22
feb 2018
AUTORE Mario Zwirner
COMMENTI 33 Commenti
VISUALIZZAZIONI

1.442

LA RESURREZIONE DEGLI ESTREMISMI

Non che non sia grave questa “par condicio” della violenza nera e rossa, con quanto accaduto ieri a Palermo e a Perugia. Ma l’enorme risalto che le stanno dando tutti i media rischia di avere un effetto preciso: la resurrezione degli estremismi che, fortunatamente, nel nostro Paese vanno verso l’estinzione.
Gli esponenti di Forza Nuova che manifestarono davanti alla sede di Repubblica erano quattro gatti. I centri sociali stanno spopolandosi, anche perché leader carismatici come il veneto Luca Casarin sono ormai in pensione e non si intravvedono sostituti.
Restano, certo, rigurgiti di violenza ma nemmeno lontanamente paragonabili alle stragi compiute negli Anni 60-70 dai brigatisti rossi e dal terrorismo nero.
In questo senso mi pare del tutto spropositato che Il Gazzettino titoli oggi: “ L’anarco-insurrezionalismo minaccia più seria della Jihad”…
Tutti i partiti o quasi cavalcano “l’onda” che fa loro comodo convinti di trarne un profitto elettorale. Quando un Paese serio dovrebbe prendere le distanze da ogni forma di estremismo a prescindere dal colore dell’onda…Ma siamo il Paese che siamo.
Istruttivo lo sfregio alla lapide di Aldo Moro con la scritta “a morte le guardie” firmata con la svastica. Dimostra che i neonazisti la pensano allo stesso modo dei brigatisti rossi che ammazzarono gli uomini della scorta di Moro.
Un altro leader storico della Dc, Amintore Fanfani, parlò allora di “opposti estremismi”, intendendo che erano uguali al di là del colore politico e dei progetti sbandierati.
Lui aveva capito tutto. Noi abbiamo dimenticato tutto.

1.442 VISUALIZZAZIONI

33 risposte a “LA RESURREZIONE DEGLI ESTREMISMI”

Invia commento
  1. Marco scrive:

    Dai diogene e s dite la vostra sul voto di zw
    E le previsioni di benevento-Verona?
    Per gioco: benevento come 5S e Hellas come salvini

    1. Gatón scrive:

      Buon compleanno al nostro Parón de Casa.
      Una domanda : non è che dietro lo pseudonimo Carlo Martello si celi un suo frequente ospite ?

      1. martello carlo scrive:

        Per meglio comprendere la differenza tra il CDX e la SINISTRA, basta immedesimarsi nella cruda realtà delle zone terremotate che con questo freddo è ancora più dura:
        PENSATE CHE STIANO MEGLIO ALL’ AQUILA O AD AMATRICE E DINTORNI?

        A proposito, avete sentito di BERTOLASO il GRANDE, assolto dopo 8 anni da tutte le imputazioni perché i fatti non sussistono , mentre i burocrati del PD erano in riunione permanente alla LEOPOLDA e al NAZARENO?
        A proposito di NAZARENO, che DIO LIPERDONI, sono occupati con l’ antifascismo, poverini.

        Il 4 marzo abbiamo occasione di riscrivere la storia propinataci dagli emivincitori che volevano cambiare la Costituzione: attenti perché i presidenti della repubblica hanno spesso sovvertito gli esiti elettorali.

        1. diogene scrive:

          grandi argomenti, Frodi e Juncker

          1. martello carlo scrive:

            DISCOLO (da “uno schiaffo ben meritato”): cominciando dal fondo, stando all’ opinione di GATON ( che è anche la mia ), lei alla fine NON VOTERA’, e quindi, mi scusi ZWIRNER, ma anche lei mi sembra tale.
            Giustamente la colpa se dopo il 4 marzo non avremo un governo, sarà della somma di milioni di discoli che cercano il pelo nelll’ uovo.
            Quanto a JUNKER, l’ unico governo stabile che desidera è quello a guida PD ( nemmeno renziano, ma gentiloniano ) che va dalla MERKEL come un gambero ( cioè col lato B rivolto alla KAISER ) chiedendo l’ endorsement.
            E’ preoccupato per la stabilità dell’ UE, poverino e che non salti il suo PARADISO FISCALE LUSSEMBURGHESE.

