02
apr 2017
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 119 Commenti
VISUALIZZAZIONI

3.682

TORNIAMO VELOCEMENTE ALLA REALTA’

E’ stato bello. Anzi bellissimo. Cullare per diverse settimane il sogno di soffiare al Venezia il primo posto e la promozione diretta in B, specie dopo che i punti di distacco erano diventati solo 6 con lo scontro diretto in casa, ci ha fatto provare un bella emozione, anche se sotto sotto ognuno di noi sapeva che l’impresa sarebbe stata durissima se non impossibile.

“Finché la matematica non ci dice che dobbiamo arrenderci non ci arrenderemo” sono state le parole pronunciate dai giocatori soprattutto in quest’ultima settimana. Peccato che invece a Salò, nella vera partita spartiacque di questo rush finale, quella che bisognava per forza vincere per non uccidere il sogno in anticipo, il Padova abbia cannato in pieno l’approccio alla gara andando sotto di due reti nel primo tempo e riuscendo solo a riaprirla senza riequilibrarla.

L’allenatore Oscar Brevi ha deciso di lasciar fuori Dettori (diffidato) e De Risio (probabilmente sulla base di un turnover nell’ottica dei due prossimi scontri che vedranno sbarcare all’Euganeo Parma e Venezia) e la scelta, a posteriori, si è rivelata sbagliata. Non tanto per le motivazioni che l’hanno determinata, che possono anche starci, quanto perché l’incontro di oggi ha dimostrato ancora una volta una cosa che molti hanno detto e sottolineato più volte dall’inizio della stagione, ovvero che la squadra biancoscudata, se scende in campo con i suoi 11 titolari può giocarsela davvero con tutti Venezia compreso, ma se invece comincia ad avere qualche seconda scelta in formazione, vacilla e di brutto.

Dispiace dirlo ma è così: Berardocco non è De Risio (e probabilmente non era il giusto sostituto di Filipe nel mercato di gennaio), di Dettori (specie in questo momento di forma smagliante del centrocampista) la squadra non può privarsi, De Cenco non ha le caratteristiche di Neto Pereira. Punto e stop.

Constatato ciò, il Padova ora è davanti ad un’unica scelta: mettere da parte al più presto il sogno di arrivare primo e le scorie che inevitabilmente porterà con sé e tornare altrettanto rapidamente alla realtà. C’è un secondo posto da tenere stretto e salvaguardare in chiave playoff e soprattutto bisogna fare in modo che il Venezia lunedì 10 aprile non arrivi all’Euganeo con la prospettiva di poter chiudere qui la sua marcia trionfale verso la cadetteria. Questo sì sarebbe troppo!

 

3.682 VISUALIZZAZIONI

119 risposte a “TORNIAMO VELOCEMENTE ALLA REALTA’”

Invia commento
  1. Lacoste76 scrive:

    Scusate.
    Ma io mi chiedo se qualcuno di voi non si sia fatto delle domande vedendo un Venezia che vince sempre negli ultimi minuti oppure segna subito, nessuno mai pareggia, nessuno mai protesta.
    Ma davvero pensate che Inzaghi sia un maestro della panchina?
    Ma davvero pensate che solo il Venezia fosse calcisticamente in grado di avere più punti di tutti i gironi?
    Come mai Tacopina è certo da settembre della serie B?
    Come mai Inzaghi &co non si degnano di andare nelle reti private?
    Come mai è stato scelto un profilo come Perinetti come DS?
    Come mai io ho sempre scommesso sul Venezia vincente e non sul Parma? Solo per il DNA???

    Suggerisco la lettura di Miguel de Servantes.

    • Federico scrive:

      Beh io non vedo (a dire il vero anche non cerco) tutte queste trasmissioni sul Venezia, poi un’Inzaghi invitato dalla Moscato stride parecchio no? Barile da buon biancoscudato non lo chiama quindi è normale che siano “scònti” quindi non ne faccio un fatto di “degnarsi”.

    • filippo scrive:

      bravo Lacoste
      Poi se uno parla di compravendite pare che bestemmi
      Avanti scudati contro tutto e tutti

    • svissero1 scrive:

      concordo su tutto TUTTO SEI UN GENIO

    • mario2 scrive:

      Non siamo stupidi lacoste, squadra forte ma certe partite sono state aggiustate..la storia di perinetti non mente..almeno se vincono il campionato in casa nostra spero che la gente capisca quanto inutile sia quello stadio..sarebbe la terza volta in 12 anni

    • Cane Pazzo Tannen scrive:

      Rigorino e via…

    1. L'altro Maurizio scrive:

      La delusione è solo sul carattere e si incastra alla perfezione nel teorema Lacoste. Con un pubblico come stasera, abbiamo visto la peggiore prestazione in casa della stagione.
      Il campionato del Padova si e’ concluso sul lago. I play sono un gratta e vinci quindi non commentabili

      1. Stefano scrive:

        Arriviamo terzi e usciamo al primo turno contro il bassano. Comunque meglio dello scorso anno …..

        1. Cane Pazzo Tannen scrive:

          I nodi vengono al pettine… Si sapeva che non avevamo una rosa per tenere testa al Venezia e al Parma… Quello che abbiamo fatto fino a domenica è andato francamente oltre le più rosee aspettative.
          La squadra è palesemente spompata dalla rincorsa fatta e interrotta bruscamente tra Salò e stasera.
          A ben vedere, però, è già da un bel po’ che manca brillantezza e il tutto è stato mascherato da svariati 1-0. Mi pare di ricordare che abbiamo cominciato a fare abbastanza male dalla trasferta di Mantova, poi fatica con Bassano e Santarcangelo, male con Modena e Salò, surclassati stasera, anche se da un avversario con una rosa fuori categoria.
          Si torna sulla terra con un Parma che è di un altro pianeta.
          Perso anche il secondo posto ora bisogna giocare lunedì l’ultima partita dando tutto perché è il derby, poi non so voi, ma io tirererei i remi in barca e comincerei la preparazione fisica e mentale per i play-off, tanto arrivare terzi o quarti non cambia nulla e anche perché se ci arriviamo in queste condizioni è inutile che li giochiamo.
          Neto adesso va fatto tassativamente recuperare e riposare un mese. Gli farei giocare l’ultima giornata tanto per riassaporare il campo prima dei play-off. Dalla partita con il Pordenone bisogna cominciare a far rifiatare a turno due-tre titolari alla volta. Favalli e Madonna vanno alternati: una volta si fa giocare uno e una volta l’altro.

          De Cenco è una delusione.

          1. mario2 scrive:

            Altinier l”ha presa bene la sostituzione..marcolin è libero..paradossalmente questa mini-crisi è peggio di quanto visto fino ottobre..non capisco una cippa di calcio, ma stasera si è fatto pietà..e beradocco avrebbe fatto la sua figura visto che giocavano molto bassi..salvo solo emerson, dettori e altinier

            1. JIJO scrive:

              Onoriamo il derby e poi dentro le riserve, arrivare terzi o quarti non cambia niente

              1. fausto scrive:

                Il calcio a Padova e’ morto quella sera che abbiamo battuto la Reggiana e ci siamo dovuti tenere questo allenatore.
                Squadra a Bergamo e mini preparazione in attesa dei Play-Off, riuscire ora a dare un gioco impresa quasi disperata.Gestione di Neto ridicola

                1. Giorgio scrive:

                  Squadra a Bergamo subito e prepariamo bene un mini campionato.

                  • acp scrive:

                    non facciamo giocare dettori per diffida, però facciamo giocare titolare neto che 3 giorni fa non era nemmeno in panchina. avanti così. c’è ancora troppo entusiasmo.

                  1. acp scrive:

                    serata da oscar. per il tappeto rosso venite lunedì.

                    1. Stefano scrive:

                      Io metterei la formazione della coppa italia X lunedì ….

                      1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                        Semo s-ciopai…
                        Neto riposati per i play-off.

                        1. acp scrive:

                          hanno vinto 1-0 su rigore. ma che sorpresa.

                          comunque sia l’anno prossimo giocheremo un vero derby.

                          • Lacoste76 scrive:

                            Speravo che nessuno cadesse nella trappola di commentare.

                            • acp scrive:

                              non ho scritto in che categoria. non fatemi dire altro che settimana scorsa per colpa della signora bouvier ho dovuto svelare le mie macumbe e il risultato si è visto. stasera comunque non ne ho fatte. mi tengo per i PO.

                              odio le partite alle 14.30 e alle 20.30. orari per crucchi. alfageme titolare.

                              come divertimento e partite lega pro > B. comunque a ferrara stanno solo riportando il mazza a com’è qualche anno fa. nessuna roba straordinaria.

                              BITONCI SINDACO

                              ESONERO

                          • Cane Pazzo Tannen scrive:

                            Con il Mestre?

