23
feb 2019
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 61 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.906

SEMPRE PIU’ IN BASSO. URGE SVOLTA

Ha ragione Angelo Montrone che ha commentato oggi in studio insieme a me e ai tifosi la partita persa dal Padova allo stadio “Adriatico”. Una sconfitta in quel di Pescara potevamo pure metterla in preventivo. Si tratta della terza forza del campionato e covava dal girone d’andata il desiderio di vendicare la vittoria sfumata all’andata grazie ai gol di Cisco e Cappelletti segnati tra il 90′ e il 95′. Stavolta è finita 2-0, senza rimonta, anche se a onor del vero va detto che il rigore fischiato contro Calvano a 3′ dal fischio iniziale era quantomeno dubbio, che non ne è stato assegnato uno al Padova netto sempre nel primo tempo e che Fiorillo ha fatto almeno due miracoli, su Capello nei primi 45′ e su Cappelletti nella ripresa (per non parlare del palo preso da Capello con la palla che ballonzola 5 secondi sulla linea di porta e non entra).

Insomma, non fosse ultimo da solo in classifica con soli 18 punti all’attivo e 3 misere vittorie dall’inizio della stagione, il Padova potrebbe pure accettare questa sconfitta, voltare pagina e guardare oltre. Purtroppo però la situazione si fa sempre più grave. E proprio per questo adesso la squadra è chiamata ad uno sforzo disumano e sovrumano se vuole fare in modo che la nave non affondi prima del tempo. Se non vuole abbandonare troppo presto le speranze di playout e dunque di salvezza. In cuor mio, devo dire la verità, sono già abbastanza rassegnata. Se faccio parlare il cuore della tifosa non vedo per nulla sereno all’orizzonte. Ovviamente però, finché la matematica non condanna il Padova, abbiamo tutti il dovere (morale e professionale) di analizzare la situazione dal punto di vista oggettivo e provare a trovare un appiglio per continuare a stare a galla.

Si deve vivere alla giornata. In questo caso guardando alle prossime due. Entrambe in casa. Martedì alle 21 contro il Brescia. Sabato prossimo alle 15 contro il Crotone. Pensare di riuscire a portare a casa 6 punti è pura utopia. Ma magari 4 possono essere una soglia raggiungibile. 3, frutto di una sconfitta contro la capolista e di una vittoria nello scontro diretto col il Crotone, un risultato tutto sommato accettabile. Altro non possiamo fare. L’alternativa è spegnere la fiammella oggi e smettere di soffrire. Ma il tifoso del Padova, abituato a soffrire e spesso e volentieri a trovare gioia alla fine del percorso di sofferenza, non lo farà mai.

2.906 VISUALIZZAZIONI

61 risposte a “SEMPRE PIU’ IN BASSO. URGE SVOLTA”

Invia commento
  1. filippo scrive:

    Caro Bonetto, la strategia del buttare fumo negli occhi alle persone con la manfrina sugli arbitri non funziona. Ad oggi i punti eventualmente “persi” per direzioni arbitrali dubbie sono nella norma di un campionato dove tutti più o meno hanno il loro da recriminare.
    Pensa alle 24 partite con tre vittorie, di cui una sola in trasferta. Pensa ai 40 o giù di lì giocatori, agli allenatori, al mercato fatto sempre al ribasso o cercando la scommessa, a quanto poco ti sarebbe bastato investire in estate affidando la squadra ad una guida tecnica poco più che sufficiente per non trovarti a marzo ultimo in classifica. Retrocessione con disonore? Vedremo, nemmeno Viganó e Penocchio sono arrivati a tanto.

    • Che tristezza Filippo, anche tu che abbandoni il carro…. VCa beh…

    • Patrick scrive:

      E’ possibile bannare sto falso tifoso?

    • Marcatonio scrive:

      Alla faccia dei pareggi….avrei preferito pareggiarla!!

    • Marcatonio scrive:

      Pensa che Bonetto sa di aver sbagliato qualcosa.
      Pensa che non l’ha fatto contro il Padova.
      Pensa che ha tentato di rimediare per il bene del Padova.
      Pensa che se si lamenta dei torti arbitrali lo fa da tifoso, non per coprire propri errori.
      Pensa che quando stai affermando questo: nemmeno Viganó e Penocchio sono arrivati a tanto stai offendendo un Presidente che ha dato molto alla causa del Padova.

      Pensa!

