Ma a sorprendere è che grazie al Psg il Lens guadagnerà quanto City o Real. Nonostante si trovi al 121° posto tra i club europei per coefficiente.

Champions, il Psg incasserà più del Bayern
Tutta colpa, verrebbe da dire, del market pool. Per prima cosa: di che si tratta? È la quota di denaro che proviene dalla vendita dei diritti tv paese per paese e che viene ridistribuita – per la fase a gironi – tra le squadre di quel campionato. Il Telegraph ha realizzato una proiezione sulla distribuzione dei diritti di questa stagione. E dalla proiezione emerge come proprio il ricchissimo Psg sarà la squadra a incassare di più da qui a dicembre: 74 milioni di euro dai diritti tv europei, 8 in più del Bayern a cui spetta la piazza d’onore. Mentre il piccolo Lens incasserà quanto il Manchester City campione in carica o il Real Madrid (il club più titolato del torneo) di Ancelotti.

Il caso del Lens: pagato dalla Uefa quanto City o Real
Il motivo è lo stesso per cui, per anni, sono state le italiane a dominare questa classifica: il fatto che, nella prima fase, la quota divida la metà degli incassi dai diritti sul territorio – nel caso del Psg, quelli venduti in Francia, ossia circa 375 milioni per il 2023/24 – per il numero di squadre della nazione che disputano la Champions. La Francia ne ha solo due, Psg e Lens, appunto. Che possono dividersi, così, una fetta generosissima di torta. La curiosità è che, anche in questo caso, c’è lo zampino dei qatarini. Perché quei 375 milioni arrivano in parte da Canal+. Ma in parte da beIN Sports, ossia la tv a pagamento del Qatar.

Rispondi
Il vecchio Max

E per rimpinguare ulteriormente le casse ha venduto i giocatori migliori che avevano mercato,ma i loro sostituti non stanno al momento funzionando e così dopo 5 giornate sono ultimi in classifica con un misero punticino…Non credo stia facendo salti di gioia e lo spettro di una annata disastrosa accentrerà tutte le sue attenzioni e preoccupazioni sul suo meraviglioso giocattolino francese che pare essersi quantomeno inceppato, se non rotto…

Rispondi
fabio.pd

Martina…..a questo punto penso che si possa togliere il punto di domanda dal titolone di questo post e mettere un bel punto esclamativo !!

Rispondi
tifoso ignoto

Molto bello il Padova. A questo punto mi chiedo quanto può durare una squadra che va a 1000 ogni partita. La panchina ormai fa la differenza questo è molto consolante ma mancano 33 partite ed è difficile mantenere questo ritmo
Mister president Fresco ha elogiato il Padova
Di fronte a questo signore giù il cappello

Rispondi
Principe

20 minuti per entrare allo stadio. Vergognatevi e si vergogni chi non denuncia questo scempio ogni giorno, pur avendone il potere e dovere.
Prima volta che battiamo gigi fresco dimostrando una totale superiorità, bella serata.
Fusi e Varas devastanti.
Trento sarà molto utile per capire la pasta di questa squadra sotto il profilo della tenuta psichica

Rispondi
Flavio

Onore a Gigi Fresco: sempre pacato, obiettivo, sereno. Bravo a valorizzare giovani senza pedigree di grandi squadre. Per ora, possiamo dire che sono ottime scelte Varas, Fusi, Capelli e Villa che ci mettono voglia, cuore, corsa ma anche tecnica ed essenzialità. Spero che Bianchi cresca di condizione e ritmo per essere un leader e che Dezi sia più motivato. Intanto, godiamoci questi momenti

Rispondi
Sandro 1975

Ottimo Padova, ma vorrei parlare di un altra cosa Martina.

Sono abbonato in Est, ieri pomeriggio mia figlia mi dice incredibilmente: “Papà mi porti allo stadio?”. A me non pare vero e mi fiondo in biglietteria scoprendo ahimè che la EST è esaurita con soli 4312 spettatori totali!!??