                          1. corrado f scrive:

                            Intanto vedo che sui social qualcuno sta già inveendo contro gli occasionali. Io sarò pure un fenomeno a detta di qualcuno ma qui non si cambia mai, si passa dal lamentarsi perché c'è poca gente allo stadio a "Occasionali state a casa"…. Vabbè

                            • Claudio scrive:

                              Questa degli “occasionali” è una tristissima ed abusata argomentazione che purtroppo non finirà mai.
                              Inutile far ragionare i presunti puristi e/o quelli che si considerano unici depositari del credo biancoscudato sul fatto che tutti, ma proprio tutti noi, eravamo occasionali la prima volta che siamo stati allo stadio.

                            1. filippo scrive:

                              giusto perché tutto il mondo è paese
                              Serena oggi tiene in panchina due che domenica ci han fatto vedere i sorci verdi… Bracaletti (2 gol) e Ferretti…
                              Eppure anche lui, a parole, si gioca l’obiettivo playoff…

                              1. corrado f scrive:

                                Bomba, ciò che dico io non presuppone che i padovani SIANO dei coglioni ma che SAREBBERO dei coglioni SE votassero Giordani. In pratica sto dicendo che non credo che i miei concittadini siano degli stupidi, ma è chiaro che in caso di vittoria di Giordani sarei obbligato a cambiare opinione dai fatti. Non vedo cosa ci sia di incoerente, dal momento ch3 sto proprio sostenendo che siano tutt'altro che stupidi. Forse sarebbe il caso che prima di fare del sarcasmo su altri utenti imparassi almeno un pò di comprensione del testo, anche perché sennò non ci fai bella figura.
                                Mi danno del sapientemente? Guarda me lo dicevano anche in passato quando sostenevo che Cestaro era la rovina del Padova. E purtroppo "sapientone" è il minimo: mi sono sentito offendere anche sul personale, mi sono sentito dire che non sono tifoso del Padova e tante altre gentilezze. Ed a volte anche di peggio, o minacce. Io continuo per la mia strada, gli altri che pensino o facciano quello che vogliono

                                1. corrado f scrive:

                                  Bomba, non ho capito il senso del tuo ultimo post ed il nesso fra le due cose, ma non importa.

                                  • Er Bomba scrive:

                                    Sei il primo che offende “i padovani” e hai già sentenziato che se le elezioni non verranno vinte dal tuo candidato preferito i padovani saranno marchiati per l’eternità;
                                    dopo però ti lamenti a tua volta di chi dice che padova è una città di merda.
                                    a me sembra incoerente,ma magari mi sbaglio.
                                    su certi aspetti hai ragione, come per esempio sull’effetto anti-tifo dell’euganeo, ma hai l’atteggiamento dei chi sa come gira il mondo e si può permettere di stabilire da che parte sta la verità.
                                    peraltro tutti gli utenti con cui interagisci ti danno del sapientone, fatti 2 domande

                                  1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                                    https://www.youtube.com/watch?v=-6dnnJN_6X0

                                    Video sulla sistemazione dello Stadio Mazza…

                                    1. Er Bomba scrive:

                                      Corrado negli ultimi 2 post sei riuscito prima a dire che se i padovani non voteranno come preferisci tu sono una massa di coglioni e poi che già ti aspetti critiche ingiustificate stasera in caso di poco pubblico (” almeno una settimana di lamentele e di “Padova e una città di merda”")

                                      fenomeno vero

                                      1. sauz scrive:

                                        Qualche osservazione veloce:

                                        1) Zamuner , e qui mi tolgo il cappello, ha costruito una signora squadra come non si vedeva da anni, soprattutto grande gruppo
                                        2)Venezia è superiore come organico; Parma probabilmente ma mi pare un’accozzaglia di nomi e basta
                                        3) Comunque vada non so se riconfermerei Brevi, gli do l’onore di aver contributo a plasmare anche lui un bel gruppo come dicevo sopra ma ha fatto errori strategici che ci avrebbero potuto far andare piu’ in alto (Venezia Coppa Italia con riserve e idem a Salo’ quando era quella partita la più’ decisiva anzichè questo trittico che con – 9 dalla capolista perde una buona fetta di importanza), con un altro mister e con questi giocatori chissà…
                                        4) Siamo paradossalmente sicuri che i veneziani non festeggino lunedi’ qui solo perdendo domani.
                                        5) Un progetto deve avere il tempo di costruirsi e’ vero ma la poca pazienza, eventuale, si ha , inconsciamente quando ti trovi, nell’arco di 80 km la seguente situazione: Vicenza in B Verona in B lotta per la A, Venezia in B con prospettive valide (speriamo faccia come Korablin…), Spal in serie A….Dopo e’ plausibile che si possano avere le pile scariche in riferimento ad eventuale entusiasmo
                                        6) A proposito del DNA di Lacoste che condivido in pieno, la Spal pero’, squadra atavicamente sfigata, come me la spieghi? Speriamo siano una chimera..
                                        7) Concordo con Corrado che la battaglia piu’ grande si giochi a giugno con le elezioni ma non ho la tua convinzione che Bitonci vinca, il padovano medio e’ molto meno sveglio di quel che si pensi sennò non si spiegherebbe la sua incapacità a superare neanche le 5.000 presenze con il Parma
                                        8) Bisognerebbe, secondo me, dialogare anche con la controparte, il Plebiscito sarebbe il top ma fare muro contro muro e non accettare nulla nel caso non salisse Bitonci e’ deleterio. In sunto, se mi fanno una curva come Ascoli (ma coperta) piuttosto di niente io sono per il piuttosto, tanto le battaglie muso duro e baretta fraca’ han retto poco (vedasi tdf)..
                                        Che ne pensate?

                                        • Lacoste76 scrive:

                                          Sempre bello leggere sauz, dai tempi del muro del calcio Padova quando Patrizia era Irish ed era meno grigio :D

                                          Allora Sauz….NON CONFONDIAMO DNA SFIGATO CON I RISULTATI.
                                          La Spal di fatto non ha mai lottato per niente, non ricordo retrocessioni per illeciti, promozioni sfiorate, stadio di merda etc etc. La Spal semplicemente non ha avuto per decenni una società seria o economicamente vincente.
                                          Quando ce l’ha avuta, come adesso, ti fa addirittura il doppio salto.

                                          Vedo più simile a noi il Mantova o per assurdo un Toro a cui casca l’aereo l’unica volta che ha una squadra vincente o per assurdo un Inter o un’Olanda delle Nazionali.

                                          Poi ribadisco che più sfigati di noi non c’è nessuno perché nessuno ha vissuto TUTTI I DRAMMI CALCISTICI, illecito, sostituzione errata, stadio più brutto d’Italia senza curve, tre retrocessioni in quattro anni, fallimento, società che non va in a spendendo un budget da UEFA etc etc. Tutti ne hanno vissuta una o due ma non tutte insieme.

                                          • mario2 scrive:

                                            beh lacoste, la spal negli anni scorsi ci ha lasciato le penne in terza serie perchè per un paio di anni ha speso senza limiti…poi è addirittura finita in eccellenza per fallire di nuovo…personalmente non avrei accettato che la giacomense cambiasse nome e colori sociali. A me sta antipatica al pari di venezia e vicenza, meglio vada su il verona che però pare abbia trovato un novello dal canto in panchina…inoltre , per concludere la panoramica sul veneto calcistico, non sento la mancanza del delta rovigo in lega pro per quanto mi stia simpatico parlato. Quanto a noi, brevi o non brevi (anche a me non fa impazzire la sua idea di calcio però onestamente non credo che con un altro saremo più in alto, tuttavia a anche zamuner l’ha in parte delegittimato con l’intervista di lunedì parlando di un mancato salto di qualità) la società ha fatto biennali a tutti ben sapendo della difficoltà di salire subito (e per me si stanno mangiando le mani per l’anno scorso quando si decise di fare un campionato di transizione), male che vada ci troviamo per la prima volta con una squadra rodata anche se arriva un altro allenatore.