            Ma veniamo alle SFILATE PRIMAVERA-ESTATE di questi giorni: ineccepibile la sua OPINIONE: quelle di ieri sono ormai manifestazioni FOLKLORISTICHE: ANPI; quanti sono i partigiani ancora vivi e soprattutto in grado di camminare?
            Ma non è la sola partigiana finanziata dallo stato, ci sono anche Anpi, Anvrg, Aicvas, Anvcg, Aned, Anppia e poi altre 179 associazioni con varie sfumature di ROSSO, per finire all’ “Associazione Nazionale Veterani e Reduci Garibaldini ” (e qui bisognerebbe parlare di chi ridicolizza le proposte della FLAT TAX, come se parlare di MLD buttati dalla finestra fosse una FAKE NEW….ma lasciamo perdere, dal momento che lo stato ci costa solo 800 MLD, tutti spesi bene naturalmente ).
            A quando una manifestazione SERIA contro i TEPPISTELLI ( carne da macello ) ormai senza manco un briciolo di ideologia dietro cui nascondersi?
            Non succederà mai finché non manderemo a lavorare chi ( mi pare anche la BOLDRINI ) si chiede chi finanzia CASA POUND e parla di fomentatori di odio senza guardarsi allo specchio.
            Un unico appunto sulle cause: l’ individuazione dei genitori vale solo se li vediamo sotto l’ aspetto di CITTADINI ELETTORI.
            Scegliere chi depenalizza, favorisce il CAOS SOCIALE ANCHE INTERETNICO, chi distrugge anche l’ ultimo barlume di orgoglio nazionale ( che poi è l’ unica cosa in grado di produrre ONESTA’ ), non può che finire per consegnarci nelle mani degli JUNKER di tutto il mondo.
            NON SCEGLIERE ( con atteggiamento piuttosto manicheo ), come mi pare abbiano intenzione di fare in molti, anche in questi blog, mi sembra equivalente.

            • giorgio scrive:

              Votare, votare…..L’importante non scegliere i rossi…..

              • martello carlo scrive:

                Poco ma sicuro, ma non bisogna perdere nemmeno per un attimo gli ONESTI, perché potresti ritrovarteli LADRONI e molto più famelici di chi si è già gonfiato il portafoglio…… e poi confesso che pur essendo un analfabeta in materia, capisco abbastanza bene quali fregature si possano nascondere dentro il sistema digitale/informatico.
                Quando si parla di democrazia e onestà da piattaforma ROUSSEAU, mi viene l’ orticaria.
                Secondo me solo gli hacker potrebbero votare, a ragione, per CASALEGGIO.

                • giorgio scrive:

                  Fosse per me, sarei per un partito che guarda all’INDIPENDENZA DEL VENETO o (per l’Italia) di estrema dx….ma ci sta lo SBARRAMENTO al 3 % per cui il voto sarebbe perso….non mi resta che il MENO PEGGIO, ma mai per chi AMA così tanto l’EUROPA (questa Europa), L’EURO e la GLOBALIZZAZIONE del NWO….MAI!

                  Ah, dimenticavo….da oggi il nostro PARON DE CASA, con la legge Fornero, può aspirare ad andare in pensione….
                  Auguri per i suoi 67 anni…..