Allora io mi chiedo:
1) sapendo che sarebbe stata una partita di “cartello”, prima contro prima
2) sapendo che la est ha una capacità limitata
3) sapendo che l’80% degli abbonati è in Est
4) sapendo che la Tribuna Est è il settore più popolare

Io, come Società, non potevo PREVENTIVAMENTE pensare di aprire anche i settori laterali?

Risultato: mia figlia è tornata a casa delusa.

Non si chiede molto credo, ma un po’ più di LUNGIMIRANZA si…. esempio possibili iniziative come “PORTA UN AMICO ALLO STADIO” in EST, a queste condizioni sono LETTERALMENTE IMPOSSIBILI.

grazie.

Rispondi
acp

e poi qualcuno osa anche dire i padovani qui i padovani là.

basterebbe, come dico da anni, semplicemente spostare le due vetrate della est e portarle in linea con le righe di fondo. si avrebbero migliaia di posti in più. una vista in tv migliore della merda di stadio. il tifo avrebbe più spazio invece di essere uno sopra l’altro in mezza est con i vecioti in mezzo. invece niente. anzi leggiamo storie tristi come questa che riporti. la società dovrebbe scusarsi con te e darti un biglietto omaggio per la prossima.

segnalo poi che mantova e bassanotravestito di biancorosso pur avendo già più abbonati di noi han riaperto la campagna abbonamenti. noi no. chissà come mai. eh ma i padovani qui i padovani là. tanto vegnemo in 1000 a trento.

aggiungo che nelle ultime 2 viale rocco era aperto. si può avere delle news certe sulla viabilità prepartita.

moscato o qualche suo collega ha materiale per interviste e articoli su sto argomento.

Rispondi
acp

è bastato mettere 3 con corsa e buona tecnica per rivoltare una squadra che giocava molto male: fusi,varas e capelli. ieri e mercoledì ottime prestazioni.

quando fusi e varas dovranno rifiatare avremo i compassati cretella, bianchi e dezi in campo e torneremo a far na fatica assurda. ieri sarebbe servito un bel medianaccio alla nichele nel finale. invece è entrato bianchi che mi sa chiede scusa al pallone quando lo calcia(che poi lo tratta anche bene, è solo lento di passo).

palombi vale 3 liguori. va al doppio di gambe e tecnica. giocatore su cui puntare assolutamente.

dopo anni senza terzini sinistri affidabili ora ne abbiamo ben 2. sono commosso.

dei che desso torna il bomberone de marchi.

Rispondi
Emanuele

ACP tu parli di togliere le vetrate? ma se domenica due stewart inconopetenti hanno chiuso i cancelli che nemmeno si poteva accedere ai bagni??? ma di cosa parliamo? certe persone non devono essere messe a controllare gli accessi perchè rischiano veramente farsi male tant’è che han dovuto quasi sfondare per entrare….che schifo cazzo.
Infatti Mr. Bonavina è sparito dalla vergogna si è più sentito.

Però nessuno mi ha detto se ci sono novità sui biglietti per sabato….GRAZIE!!!

Rispondi
sauz

Complimenti ai ragazzi una partita superba, Fusi un leone su tutti i palloni , benissimo anche Varas , capelli inesauribile e villa e palombi fatto benissimo da subentranti . Se avessimo a centrocampo un crisetig e un centrale in alternanza saremo al top . Il lavoro di Mirabelli devo ammetterlo è stato più che buono . Adesso però è ora di tirare le orecchie alla piazza : ma possiamo avere un po’ di stra cazzo di pazienza ? Ma è possibile che già dalla quarta vittoria bisogna chiamarli sotto la curva , che già i media parlano di gran squadra che già sui social ci sia gente convinta di andare a trento con la pipa in bocca . Ma tutto ciò che abbiamo passato non vi ha insegnato una sega ? Andiamo con i piedi di piombo cazzo che dopo se sabato si perde non me la prendo con i ragazzi ma con n chi li ha pompati troppo presto . Già a fare conti gente che n tribuna faceva i conti in classifica , non si va in serie B oltre che per sfiga perché L ambiente deve darsi una regolata avanti con il profilo basso che questi hanno fame ma se già la meniamo con il primato con essere dei caterpillar non abbiamo capito nulla . Nn c è niente di più facile sabato che prenderla nel culo , se questa squadra esce con i punti dal briamasco forse il vento sta cambiando sennò dobbiamo prima di tutto fare noi il mea culpa perché se li lasciamo lavorare questi ci danno dentro ma se già facciamo noi i voli pindarici pensate cosa possono pensare dei ragazzi così giovani . Svejemose cazzo pare che tife per questa squadra da na settimana démose na descantada sosteniamoli ma liberiamo da qualsiasi pressione che giochino leggeri e ci divertiamo se facciamo i ragionieri come vedo in giro non abbiamo capito una fava . A buon intenditor …