                                        1. corrado f scrive:

                                          Guarda Saul, ti rispondo solo sulla parte delle elezioni anche perché è quella che mi chiama (ed in cui mi chiami) in causa: sto seguendo un pò la campagna elettorale e Giordani è semplicemente imbarazzante, non ha idee precise e dice una marea di cagate allucinanti che puntualmente vengono smentite. Fantastica oggi l'intervista sulla mostra dei dinosauri, l'evento culturale più importante nella storia di Padova che lui sostiene essere andata in rosso, poi gli fanno notare che la fondazione Cariparo ha elargito un contributo di 1.2 milioni di euro ed allora si arrampica sugli specchi sostenendo che quei soldi dovevano servire per tutti gli eventi e finendo poi per fare un discorso sugli eventi di quartiere che denota una provincialità che rasenta il ridicolo. Come se non bastasse non prenderà voti nemmeno a sinistra dal momento che hanno avuto la stupenda idea di presentarsi divisi e che un elettore di sinistra pura al limite voterà Lorenzoni. Per vincere Giordani dovrebbe trovarsi in una situazione di fortissimo malcontento, ma non mi pare che chi ha votato Bitonci sia così scontento del suo operato, anzi; oppure appigliarsi a qualche battaglia di interesse generale come fece a suo tempo Giustina Destro promettendo che non avrebbe fatto il tram, ma non ha grossi appigli in questo senso… Io credo che i padovani sceglieranno di nuovo Bitonci, poi può essere che mi sbagli, ma in caso di vittoria di Giordani potrei solo considerare i padovani dei coglioni imbecilli proprio per la pochezza quasi imbarazzante del candidato, ed a quel punto spererei che questa città affondasse nella merda come meriterebbe. Ma, ripeto, non credo che i padovani siano stupidi fino a questo punto: sono opportunisti se vogliamo, anche un pò ipocriti, ma essere stupidi è tutto un altro paio di maniche.
                                          E per votare Giordani dovrebbero esserlo tanto…
                                          Cosa fare in caso di vittoria di Giordani? Per conto mio non bisogna cedere di un millimetro! Il problema stadio è una questione molto più complessa per la nostra tifoseria, e di una curva a bordo campo francamente non saprei che farmene, soprattutto dopo aver capito che c'è la possibilità di svoltare andando al Plebiscito. E credo che la nostra tifoseria dovrebbe prendere questa posizione: o Plebiscito o niente! Tanto se dovesse saltare il Plebiscito l'Euganeo diventerebbe un problema talmente grande che prima o poi dovrebbero per forza riconsiderare la cosa o prendere in esame un'altra soluzione. Ma se si accetta il contentino, ci teniamo l'Euganeo a vita, ed una curva a bordo campo forse può migliorare la vita agli ultras ma non risolve il problema di un'intera città che a causa anche dell'Euganeo (non solo, ma è una delle cause principali se non la principale) si è staccata e disinamorata della propria squadra.

                                          1. corrado f scrive:

                                            1223 biglietti venduti per il Parma più 300 gratis ai ragazzini… eh ma non va mai bene niente! Mi raccomando dopo la partita di domani: se ci sono meno di 6000 persone voglio almeno una settimana di lamentele e di "Padova e una città di merda", se invece si va sopra i 7000 voglio almeno 5 messaggio in cui si sfanculano gli occasionali! Non deludetemi!

                                            1. acp scrive:

                                              una prevendita da oscar.

                                              e tanto già lo so che l’anno prossimo giochiamo in lega pro ale ale ooo.

                                              1. Giorgio scrive:

                                                Domani per qualcuno sarà dura. News entry, prospettiva rovescia, potrebbe cambiare il DNA

                                                1. Stefano scrive:

                                                  Va a finire che il venezia in B potrebbe fare le prime partite casalinghe all'euganeo…… qualcuno del pd secondo me sarebbe pure capace di fare la proposta e andare con la sciarpa …….

                                                  1. acp scrive:

                                                    berardocco era in diffida ma è talmente forte e considerato che è stato messo in campo. ok.

                                                    basta pippe sulle altre rivali nel girone manco fossero le sasha grey del tifo mondiale, 600 biglietti ai locali dopo una settimana di prevendita è un dato penoso. salò,euganeo, tutto quello che volete ma resta penoso. vediamo tra oggi e domani ma sotto i 6mila sarebbe davvero desolante

                                                    1. corrado f scrive:

                                                      A proposito di stadi: a Ferrara stanno pensando ad una ristrutturazione del Mazza che porti la capienza a 12000 e rotti posti entro il prossimo anno e poi a 18000 in un secondo tempo. Parliamo di una piazza che lotta per la serie A e che comunque il suo bel pubblico lo fa. Anche a Vicenza si sta percorrendo la strada di ristrutturare il Menti. Altre realtà come Empoli presentano progetti di ristrutturazione per stadi da 17000 posti.
                                                      Ormai in quelle realtà in cui non c'è la possibilità di inseguire il sogno di uno stadio di proprietà si punta a ricostruire l'identità: ristrutturazioni e stadi comunque più piccoli ed in Città. Spiegate all'Aicb che l'idea del Plebiscito è assolutamente in linea coi tempi.

                                                      1. Er Bomba scrive:

                                                        secondo me col parma ci sarà un’affluenza di pubblico penosa.
                                                        speriamo di vincere comunque perchè non accetterei la promozione dei mestrini in casa nostra.
                                                        Ecco a Voi cosa ci aspetta dopo: buona lettura

                                                        1. SQUADRE PARTECIPANTI.
                                                        La partecipazione ai play-off è consentita alle squadre che, a conclusione del Campionato, si sono classificate dal secondo al decimo posto dei tre gironi ed alla squadra che risulta vincitrice della Coppa Italia di Lega Pro.
                                                        2. MODALITA’ DI SVOLGIMENTO.
                                                        Lo svolgimento delle gare di Play-Off si articolerà attraverso tre distinte fasi, con condizioni di accesso determinate come segue:
                                                        a) PRIMA FASE
                                                        b) SECONDA FASE
                                                        c) FINAL EIGHT

                                                        3. PRIMA FASE.
                                                        Alla Prima Fase accedono le 24 squadre classificate dal terzo al decimo posto di ciascun girone. Essa si svolgerà attraverso la disputa di una gara unica ospitata dalla squadra meglio classificata al termine della regular season secondo i seguenti accoppiamenti:

                                                        a) la squadra terza classificata affronterà la squadra decima classificata del medesimo girone;
                                                        b) la squadra quarta classificata affronterà la squadra nona classificata del medesimo girone;
                                                        c) la squadra quinta classificata affronterà la squadra ottava classificata del medesimo girone;
                                                        d) la squadra sesta classificata affronterà la squadra settima classificata del medesimo girone;
                                                        In caso di parità di punteggio al termine del tempo regolamentare, acquisirà l’accesso alla Seconda Fase la squadra meglio classificata al termine della stagione regolare.

                                                        4. SECONDA FASE.
                                                        Alla Seconda Fase partecipano 16 squadre così identificate:
                                                        a) le 3 squadre SECONDE CLASSIFICATE di ogni girone al termine della regular season;
                                                        b) le 12 squadre che risultano VINCENTI GLI INCONTRI DELLA PRIMA FASE;
                                                        c) la squadra VINCITRICE DELLA COPPA ITALIA DI LEGA PRO. Tale squadra accederà alla seconda fase purché non si verifichi per la stessa alcuna delle seguenti condizioni:
                                                        (1) piazzamento al primo posto nel girone di competenza (vincitrice di campionato);
                                                        (2) piazzamento all’ultimo posto nel girone di competenza (retrocessa in categoria inferiore);
                                                        (3) piazzamento in posizione che comporta accesso ai play-out.
                                                        In caso di ricorrenza di tali ipotesi, sarà designata l’altra squadra finalista e nell’ulteriore ricorrenza per quest’ultima di una delle condizioni preclusive di cui sopra, l’accesso alla Seconda Fase sarà consentito alla squadra terza classificata nei vari gironi che avrà ottenuto il maggior numero di punti (in caso di parità si prenderà in considerazione il maggior numero di vittorie, il maggior numero di reti segnate e, in ultimo, la minor media età tra i calciatori impiegati). In tale caso, ai fini della individuazione delle otto squadre della prima fase, si prenderanno in considerazione le squadre classificate dal quarto all’undicesimo posto nel girone in cui ha militato la terza classificata che beneficia dell’accesso diretto. Analogamente si procederà nella ipotesi in cui la vincente la Coppa Italia o la perdente la finale di Coppa Italia (se la vincente è preclusa), abbiano acquisito alla fine delle regular season il diritto alla partecipazione ai play off della Prima
                                                        Fase.
                                                        Così definita nelle partecipanti, la Seconda Fase si svolgerà – con gare di andata e ritorno la cui successione sarà stabilita da apposito sorteggio – secondo i seguenti accoppiamenti:

                                                        Schema riassuntivo Seconda Fase
                                                        cod. squadra cod. squadra
                                                        Gara 1 A 2° classificata girone A vs O vincente 5° – 8° girone C
                                                        Gara 2 B 2° classificata girone B vs P vincente 6° – 7° girone A
                                                        Gara 3 C 2° classificata girone C vs Q vincente 6° – 7° girone B
                                                        Gara 4 D vincitrice Coppa Italia vs R vincente 6° – 7° girone C
                                                        Gara 5 E vincente 3° – 10° girone A vs L vincente 4° – 9° girone C
                                                        Gara 6 F vincente 3° – 10° girone B vs M vincente 5° – 8° girone A
                                                        Gara 7 G vincente 3° – 10° girone C vs N vincente 5° – 8° girone B
                                                        Gara 8 H vincente 4° – 9° girone A vs I vincente 4° – 9° girone B
                                                        A conclusione delle due gare, risulterà vincitrice la squadra che avrà ottenuto il miglior punteggio. In caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità, saranno disputati due tempi supplementari di 15’ ciascuno e, perdurando tale situazione, saranno eseguiti i calci di rigore.