                  • martello carlo scrive:

                    Non credere che io non lo faccia ( scegliere il meno peggio, d’altronde nessuno è perfetto ), ma di fronte all’ impossibile, bisogna concentrarsi sulle priorità, ( come ha fatto SALVINI, mettendo in secondo piano il problema meridionale ) che sono esattamente quelle che hai elencato.
                    Poi, vedere tante greggi con le bandiere rosse sfilare in difesa del grande capitale finanziario credendo di difendere il popolo è veramente PREOCCUPANTE, esattamente come la folla in PIAZZA VENEZIA per la dichiarazione di guerra.

            • Gatón scrive:

              Scritto così il nome del presidente della commissione europea esprime al meglio la sua propensione, quella di produrre spazzatura.

              • martello carlo scrive:

                Guarda che JUNKER è il suo nome originario che ha cambiato all’ anagrafe in JUNCKER per non essere preso per i fondelli e sembrare ciò che è, anche se stia per ” signorotto di campagna ” e ” rottame “, dipende dai suoi avi.
                Io proporrei di continuare a chiamarlo JUNKER, come si merita, così lo inquadriamo meglio in ogni caso.
                Personalmente preferisco lo SLANG.

            1. Silvestro scrive:

              23/02/18 – UNO SCHIAFFO BEN MERITATO

              La riflessione è proprio in continuità con le polemiche di questi ultimi giorni sul blog ma anche con la discussione in corso.

              Uno dei primi passaggi dell’intervento di Zwirner è “…ma noi siamo forse convinti che avremo un Governo operativissimo, stabile, che rivolterà l’Italia come un calzino…”.
              EBBENE SI, SIIIIIII !! la discussione recente è proprio su questo. C’è gente, giornalisti, che scimmiottando le fesserie elettorali di qualche politico, è convinto che il governo che risulterà dall’esito elettorale, attuerà risparmi (cioè rialzo delle tasse) per 175 miliardi, 20 miliardi di riduzione di interessi, etc.

              E proprio come ricorda il Direttore ci dimentichiamo il passato recente e prossimo, su come siamo arrivati a questo punto. Non solo governi Berlusconi e Prodi, ma le riforme costituzionali bocciate due volte dai cittadini (non mi stancherò di ricordarlo), la attuale legge elettorale, voluta e votata da un parlamento eletto per un decennio con una legge incostituzionale.
              E le colpe? Dei soliti: immigrati, Germania, ed ora anche Junker che vuole governarci. Colpa degli italiani mai. Tanti annunci, proclami, speranze, narrazioni da fantascienza, ma proprio come conclude Zwirner, gli italiani non vogliono essere governati perché troppa gente vorrebbe una radicale riforma degli altri. Ma gli altri siamo anche noi.

              1. Gatón scrive:

                OT.
                Juncker ha espresso la preoccupazione per un’Italia che non possa essere governata.
                Da lui.

                • diogene scrive:

                  ma sei così sicuro ?

                  • Gatón scrive:

                    Perché, secondo te è super partes ?

                    • diogene scrive:

                      Ragionevolmente, SI, come Draghi, ragionevolmente, SI
                      Perché dovrei continuamente dubitare delle capacità e intenzioni morali di tutti ?
                      Quando ci fa comodo, facciamo gli Andreotti (a pensare male si fa peccato, ma ci si indovina e quando non ci fa comodo non lo facciamo.

                      La domande per te – inteso come ideologicamente vicino ai sovranisti – è questa, chiaramente con la piena libertà di ignorarla.
                      Qualora dovesse partire una nuova corsa dello spread: cosa dovrebbe fare il governo sorretto da salvini o da di maio ?
                      Nomi e cognomi (e non genericamente “la troika”) chi sono i burattinai dello spread ? E quanto carri armati hanno questi signori ? E come li contrasterà il salvini e il di maio ?

                      Il debito pubblico italiano è “una variabile indipendente” come la scala mobile di luciano lama ?

                      • Gatón scrive:

                        Quando si parla di carri armati penso che qualcuno abbia nostalgia di Leonida…
                        Non quello delle Termopili.