Rispondi
tifoso ignoto

Va beh che c’entra il tifoso sogna, e sogna sempre in grande, è normale, l’importante è che l’allenatore e i giocatori e la società mantengano un profilo basso. Se poi ci prenderemo un’altra cantonata, pazienza è il calcio bellezza

Rispondi
DC

Vedrai alla prima sconfitta o al primo periodo nero (solitamente tra poco, tra ottobre e novembre). Condivido a pieno che manchi un centrocampista più fisico e una alternativa di livello dietro,

Rispondi
Massimo

Sai cos’è Sauz? Tanta tanta e tanta fame…. che anche un piatto di fagioli ti fa vedere un banchetto di nozze!

Rispondi
Flavio

Condivido pienamente questa critica ad un “ambiente” che ricade sempre negli “umori altalenanti” tra eccitazione entusiastica e depressione bestemmiosa. Profilo basso ed incitamento continuo. Volevo anche riportare il mio dispiacere e vergogna di tifoso per il mancato rispetto del silenzio in memoria di Napolitano e Lodetti. Oltre ad altri soldi buttati via dalla Società per colpa di una certa frangia di tifosi anche la becera figura che etichetta tutta la tifoseria biancoscudata … eppoi, potevano non macchiare il tanto beneamato “ma quando torno a Padova “

Rispondi
crestaalta!

Va bè, i tempi son cambiati, basta vedere come i giocatori trattano gli arbitri: 50 anni fa , andava a parlare solo il capitano: “le mani dietro la schiena, Signor Arbitro perchè ci da il rigore contro, risposta relativa, vai via se no ti butto fuori!, e quello si allontanava. Quanto ai guardialinee, li trattano poco meno che raccattapalle, con plateali “va a ……”, cosa vuoi fare ??

Rispondi
QuoreSqudato

800 euro per aver cantato, al Wicenza 500 per aver fischiato durante il minuto di silenzio.
C’è logica?

Rispondi
Il vecchio Max

Dissociare il “ sognare” dal “pretendere” una promozione diretta per me è il clima che dovrebbe circondare la squadra perché dia il meglio di se’. Chi “deve” vincere il campionato sono Vicenza( in primo luogo) e Triestina. Nella migliore delle ipotesi, tra l’altro, è matematico che solo una delle due potrebbe riuscirci. Il Padova invece “ deve” PROVARE a diventare il terzo che gode tra i due litiganti. Questa sostanziale differenza dovrebbe mitigare gli eccessi di euforia o disfattismo tipici della nostra piazza.

Rispondi
acp

la goduria di essere in linea col tiro di villa. sborrata copiosa. ah la curva a bordocampo.

onestamente non mi aspettavo una vittoria. vincere la quinta di fila in trasferta così è decisamente una rarità per chiunque in serie C. partita ben giocata. da quando torrente ha inserito capelli, varas e fusi in formazione titolare la squadra ha iniziato a giocare un altro calcio rispetto alle terribili prestazioni di inizio campionato. ora giochiamo bene. un gran bel calcio. un calcio equilibrato, un calcio di qualità e divertente da vedere. peccato che questi 3 giocatori che ci han fatto svoltare non abbiano riserva. come del resto manca come il pane un bel centrocampista prepotente e violento da piazzare davanti alla difesa negli ultimi 20-30minuti.