                                                        5. FASE DI FINAL EIGHT.
                                                        Alla fase cosiddetta “FINAL EIGHT” partecipano le 8 squadre vincenti gli incontri della Seconda Fase di cui al precedente punto 4, inserite in un tabellone ed accoppiate mediante sorteggio. Il tabellone prevederà anche le semifinali e la finale. Il tutto sarà così articolato:
                                                        a) I confronti valevoli quali “QUARTI DI FINALE” saranno disputati in gare di andata e ritorno, agli esiti delle quali risulteranno vincitrici le squadre che avranno ottenuto il miglior punteggio. In caso di parità di punteggio, dopo la gara di ritorno, per determinare la squadra vincente si tiene conto della differenza reti; verificandosi ulteriore parità, saranno disputati due tempi supplementari di 15’ ciascuno e, perdurando tale situazione, saranno eseguiti i calci di rigore.
                                                        b) I confronti valevoli quali “SEMIFINALI” saranno disputati in gara unica ed in campo individuato dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati due tempi supplementari di 15’ e, perdurando tale situazione, saranno eseguiti i calci di rigore.
                                                        c) La “FINALE” sarà disputata in gara unica ed in campo individuato dalla Lega Pro. In caso di parità, saranno disputati due tempi supplementari di 15’ e, perdurando tale situazione, saranno eseguiti i calci di rigore.

                                                        • Begbie scrive:

                                                          Quindi, se ho capito bene, le possibilità concrete sono:

                                                          In caso di secondo posto: passaggio alla seconda fase contro la vincente di Piacenza-Viterbese.

                                                          In caso di terzo posto: partita secca contro una tra Bassano Virtus, Santarcangelo o Maceratese. A seguire, seconda fase contro la vincente di Giana Erminio contro Renate o Como.

                                                        1. corrado f scrive:

                                                          Beh è uno dei motivi. Lo sappiamo tutti che al Plebiscito faresti più pubblico. Non nell'immediato magari ma nel tempo le presenze crescerebbero e non poco

                                                          1. Patrick scrive:

                                                            il padovano medio, e ce ne sono tanti, scegli uno dei due big match, non li fa entrambi, a meno che non venivi trainato da un eventuale risultato positivo a salo’. ovviamente la sfiga voluta dal calendario, sempre a noi, ha influenzato tale calcolo anche all’ andata…
                                                            onde per cui si toccheranno i 6 7000 col parma, gli 8 – 9000 col venezia, in questo caso punta massima se vinci coi crociati.
                                                            il padovano aspetta, ga paura della sua ombra, diffidenza perenne, pessimismo atavico, vita fatta di lamentele e piagnistei come il povero la coste, che rischia di essere lobotomizzato tra una settimana….
                                                            a prescindere da tutto, ricordiamoci sempre che gli sfigati cugini veneziani è da 10 ANNI che mangiano merda e ci stanno dietro. non sono pochi…..quindi di piangerci addosso, riflettiamo…

                                                            • L'altro Maurizio scrive:

                                                              Analisi sulla possibile affluenza perfetta. Salo’ purtroppo peserà sulle casse del Padova. Del Venezia mi frega zero a meno che non si trovi nelle condizioni di festeggiare la B da noi.
                                                              Di Salò ricorderò solo il ristorante stellato trovato dal mio amico Marco…libidine pure e a soli 25 euro.

                                                            1. corrado f scrive:

                                                              Mah, i dati di ieri parlano di 875 biglietti venduti per il Parma e 1000 per il Venezia. Non parlerei di affluenza penosa a meno che non la intendiamo per entrambe. Qualcuno forse non ha capito che a tutt'oggi i nostri numeri sono questi e finché rimarremo all'Euganeo si andrà di male in peggio, altroché penosa…

                                                              • Patrick scrive:

                                                                cmq alla fine verranno da parma almeno in 500, non un brutto numero per un mercoledi sera…..
                                                                non credo proprio che questo discorso della scarsa prevendita sia attualmente influenzata dall’ euganeo.

                                                              1. acp scrive:

                                                                in prevendita evento batte piazzamento. numeri esaltanti quanto la partita di ieri

                                                                1. acp scrive:

                                                                  avevo parlato di margine di errore molto basso giocando in quella maniera. CVD.

                                                                  -è da agosto che è chiaro che o gioca emerson o gioca un regista(filipe prima, berardocco adesso).
                                                                  - è invece chiaro da gennaio che berardocco gioca bene se ha 8-10 metri liberi attorno a se, a ritmi alti fatica.
                                                                  -il calcio non è sport di ossessiva esecuzione di schemi ma almeno 2-3 movimenti fatti all’unisono da parte delle due punte ad aprile si dovrebbero vedere.
                                                                  -non si dovrebbe vedere ma invece è ormai una costante altinier a centrocampo a prendersi e gestire possessi, è un compito per cui non è portato e che limita le sue eccellenti qualità in area.
                                                                  - ho la presunzione di avere un’intelligenza media, la storia della diffida di dettori ditela a qualcun’altro. a me no grazie,
                                                                  -bastava dare uno sguardo alla fatica che avevano fatto parma e venezia a feralpi per capire che non era partita da stravolgimenti. feralpi che peraltro aveva subito pochissimi gol in casa.
                                                                  - favalli è cotto, 90 minuti in campo con il suo avversario che andava al doppio. eh ma il turnover.
                                                                  -il centrocampo fa vivere o morire una squadra. devo ancora vedere il campo il mio centrocampo tipo
                                                                  -mandorlini-berardocco-mazzocco. l’equilibrio dov’è? la complementarietà non c’è.
                                                                  -alfageme sarà fondamentale col parma. criticatelo quanto volete ma per me è un ottimo giocatore.
                                                                  -panchina corta? balle.
                                                                  -un contesto tattico definito riduce l’impatto delle riserve. se quest’ultimo aumenta con un paio di riserve beh diria che il contesto tattico è da demolire in toto
                                                                  -al 100% ci giochi 4-5 volte all’anno.
                                                                  -ho scritto pure che la testa di stanca prima della gambe. se vede.
                                                                  -forte rischio di “uno e fuori” al playoff.
                                                                  -per fortuna c’è parma ancona dopo padova-parma.
                                                                  - potranno avere più soldi, non avranno mai una curva come la nostra. mercoledì e lunedi presente per ribadirlo.
                                                                  - lo smonamento è evidente. vedremo i numeri dei locali nelle prossime due. non la vedo bene.
                                                                  - in trasferta siamo di altra categoria.
                                                                  - chiedere un esterno in più ha confermato che sono un analfabeta calcistico.
                                                                  -grazie zamuner, spero in un rinnovo pluriennale.

                                                                  ESONERO

                                                                  • Enrico M scrive:

                                                                    Non comprendo tutto questo dare addosso all’allenatore dopo una sconfitta. Sognare è parte dell’essere tifoso ma onestamente non era realistico pensare alla promozione né a inizio anno né una settimana fa. Ci giochiamo il terzo posto con il Pordenone, questa è la nostra realtà, che piaccia o no.
                                                                    Discutere di centrocampo che costruisce e bel gioco con questo allenatore è tempo perso ed è chiaro da inizio stagione. Il nostro gioco è grinta, catenaccio e contropiede. Nulla da vergognarsi, tra l’altro. basta essere trasparenti e coerenti. Non è che Brevi sia un mago quando vince 1-0 con un tiro in porta e un incapace quando perde. Brevi è Brevi, pregi e difetti.
                                                                    Sulla qualità della panchina ho molte perplessità, ma è colpa di Brevi? Del resto se spremi sempre i soliti 11-12 (di cui molti vecchiotti), come si arriva a fine stagione? Spompati. Quindi il turnover è un obbligo. Provocazione: io schiererei la primavera fino a fine campionato. Così ai playoff ci arriviamo freschi. Sono quelle le partite che contano, non le prossime tre.

                                                                    • acp scrive:

                                                                      è da maceratese padova che scrivo certe critiche, non sono uno che commenta in base ai risultati, mi interessano le prestazioni e le scelte, ero uno dei pochissimi contrari a un suo esonero pre reggiana.. le rotazioni ce le ha. se poi si fissa sempre con gli stessi è un problema suo.

                                                                      esistono giocatori di situazione. in altri sport questo concetto è più marcato. nel calcio non tanto ma è comunque valido. o li metti in quella situazione o non li metti proprio.

                                                                      ieri eravamo nelle vicinanze del vittoriale. memento audere semper è un motto che perfettamente si addice alla competizione sportiva. metaforicamente se gli altri sono corazzate facciamo che diventino le santo stefano del caso. anche se fatico molto, anche metaforicamente parlando, a considerare il padova un motoscafetto.