                      • giorgio scrive:

                        Carri armati?….
                        Ma non ci siamo UNITI in EUROPA per evitare le guerre?….ah, ma forse il prezzo da pagare (per noi italiani) è semplicemente doversi mettere a 90 gradi e farsi fare tutto ciò che ritengono giusto (?) i nostri PATNER europei?!…
                        Ritorniamo alla SOVRANITA’ MONETARIA ed a tutte le altre che abbiamo SVENDUTO ( territoriale, politica, alimentare etc.) ed il gioco è fatto….
                        E lasciamo stare i carri armati, per favore……

                      • Gatón scrive:

                        L’europa è serva degli interessi della germania, poi della francia, poi degli altri.
                        Se così non fosse terrebbero in qualche considerazione le richieste dell’ Italia.
                        Così non mi pare che sia.
                        Ma forse è semplicemente ciò che ci meritiamo, grazie ai nostri politici, cominciando da Frodi, ed a chi li ha votati.
                        La mia risposta sarà anche semplicistica, ma è basata su quanto ho visto negli ultimi 20 anni.

                1. martello carlo scrive:

                  TERZO PRINCIPIO DELLA DINAMICA: ADOGNI AZIONE CORRISPONDE UNA REAZIONE UGUALE E CONTRARIA.
                  Quasi quasi temevo che questa legge venisse smentita: ormai da decenni la sinistra ha il dominio della piazza ( così usano dire, neanche fossero degli ambulanti o delle “signore”) e mi chiedevo dove fosse la destra “movimentista”.
                  I miei timori erano sbagliati: prima o poi doveva succedere.
                  Quando una parte politica, che sia al governo o meno tollera, fiancheggia, sfrutta o addirittura appoggia gruppi ( branchi ) di bamboccioni ( figli di papà direbbe PASOLINI ) fancazzisti drogati del pensiero unico, gli esiti non possono che essere gli OPPOSTI ESTREMISMI.
                  Non siamo ancora al livello degli anni ’70, questi bamboccioni non hanno l’ indottrinamento ideologico dei virgulti brigatisti o anarchici, ma di vagamente sinistro hanno solo l’odio che lo caratterizza e vogliono scimmiottare i partigiani e fare gli antifascistelli perché seguono il pensiero unico, la moda dominante.
                  Ma c’ è da dire che probabilmente la riorganizzazione dell’ estremismo di destra è solo agli inizi e, se si va avanti con lo sbracamento di chi ci ha governato ( fino alle più alte cariche dello stato ), ha depenalizzato, ha delegato ai più diseredati l’ onere della difesa della proprietà privata, ritagliandosi privilegi tutti loro, beh il ritorno agli anni ’70 o peggio, sarà inevitabile.

                  1. Marco scrive:

                    Allora cosa vota o non vota zwirner?

                    1. Bette scrive:

                      http://www.ilsole24ore.com/art/notizie/2017-12-26/il-valzer-cambi-casacca-546-dall-inizio-legislatura-130004.shtml?uuid=AEnInGXD&refresh_ce=1

                      Penso che questo articolo spieghi tutto senza aggiungere altro… I parlamentari dei partiti tradizionali e di qualunque parte “moderata” sia essa centrodestra e centrosinistra (termini infelici) si comportano così… e la gente giustamente è stufa…

                      Un esempio su tutti: vogliamo parlare di Casini e i suoi salti di partito pur di riciclarsi e rimanere aggrappato alla sua ben remunerata sedia? Uno che ha il coraggio anche di pronunciare la parola “coerenza”… Ma ha una dignità? Ecco questi sono i moderati…

                      1. Marco scrive:

                        Dici che non vota? Potrebbe votare tosi (democrazia cristiana) o quelli dell’edera. …). Ma non c’è il partito liberale?

                      Lascia un Commento

                      Accetto i termini e condizioni del servizio

                      Accetto i termini sulla privacy

                      *