ieri crescenzi infallibile su ogni pallone sporco, in più è un vero leader vocale. il povero belli ciapava parole ogni 3×2. ottimi villa e capelli che di fatto fan spesso le ali. giocatori di quantità ma con ottima tecnica. anche perchè vanno a 2000 e giocar bene a livello tecnico a quei ritmi è notevole. fusi ottimo ma deve gestirsi meglio, sia ieri che contro la virtus nel secondo tempo era cotto. varas invece ha meno alti di fusi ma dura 90minuti. purtroppo ci mancano in rosa giocatori col loro passo, ritmo e grinta in grado di farli rifiatare. bianchi ha un bel piede ma è di una lentezza infinita. davanti è ora di panchinare liguori, imparasse a giocare di destro e fare qualcosa di diverso dal rientrare sul sinistro se non vuol giocare in c a vita, e mettere titolare palombi. avessimo pure uno in grado di far rifiatare il miglior centravanti del girone………..

la rosa non è profonda. mancano riserve di livello in ruoli chiave (centravanti, centrale, regista) e giocatori in grado di far mantenere lo stesso stile di gioco per 90minuti o che siano utili situazionalmente.

Rispondi
fabio.pd

scusa Max…..se ho capito bene quello che vuoi dire….non sono d’accordo.
Dopo anni e anni in cui si lottava riuscendo ad arrivare quasi sempre nei play off e per ben due volte siamo arrivati in finale, perdendola………..adesso, a campionato da poco iniziato, che siamo primi meritatamente….secondo te dobbiamo “fare una dissociazione” e “provare a diventare il terzo che gode”. Se è una riflessione scaramantica…posso anche essere d’accordo. E’ dal termine dello scorso campionato che dico che l’unico modo per salire in B – per me – è la promozione diretta. Ne sono convintissimo. Sono stato scettico durante la campagna acquisti….adesso faccio i complimenti a Mirabelli per i nuovi giocatori: non sono più “prime donne” come poteva essere Ronaldo o altri….che scombinano lo spogliatoio e si lamentano se vengono sostituiti (rimane Dezi che per me è una mina vagante…). Motori al massimo, prendiamo quota, testa bassa senza pensare alla classifica, bisogna solo giocare bene e se possibile fare risultato…..i conti li facciamo più avanti. C’è tanta umiltà che gli altri anni mancava e questo sentimento è l’Humus – per me – che fa bene alla pianta biancoscudata per la sua crescita! Mai parlare di promozione adesso, su questo sono d’accordo con te, ma mai puntare al terzo posto solo per una “political correctness” (correttezza politica)…..dopo va a finire come tutti gli altri anni, credimi. Avanti Scudati!!! Bravo Torrente a leggere le partite e a volare basso!! sabato sera altro sassolino tolto, vedere la faccia di Pasquato non ha prezzo.

Rispondi
crestaalta!

Quoto tutto, testa bassa e pedalare, i conti si fanno dopo. Pasquato?, tra gli ex, mi è sembrato sempre corretto nei confronti della sua ex squadra.

Rispondi
Principe

Pasquato non ha mai detto mezza parola contro di noi.
La squadra va a mille, spero che i panchinari (soprattutto uno) si sveglino considerando quanto sono stati ridimensionati dai nuovi arrivi.
Quattro partite dure prima del derby di cui due difficilissime, inutile fare conti e inutile parlar di stanchezza e turn over ad ottobre. Giocano questi e dopo vediamo
Cambierei domani mattina lo stadio di Trento con il nostro

Rispondi
Flavio

Spero proprio che Villa, Fusi, Capelli e Varas non finiscano la benzina. Magari avranno dei cali ma terranno botta. Spero, poi, che Dezi cambi ritmo e lotti per un posto e che Bianchi vada in forma e si velocizzi altrimenti, a parte Cretella, che cambi avremo a centrocampo?

Rispondi
fabio.pd

contrariamente a quanto dicevo qualche settimana fa, invito Martina a non cambiare questo “post” ….. per Pasquato avete ragione! sono io che ho sempre un occhio eccessivamente critico verso gli ex. Scusate.

Rispondi
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*

code