                                                                    • L'altro Maurizio scrive:

                                                                      Enrico, la scelta di ieri e quella di coppa italia lasciano basiti.
                                                                      Poi si puo’ far finta di nulla, ma non sempre chi dice una cosa in pubblico, poi la pensa in privato.
                                                                      Serena, schiera tre punte centrali e due centrocampisti rapidissimi, noi rispondiamo alleggerendo il centrocampo e subendo per un tempo intero le loro iniziative.
                                                                      Poi si cambia e loro non vedono piu’ la palla…quindi?
                                                                      Non parlo, come molti, con gli ex-post, ma credimi dopo 5 minuti si era capito che ci saremmo fatti del male.
                                                                      Potevi tenere fuori Dettori, ma dovevi schierare Di Risio o viceversa ….perche’ se dopo Fano, San Benedetto, Pordenone non lo hai ancora capito….e’ un problema. Se gioca Emerson …non puo’ giocare Filipe-Bardecco.
                                                                      Secondo, poteva evitare discorsi riguardanti il Venezia e la pressioni altrui.
                                                                      Terzo, doveva pensare che una sconfitta a Salo’ sarebbe costata una montagna di denari alla societa.
                                                                      In questo mestiere non puoi sbagliare mai….del resto come accade per un chirurgo o per un pilota.

                                                                      • Enrico M. scrive:

                                                                        Provo a precisare meglio il mio pensiero: i limiti di questo allenatore li conosciamo ed è secondo me inutile chiedergli di più. La società farà i suoi conti a fine stagione. Ora come ora, teniamoci il catenaccio e la grinta. Questa tipologia di “gioco”, come tutte le altre, ha i suoi pregi e i suoi difetti. Puoi superare squadre tecnicamente più dotate (vedi trasferte di Parma e Venezia) perché le ingabbi e riparti. Puoi perdere contro squadre medio-piccole perché non sai costruire gioco e la difesa, per una volta, non è in giornata.
                                                                        Anche sulle singole scelte tecniche e cambi, Brevi non ha dimostrato di essere un fenomeno. Ma dobbiamo ammettere che la società non gli ha messo a disposizione grandi alternative. Sono arrivati un regista che cammina (chiaramente incompatibile con il tipo gioco e con Emerson, sono d’accordo) e un pennellone davanti che segna poco (quando serviva un attaccante dinamico da contropiede).
                                                                        Rispetto alla strategia sul turnover, io per primo ho scritto che in Coppa Italia ci siamo suicidati, quando poteva essere la via meno complicata per arrivare ai playoff “da secondi”. Mi sembra invece che ieri Brevi abbia quanto meno capito che non si possono schierare gli stessi 11 in 3 partite ravvicinate e che non abbia, giustamente, rischiato su Neto e su Alfageme dall’inizio (rischiando di peggiorare i loro infortuni). Sul fatto che Dettori sia fondamentale non ci sono dubbi, ma nemmeno lui puoi giocare sempre (e torniamo ai rincalzi non all’altezza).
                                                                        Ripeto, le partite importanti a livello strategico saranno quelle dei playoff. Sarebbe intelligente cominciare a prepararsi atleticamente per essere al meglio in quel periodo. Poi da tifoso sono d’accordo che sarebbe stato fantastico vivere partite decisive contro Parma e Venezia, ma se guardiamo pragmaticamente all’obiettivo di giocarci la promozione, è chiaro da tempo che i playoff sono l’unica possibilità concreta.

                                                                        • L'altro Maurizio scrive:

                                                                          A me dei suoi limiti frega zero, doveva mettere la migliore formazione perche’ erano soldi di possibili incassi pesanti per la societa’…e parlo anche della coppa italia…a proposito di marketing.
                                                                          Contenti loro, contenti tutti…per me arrivare quarto e’ gia un grande risultato. Un bravo a tutti.
                                                                          I dirigenti pero’ dovrebbero capire anche le ragioni della proprieta’.

                                                                  • filippo scrive:

                                                                    ACP è tutto ampiamente condivisibile
                                                                    ma sono tutte elucubrazioni che non ci portano molto lontano

                                                                    per me la causa prima è: con le risorse economiche che hai a disposizione fai le scelte che ti puoi permettere.
                                                                    imbrocchi il dg, Zamuner, a cui dai un budget.
                                                                    Questo ti tira fuori il massimo con quello che ha sui titolari, su seconde linee (incluso mercato di gennaio) e sull’allenatore ha le mani un po’ più legate.

                                                                    Sostanzialmente deve accontentarsi, sceglie Brevi che non è un fenomeno ma non è neanche un totale cazzone. Ergo fa cose molto buone ma anche cose molto meno buone, come ieri – anche se come detto parzialmente lo assolvo – e in altre occasioni. Lo stesso dicasi per la campagna invernale.

                                                                    La differenza per me sta tutta la, e in altre situazioni, in altri anni, il divario dalle prime sarebbe stato molto più ingente. A riprova della bontà di molte delle scelte che sono state fatte.
                                                                    Per me, partendo da questo presupposto, è inutile questa ricerca ossessiva del colpevole. Secondo voi, esonerando Brevi adesso, avremmo la certezza matematica di vincere playoff o addirittura campionato?

                                                                    Io non credo.

                                                                    • acp scrive:

                                                                      c’è solo una frase tra quelle che ho scritto che dipende dai soldi. circa 100mila euro. il resto è a costo zero e dipende solo dalle scelte che fai.

                                                                      mercato da 1500-2000 giocatori. puoi avere milioni su milioni ma hai 25 posti in rosa, chi ha un buon budget può competere tranquillamente per il primo posto se sceglie bene e fa 31.

                                                                      comunque va bene, non cambiamolo ora, aspettiamo dopo pordenone. nel frattempo proseguo con ESONERO. magari diventa il nuovo VATTENE.

                                                                    • Er Bomba scrive:

                                                                      Filippo nello specifico del mercato io darei a Zamunier 10 per quello estivo e 4 per quello invernale. Andava preso almeno un esterno, Bernardocco (per ora) è un pacco e De Cenco fa ridere.
                                                                      Preciso che dico questo senza sapere nulla del budget a disposizione e in ogni caso confermerei Zamunier per altri 47 anni

                                                                      • filippo scrive:

                                                                        esatto Bomba, mercato invernale da 4, ma sub iudice.
                                                                        se avesse avuto a disposizione 1 mln di euro per prendere questi lo licenzio domani.
                                                                        se al contrario avesse dovuto fare le nozze con i fichi secchi, non si può dirgli niente, anzi.

                                                                        un club ben gestito è come un’azienda, si danno degli obiettivi e si affidano dei budget per conseguire quegli obiettivi. poi ci sono dei manager più bravi e scaltri che ottimizzano quello che hanno e vanno oltre le aspettative (vedi Zamuner), altri che non fanno ne l’uno ne l’altro (come tre quarti di quelli che abbiamo avuto in era Cestaro).

                                                                        E nonostante ciò, nemmeno Vettel(Zamuner) vince i gran premi senza benzina(grano).

                                                                  • Lacoste76 scrive:

                                                                    acp Scervellati pure su mediani, equilibri, gioco sulle fasce, turnover etc.

                                                                    - Il giorno che avrai tutti i giocatori, vedrai che manca l’allenatore
                                                                    - il giorno in cui avrai l’allenatore mancherà la punta
                                                                    - il giorno in cui avrai squadra e allenatore arriverà 3/4 volte in stagione ad arbitrarti un Byron Moreno.
                                                                    - Il giorno in cui avevi in rosa Di Livio, Albertini, Benarrivo (immagina una specie di Pescara di Insigne Verratti Immobile) non sali perchè un certo Rozzi con la complicità della Lega ti scippa la promozione
                                                                    - il giorno in cui c’è il regolamento dell’under in campo arriva un allenatore che lo toglie nella partita con una squadra che arriverà a paripunti con te ma ti lascerà ai playout per gli scontri diretti determinati da quella partita persa 0-3 a tavolino
                                                                    - il giorno in cui hai preso Cacia, Milanetto, Cutolo etc…metà sono indagati per calcioscommesse
                                                                    - il giorno in cui ti fanno uno stadio nuovo (succede una volta al secolo di media) te lo fanno il più corrotto e brutto d’italia
                                                                    - il giorno in cui c’è il Sindaco che ti fa il Plebiscito, cade in una notte la giunta
                                                                    - il giorno in cui fai un campionato di vertice…potevi arrivare decimo e non cambiava nulla
                                                                    - ogni anno arriva prima la squadra che ti sta più sui coglioni (anno scorso Cittadella, ques’anno Venezia)
                                                                    - la squadra che storicamente odi di più è l’unica ripescata 3 volte
                                                                    - nel tuo stadio non hai assistito a NESSUNA promozione (tutte in trasferta e spareggi) ma hai visto Grosseto, Spezia e forse Venezia festeggiare a casa tua

                                                                    potrei andare avanti….ma mi fermo qui.

                                                                    • svissero1 scrive:

                                                                      RI……CHAPEAUUUUUU

                                                                    • Giorgio scrive:

                                                                      chapeau

                                                                    • acp scrive:

                                                                      proprio non mi scervello, anzi uso a malapena il 20-30% della mia intelligenza sportiva per scrivere ste quattro acche. non faccio nemmeno la fatica di unire le frasi in un unico periodo.

                                                                      nelle sabbie mobili di merda in cui è da decenni la storia del padova io non mi agito ma nemmeno di lascio andare. una corda arriverà e no sarà pa picarse.

                                                                      mercoledì e lunedì presente. chiudiamo questa regular season euganeo alla grande sugli spalti.

                                                                  • Er Bomba scrive:

                                                                    - ho la presunzione di avere un’intelligenza media, la storia della diffida di dettori ditela a qualcun’altro. a me no grazie,

                                                                    ACP la mia intelligenza è sotto la media, quindi spiegami: secondo te il reale obiettivo è il secondo posto?

                                                                    • L'altro Maurizio scrive:

                                                                      Er Bomba, fosse vera la storia della diffida, non lo avrebbe fatto entrare sul 2-0 ..
                                                                      cioè a risultato compromesso.
                                                                      Ha fatto una cagata ….punto…sperava di superare il Venezia di Bolina è ha trovato vento forte.
                                                                      Come tattico…non è il massimo. Serena gli ha piazzato 3 punte per mandare in tilt la difesa a 3.
                                                                      Gerardi ha fatto reparto da solo…giocatore che dovevamo prendere noi a gennaio.

                                                                      • acp scrive:

                                                                        un bravo rigorista già c’è. certa gente non la voglio nemmeno gratis. su serena solo conferme.

                                                                        bomba non ho idea di cosa passi per la testa di brevi e nemmeno ho la voglia e la curiosità di scoprirlo. ieri, il ritorno di coppa e tante altre bastano e avanzano per motivare un ESONERO.

                                                                        sarò molto stupito se dovessimo perdere solo 1 delle prossime 3. per me è più probabile fare poker che lasciare sola a farsi le seghe la sconfitta di ieri

                                                                  1. svissero1 scrive:

                                                                    COME SI FA a puntare al primo posto del venezia giocando solo con le riserve( oltre tutto scarse) in coppa facendo anche una figura di cacca e poi giocando 1 tempo di cacca x non mettere subito certi giocatori ;( ci siamo fatti del male da soli LO SO era dura cmq ma si poteva tentare almeno in coppa IO do ragione a chi dice risparmiamo certi giocatori perdiamo pure col Parma cosi almeno il Venezia ha un po di pensiero e cerchiamo di vincere col venezia e poi che arrivi 3 o 5 non cambia niente

                                                                    1. corrado f scrive:

                                                                      Ahahahahahahahahahahahahahahahahah e per fortuna che sono io il chiacchierone!
                                                                      Bonetto ha parlato di "alcuni tifosi" perché effettivamente siamo in più di qualcuno a sostenere quest'idea dello Store. Detto questo non posso che prendere atto delle obiezioni circa i costi, ma mi chiedo: altre società che invece lo Store ce l'hanno come fanno?
                                                                      Anche il discorso che la Macron non ti fa vendere la roba mi sembra strano: partendo dal presupposto che la cosa sia vera, e credo lo sia dal momento che lo stesso Bonetto non avrebbe motivo di raccontare balle, mi chiedo il perché a questo punto. Perché marche come Nike o Adidas ti fanno vendere liberamente la loro roba e la Macron no?
                                                                      Io credo e vorrei sperare che tutte queste problematiche siano superabili, dal momento che ritengo sia un passo importante nell'ottica di un maggior coinvolgimento della città.
                                                                      Detto questo e parlando invece dell'importantissimo motivo di discussione di oggi, vedo che non mi hai saputo controbattere… va beh aspettiamo!
                                                                      Probabilmente le persone che ti hanno zittito a Pordenone sono le stesse che vogliono zittire me, tanto perché c'è pure qualcuno convinto che io abbia le spalle coperte da chissà chi. Non credo comunque di parlare granché a sproposito, io le motivazioni di un pensiero le so pure dare, che poi possano piacere o meno è un altro discorso…

                                                                      1. corrado f scrive:

                                                                        Estrapolare uno scritto da un discorso più ampio è una tecnica molto utilizzata oggi anche da molti giornalisti per screditare questo o quell'uomo politico. I fatti però sono altri. Vero che ieri a caldo ero molto più incazzato con Brevi e che non mi è mai piaciuto dal giorno in cui è arrivato. Oggi ho detto SEMPLICEMENTE che esonerarlo adesso non ha senso. Sono cose diverse.
                                                                        Sul fatto che non abbia panchina è vero, ma se poi mi sbagli la formazione come ieri puoi avere tutta la panchina che vuoi, rimane sempre il labile confine fra i limiti della rosa e le tue incapacità. Ad ogni modo io non ho detto: "Brevi non ha panchina e questo spiega le scelte di ieri", bensì che "Il Padova con qualche rincalzo in più può puntare al primo posto".
                                                                        Se poi tu caro filippo ritieni che Brevi abbia delle abilità elencale e discutiamone, perché altrimenti si fa la fine delle parole di Bonetto che tu sostieni di aver postato e non ci sono. A dire merda sul momento si fa presto, poi però bisogna saperla argomentare…

                                                                        Caro Lacoste, il mio discorso è pienamente coerente: altri mettono in campo le solide realtà, e noi stiamo qui a parlare del dna di una squadra di calcio, che non è una persona… in questo dovremmo farci due domande, oltre ovviamente a tanti altri aspetti. Ti faccio un esempio: da anni ci lamentiamo dell'Euganeo ed ora che arriva la possibilità di riavere uno stadio vero arrivano esimi rappresentanti del tifo organizzato sponda aicb a dire che l'Euganeo va bene così com'è… non è che ci tiriamo zappate sui piedi da soli un pò troppo spesso?

                                                                        • filippo scrive:

                                                                          chiacchierone
                                                                          Non sai leggere come sempre… o hai problemi di comprensione.
                                                                          Ti ho detto che se volevi sapere cosa ha detto Bonetto dello store dovevi rileggerti il mio post di ormai un mese fa o giù di lì dove, alla tua solita battaglia contro i mulini a vento, argomentavo che un negozio in centro costa tot di affitto, tot di utenze, tot di personale… una cifra che superava abbondantemente i 100k eur e che non aveva nessun senso spendere non essendoci certezza di un ritorno. Soprattutto considerando il fatto che questa società non fa mai il passo più lungo della gamba.
                                                                          Nella puntata di Tuttiincampo Spogliatoi del 20 Marzo, ospite in studio l’ad Bonetto, intorno alle 23 il buon Roberto fa esplicito riferimento a cose lette sui social dove “alcuni” (pensa ti ha pure dato il pluralia maiestatis) tifosi lamentavano le scarse attività di marketing della società e si chiedevano perché non ci fosse uno store del calcio Padova in città. Allora Bonetto ha argomentato dicendo: l’affitto costa tot, le utenze costano tot, il personale costa tot e in più Macron non ci fa vendere la roba. Morale: store inutile.
                                                                          Sul sito della trasmissione la puntata in oggetto non c’è ma se vuoi ho amico che conosce bene Giorgio Borile e ti facciamo avere il DVD, o il VHS se preferisci.
                                                                          Coerente una minchia, ti cito con l’eleganza che ti contraddistingue e mi hai riservato qualche settimana fa:
                                                                          STAI DICENDO UNA MAREA DI CAGATE. Non posso aggiungere il fecero bene a zittirti a Pordenone un anno fa come da grande signore quale sei hai aggiunto tu, ma sono certo che qualcuno nella tua vita ti avrà fatto notare che a volte parli troppo, e a sproposito.

                                                                        1. corrado f scrive:

                                                                          Si ma che palle questo DNA!
                                                                          A me Brevi non piace e non è mai piaciuto, ma penso che esonerarlo adesso come chiederebbe qualcuno sia una follia degna del peggior Cestaro. Ormai quello che è fatto è fatto, ora ci aspettano i playoff dopodiché si farà un'analisi della situazione con molta serenità e lucidità e si deciderà di conseguenza se proseguire con questo allenatore o cambiarlo; ma sono cose nemmeno da dire, nel senso che questa società ha dimostrato di saper lavorare, programmare e scegliere nei tempi e nei modi giusti.
                                                                          Poi lungi da me difendere Brevi, però va anche detto che abbiamo raggiunto la serie A con Sandreani (Ottima persona ma non certo un genio della panchina come poteva essere all'epoca un Sacchi) e anni dopo l'abbiamo sfiorata con Dal Canto. L'allenatore ha la sua importanza ma a mio modo di vedere ci sono altre variabili che influiscono, in primis parco giocatori e struttura societaria. Sulla seconda mi sono già espresso, sulla prima direi che con qualche rincalzo all'altezza siamo da primo posto.
                                                                          Fossi in voi la finirei con sta solfa del DNA e proverei ad essere più ottimista in vista del futuro…

                                                                          • filippo scrive:

                                                                            aggiungo che ieri hai dato del fenomeno a chi, come il sottoscritto, aveva riconosciuto anche certe abilità a Brevi. Sempre perché quando hai da dire qualcosa non ti rivolgi alle persone ma alla massa informe e magmatica.

                                                                            QUOTE
                                                                            Purtroppo noto che a Padova si capisce molto poco di calcio. E cosi succede che se Brevi per molti ad inizio campionato era un coglione, ultimamente per le stesse persone era diventato un fenomeno. Coerenza padovana.
                                                                            Io ho sempre pensato che Brevi non sia allenatore da Padova, e la formazione che ha mandato in campo oggi me lo conferma. Altro che dna e puttanate varie.
                                                                            /QUOTE

                                                                            Sopra hai scritto sostanzialmente che Brevi non ha panchina, e che giustamente non ha senso esonerarlo o altro. Io dopo S. Benedetto l’avrei esonerato a calci. Riconosco di essermi sbagliato, così come su Zamuner. Tu hai invece sempre tutte le verità in tasca, non sbagli mai e i falliti, coglioni e fenomeno sono sempre gli altri.
                                                                            A casa mia uno così si chiama chiacchierone.

                                                                          • Lacoste76 scrive:

                                                                            io saró pesante col DNA ma almeno ho un pensiero coerente e costante. Tu oggi parli di ottimismo, 12 ore fa scrivevi così:

                                                                            ” corrado f
                                                                            2 aprile 2017 alle 19:23
                                                                            A Padova è una vita che viviamo di sogni. Le solide realtà però le mette in campo sempre qualcun altro.
                                                                            Penso sia ora di cominciare veramente a farsi qualche domanda. Se fra due mesi dovessimo perdere anche la speranza del Plebiscito siamo destinati all’oblio per altri 20 anni. Spero che ce ne rendiamo conto

                                                                            :D

                                                                          1. Er Bomba scrive:

                                                                            va bhe dai ragazzi anche a me ieri è venuto male e penso che oggettivamente siamo una tifoseria sfigata.
                                                                            però ricordiamoci che prima delle ultime settimane e soprattutto all’inizio del campionato, a nessuno sarebbe passato per la testa di giocarsi la prima posizione col venezia
                                                                            il venezia è stato sempre primo, ha una squadra fortissima, gode di un’esposizione mediatica senza limiti e di ricchi finanziamenti; ha avuto culo quando è servito e magari anche qualche aiutino.
                                                                            Noi abbiamo fatto un GRANDISSIMO campionato per merito anche dell’allenatore che tuttavia ha cappellato la partita di Salò, Pazienza. D’altra parte abbiamo perso certe partite nel corso del campionato ben peggio di quella di ieri
                                                                            Stiamo calmi e sereni che adesso ci aspetta un mese e mezzo di noia e sonno e un mese di adrenalina

                                                                            1. Lacoste76 scrive:

                                                                              Plebiscito e Firenze.

                                                                              Tutto il resto è noia cui non presenziare.

                                                                              1. Er Bomba scrive:

                                                                                Più che altro non capisco perchè privilegiare la partita col Parma rispetto a quella col Feralpi, posto che con la sconfitta di ieri hai sputtanato tutto….in questo senso la scelta di Brevi è stata illogica.
                                                                                Purtroppo qualche giorno fa avevo chiesto in questo forum se fare turn over sarebbe potuta essere una buona idea e TUTTI quelli che mi hanno risposto hanno giustamente detto di no. Evidentemente Brevi non ci legge.

                                                                                In ogni caso, siamo terzi e meriteremmo anche qualcosa di più anche grazie a questo allenatore, che vorrei ricordare viene bistrattato da agosto. Dire che non ha nessun merito è assurdo

                                                                                • filippo scrive:

                                                                                  la verità è che probabilmente, al di là delle dichiarazioni di facciata, al primo posto non ci credessero più di tanto.
                                                                                  l’obiettivo vero è arrivare secondi, e per questo è più importante la partita di mercoledì rispetto a quella di ieri, e a seguire Venezia e Pordenone. Dopo quest’ultima trasferta di questo mini ciclo sapremo dove saremo e quale sarà, al 99,9%, la nostra posizione finale – e a quel punto si potranno fare tutti i calcoli che vogliamo in funzione dei playoff.

                                                                                  c’è un dato rilevante, ad oggi nel girone di ritorno Venezia 32 punti, Parma 30, Padova 29. Inutile stare qui a dirsi cose note, quali risorse economiche ed investimenti han fatto queste due società rispetto a noi. Per cui è del tutto evidente che finora siamo andati oltre le più rosee aspettative, oltre i nostri stessi limiti. E il merito è di chi va in campo, prima di tutto, di chi ha scelto questo gruppo di calciatori e uomini, e di chi li allena.

                                                                                  Non vinceremo il campionato perché abbiamo buttato al vento le prime 9, e perché non abbiamo una panchina qualitativamente alla pari di chi ci sta davanti. Bonetto e Bergamin mettono le risorse che hanno, e non gliene si può fare una colpa. Non possono permettersi di intaccare la ricchezza delle proprie aziende, anche perché hanno una responsabilità sociale verso le famiglie che sostengono con il lavoro che creano.

                                                                                  La verità è che, anche volendo prendersela con qualcuno e ammesso che abbia un senso, non possiamo che ululare al vento in questo momento.

                                                                                  • fabio.pd scrive:

                                                                                    …d’accordo Filippo……queste sono giustificazioni che possono anche starci….. Però…però….a me sarebbe piaciuto vedere un pò di strategia…un pò di tattica…non essere contento di arrivare secondo o terzo….bisognava osare, anche nella partita giocata contro il venezia in coppa…..SE chiamiamo strategia…mettere in campo le seconde linee per fare rifiatare la squadra IN QUESTA FASE del campionato….io non lo capisco. Dopotutto il loro lavoro è questo: scendere in campo la domenica e dare il massimo….come sta facendo per esempio Altinier: è ammirevole!! Berardocco doveva entrare con la saliva sulla bocca….e invece…. Sono da fare entrare i più motivati….no quelli che stanno meglio….anche perchè chi è veramente motivato è pronto a stringere i denti (vedi Altinier…)

                                                                                1. francesco scrive:

                                                                                  Purtroppo e’ una dei padova piu’ brutti che mi ricordo, tanta difesa, pochi scambi, poca inerzia nel gioco. Insomma il buon vecchio “risultatismo” all’italiana, ma molte vittorie con nulla di gioco ci hanno dato l’impressione di essere migliori di quelli che siamo.

                                                                                  A me questo allenatore continua a non piacermi, c’e’ qualita’ tecnica che non si e’ mai vista. Cambi quasi sempre molto discutibili, capacita’ di leggere le partite poca. Poi tanto teatro tutina di ordinanza e sbraitare a tutti…ma quelli sono atteggiamenti da terza categoria…

                                                                                  Insomma negli ultimi due mesi non si sono visti 3 passaggi di fila, non chiediamo la luna…ma almeno di vedere qualcosa di buono.

                                                                                  Cmq la promozione diretta in serie B o C1 non e’ nel nostro DNA come direbbe qualcuno, io gli unici campionati vinti da primi me li ricordo solo in C2 anche ai tempi dell’appiani (ma magari mi ricordo male, ma mi pare che un paio di promozioni c2 C1 fossimo arrivati secondi).

                                                                                  Pero nei playoff e spareggi siamo fortissimi :-)

                                                                                  Insomma arrivare a firenze non e’ impossibile

                                                                                  1. corrado f scrive:

                                                                                    Quindi insomma sai di non avere delle riserve all'altezza e in una partita decisiva tieni fuori uno dei pochi che te la può risolvere…. quante cose si imparano!

                                                                                    • Filippo scrive:

                                                                                      il Padova è sulle gambe già da qualche domenica, perché da una stagione intera sono sempre i soliti a tirare avanti la carretta, vedi sopratutto gli esterni. Ieri Favalli era stravolto dalla fatica, e in copertura ha fatto errori che non sono da lui. Verso fine partita ha fatto un fallo di pura frustrazione sul loro terzino, per me segnale chiaro di nervosismo dovuto alla poca lucidità. Che generalmente perdi quando la fatica è l’unica cosa che senti…
                                                                                      Brevi lo sa perché li vede tutti i giorni, e visto che aveva tre partite in 9 giorni ha provato l’azzardo. L’errore che gli imputo è quello di aver tenuto fuori non solo Dettori ma anche De Risio. O l’uno o l’altro, proprio perché conosci le qualità dei tuoi rincalzi. Sono convinto che nella sua testa si fosse immaginato un primo tempo in cui la Feralpi avrebbe battuto sull’accelleratore, e nel quale noi da par nostro avremmo dovuto difendere con ordine, in attesa di un loro calo nella ripresa. A quel punto con il risultato ancora sullo 0-0 avrebbe rischiato i due e magari anche Alfageme per tentare di vincerla, a costo di una possibile squalifica la cui eventualità comunque si riduceva in funzione del minor tempo giocato.

                                                                                      Ora guardiamo a mercoledì sperando di recuperare forze fisiche e mentali. Per come si è messa la classifica il primo posto è virtualmente andato, ma sarebbe un peccato abdicare anche al secondo… il Parma non è più forte di noi.

                                                                                      • tifoso ignoto scrive:

                                                                                        Si vero, prima o dopo doveva succedere, e il Salò non è mai stato aversario facile.
                                                                                        Brevi è un calcolatore, con le prossime tre partite che sono fondamentali ha puntato
                                                                                        sul turnover in quella che riteneva la piu facile sulla carta. Calcolo sbagliato ma del
                                                                                        resto doveva scegliere e non mi sento di dargli la croce addosso. Berardocco scostante
                                                                                        Mazzocco poco determinante l’unico ancora lucido e ancora in palla per
                                                                                        tutta la partita mi è sembrato Mandorlini.

                                                                                    1. Enrico M. scrive:

                                                                                      Vado controcorrente. A mio avviso con 3 partite in 8 giorni e alcuni giocatori non ha il meglio, Brevi ha fatto bene a fare un po’ di turnover. Il punto non è tanto la scelta dell’allenatore ma il fatto che molti ricambi non siano all’altezza e questo potrà pesare anche ai playoff. Ora secondo me bisogna realisticamente scordarsi primo e forse anche secondo posto cercando di preparare al meglio la battaglia del playoff. In pratica: non affrettare il recupero di chi non è al meglio e far rifiatare chi è a corto di benzina.

                                                                                      1. Stefano scrive:

                                                                                        Ah che brutte notizie mi tocca leggere ……..

                                                                                        1. acp scrive:

                                                                                          e complimenti per aver rovinato le uniche due partite che avrebbero portato un minimo di entusiasmo e pubblico(anche schei alla società che male non fa). grazie.

                                                                                          a domani per il calcio giocato, so massa invelenà par parlarne ora.

                                                                                          ESONERO

                                                                                          • Cane Pazzo Tannen scrive:

                                                                                            La sconfitta odierna è il modo perfetto per smonare un’ambiente che almeno con Parma e Venezia avrebbe potuto esaltarsi e dare qualcosa…

                                                                                          • L'altro Maurizio scrive:

                                                                                            Secondo me, Dettori in panca, costerà al Padova un 100 mila euro in due partite…un po ‘ come era stato il calo di abbonamenti per l’ avvio disgraziato…che ha pesato fortemente sulla entrate.
                                                                                            Immaginate le prevendite se avessimo vinto oggi.

                                                                                          1. fabio.pd scrive:

                                                                                            partita importante buttata nel cesso….per calcoli che potrebbero andare bene quando sei magari ad inizio campionato, ma non ora !….Condivido il post di Martina e anche la sintesi la bella sintesi di Filippo…un po’ tutti i commenti.

                                                                                            1. svissero1 scrive:

                                                                                              il calcio e bello xk e (quasi) sempre imprevedibile siamo andati a Salo convinti di vincere senza grossi problemi e invece siamo tornati con la convinzione che il venezia ha gia vinto il campionato (meritatamente dico) ci hanno fatto sognare col cuore ma obbietivamente non siamo squadra da B ci manca giocatori che saltano l uomo e una panchina degna da lega pro o da B possiamo gia pensare a l anno prox xk non vinceremo i play off e anche se il miracolo dovesse succedere via Brevi cmq mi sta sullo stomaco ancora la figuracia di coppa e ti prego non fare festeggiare i veneziani a l Euganeo ma con la fortuna che ci ritroviamo succedera ;(

                                                                                              1. mario2 scrive:

                                                                                                Ogni volta che si perde è colpa di brevi..d’accordo con voi su dettori però è sempre il solito problema che non ci sono riserve all’altezza..berardocco aveva la sua logica (anche in virtù della buona prestazione con il bassano) però ha cannato totalmente la partita e andava sostituito dopo 20′. In ogni caso il primo tempo è stato regalato, troppi palloni persi da tutti, ora l’importante è non far vincere il venezia in casa nostra. Dopo pordenone farei rifiatare un po’ tutti, anche favalli oggi in calo. Clamoroso il rigore non dato al 94′

                                                                                                • mario2 scrive:

                                                                                                  In ogni caso compattiamoci per i playoff, che ci sia gente o no me ne frega zero, tanto ci saranno padovani felici della promozione del venezia perché c’è il loro idolo milanista in panchina..puntiamo ad arrivare a firenze per noi, bergamin e bonetto

                                                                                                • L'altro Maurizio scrive:

                                                                                                  Clamoroso semmai, che nessuno abbia protestato …Reggio docet.
                                                                                                  Il primo gol loro era regolare?

                                                                                                1. corrado f scrive:

                                                                                                  tifoso, il "mentecatto" non era riferito a te, ma al portiere di cui ti ho parlato. Però il ragionamento è simile. È un ragionamento di Brevi d'accordo ma io non lo difenderei proprio perché c'è logica non sta in piedi. Se mi devo giocare tutto non vado al risparmio, no?

                                                                                                  • L'altro Maurizio scrive:

                                                                                                    Non sta’ in piedi perché poi lo ha fatto entrare a partita chiusa,cioè sul 2-0. A Lecco Fedele, a Novara Dal Canto a Salò Brevi…allucinante…
                                                                                                    Lacoste profeta.

                                                                                                    • Giorgio scrive:

                                                                                                      Berardocco era anche lui in diffida ed è stato ammonito. Doppia cazzata. Ha rischiato di perdere in un solo colpo 2 giocatori.

                                                                                                  1. filippo scrive:

                                                                                                    per me l’idea di far turnover non era sbagliata considerato che hai 3 partite in nove giorni
                                                                                                    Il punto è che la panchina non è all’altezza
                                                                                                    brevi non è responsabile se berardocco si dimette da calciatore la domenica che può dimostrare finalmente qualcosa, senza dimenticare che ha dichiarato recentemente che si aspettava di giocare di più. speriamo non giochi più, inqualificabile.
                                                                                                    L’errore è stato non far giocare De Risio, due su tre a centrocampo non puoi regalarli all’avversario.
                                                                                                    De Cenco poca cosa, Alfageme da Postalmarket. Questi ha ragazzi, l’attacco dipende da un ragazzotto di 38 anni che di soprannome fa Svaroski… per me dobbiamo baciarci le mani che abbiamo ottenuto così tanto fin’ora.

                                                                                                    Resta una grande amarezza. Altri pensieri son difficili da mettere in fila ora…

                                                                                                    1. acp scrive:

                                                                                                      ESONERO

                                                                                                      • L'altro Maurizio scrive:

                                                                                                        Uno che lascia fuori un diffidato e sul 2-0 lo fa’entrare smentisce se stesso. Questa sconfitta costerà alle casse del Padova un centomila euro di mancati incassi.
                                                                                                        Detto questo, Brevi non ha molta scelta, può contare su 15 over contro i 17 di Ve e Parma e a gennaio ha ricevuto solo carbone rispetto alle nostre concorrenti.
                                                                                                        Berardocco indisponente e Da Cenco nel primo tempo ha sbagliato un gol fatto, che avrebbe riaperto la partita.
                                                                                                        Squadra oltre ogni più rosea aspettativa,ma per vincere serviva a gennaio un altro piccolo sforzo…

                                                                                                        • acp scrive:

                                                                                                          ha zero scuse. i giocatori per competere ce li ha, per giocare meglio di così ce li ha. è ora di finirla.

                                                                                                          ESONERO.

                                                                                                          dettori ha preso il nono giallo alla 26esima. ma di che stiamo parlando?

                                                                                                      1. corrado f scrive:

                                                                                                        Come faccio? Semplice, o gioca Neto (ed oggi non c'era) o gioca Dettori dal momento che di gente che sa dare i palloni hai solo loro due! Non hai molte alternative! Mi spieghi cosa te ne fai di preservarli per le prossime tre partite dal momento che da stasera sei a -9 e rischi che ti supera pure il Parma?
                                                                                                        Mi ricorda molto il ragionamento di un mentecatto che giocava in porta in una squadra di paese da queste parti: "Eh potevo arrivarci su quel tiro… ma siccome loro erano forti di testa ed il primo gol ce l'hanno fatto su calcio d'angolo, allora per evitare il calcio d'angolo ho lasciato che la palla entrasse in porta!".

                                                                                                        1. corrado f scrive:

                                                                                                          Quando in una partita decisiva tieni fuori Dettori e De Risio secondo non si sa quale logica assurda hai poco da recriminare per i soldi spesi dagli altri…

                                                                                                          • tifoso scrive:

                                                                                                            Dai come fai a dire una cosa del genere… c’erano 3 partite findamentali e dettori in diffida. Ma anche se fosse sono andati tutti oltre le loro possibilità

                                                                                                          1. tifoso scrive:

                                                                                                            Campionato da primo posto ma drogato dai soldi di parma e venezia. Grazie ragazzi grazie bonetto e Bergamin

                                                                                                            1. corrado f scrive:

                                                                                                              A Padova è una vita che viviamo di sogni. Le solide realtà però le mette in campo sempre qualcun altro.
                                                                                                              Penso sia ora di cominciare veramente a farsi qualche domanda. Se fra due mesi dovessimo perdere anche la speranza del Plebiscito siamo destinati all'oblio per altri 20 anni. Spero che ce ne rendiamo conto

                                                                                                            Lascia un Commento

                                                                                                            *