      • filippo scrive:

        marcantonio, grazie per la tua solita lezione morale, messaggio recepito “pensa prima di parlare”, magari tu leggi prima di scrivere che anche a te mi pare faccia difetto l’analisi del testo.

        Dove avrei offeso Bonetto?
        Ad oggi siamo ultimi in classifica, statisticamente in Serie B l’ultimo che è retrocesso all’ultimo posto è stato Pilotto per illecito sportivo. Hai 18 punti in 24 partite, meno di un gol di media a partita, una sola prima punta di ruolo (da 1 mese e mezzo, prima non avevi neanche quella a meno di considerare Guidone un calciatore), un allenatore che avevi cacciato e poi hai richiamato dopo avergli fatto causa, che dove non ha potuto incidere (Verona) vince 3-0, da quando si è messo ad allenare ha fatto 3 pareggi e due sconfitte, spaccando pure quelli nuovi.

        Ora se mi dite che queste scelte non dipendono dalla società, e quindi in ultima istanza dal suo massimo esponente, alzo le mani. Non stiamo parlando dell’uomo Bonetto, che francamente non dovrebbe essere di nostro interesse, parliamo del dirigente. Nell’era Cestaro si è fatto il finimondo per le uscite sugli arbitri (vedi portafogli agitati in tribuna d’onore), per i cambi di allenatore, ds, giocatori etc. etc. – vista la situazione in cui siamo qualche considerazione su Bonetto è legittima oppure dobbiamo essere messi al muro per esprimere qualche dubbio? Sennò come ha suggerito l’intelligentone bannatemi quale falso tifoso e tanti saluti.

      • Bozzi85 scrive:

        È ovvio che sta dicendo che è il peggior risultato sportivo di sempre in B. Sia Penocchio che Vigano’ non arrivarono ultimi e non lo furono nemmeno per una giornata.
        È evidente che l’errore più grosso sia stato riaffildare la panchina a questo allenatore, che ora al netto di scuse ed alibi è ultimo staccato, anche per suoi demeriti. Le punta sana non è arrivata nemmeno a gennaio, come promesso. Fatti e non invenzioni del Filippo di turno. Patrik, di stronzate ne hai dette tante , accusando di vittimismo chi si lamentava degli arbitraggi realmente ostili e ora sei il primo a piangere? Si serio.
        Il presidente ha una colpa precisa, cioè aver affidato la nostra nave a due che ci hanno schiantato contro gli scogli, quando poteva resistere a 5 sconfitte, ma con mercato da fare.
        Quando fai delle scelte ti assumi delle responsabilità e quindi accetti il verdetto del campo . Bonetto comunque vada,rimane una brava persona ed un ottimo presidente.

        • Patrick scrive:

          Super profeti del menga in salsa padovana:
          1- il campionato non è ancora finito, che saremo ultimi a maggio è ancora da scrivere, i conti si fanno alla fine, ma come al solito il padovano medio assai presente allo stadio sa sempre le verita’ in anticipo….
          2- io come bonetto non ci attacchiamo agli episodi arbitrali. ma è cosi complicato per voi capire che è legittimo incazzarsi e protestare per determinate decisioni senza perdere di vista il reale problema legato a noi e alla mediocrita’ imperante che ci attanaglia? non è bianco o nero, svegliatevi, si puo’ alzare i toni a ragione e allo stesso tempo restare sul pezzo. di certo io non mi attacco agli episodi, ma prenderla nel culo per due falli in area propria come a livorno e venezia, e poi sorridere davanti a due casi analoghi contro e non concessi, almeno a me da molto fastidio…..
          3- sugli errori di gestione prima e dopo si è scritto a lungo, ancora non vi siete stancati nel ripetere la musichetta? hanno ammesso i loro errori, certo il caso bisoli fa discutere, su zamuner aspetto ad esprimere un giudizio complessivo, ma arrivare a paragonare bonetto a gentaglia come cestaro e penocchio è vergognoso…inaccettabile per uno che tifa questi colori…perche’ al netto degli errori, c’è ben altro: una stabiita’ interna importante, un progetto stadio mai visto da queste parte che potrebbe finalmente cambiare le regole in gioco, ma soprattutto una persona intelligente, legato alla piazza, capace di muoversi tra i meandri di sta citta’ di bigotti, voltagabbana, preti ecc ecc…. per questo chi scrive certe cose per me resta un pagliaccio. a prescindere da quest’ anno.

          • Patrick scrive:

            ma dai che bravo, hai detto la tua genialata? sei veramente un cervellone, bozzi…
            premesso che io non voglio retrocedere, in primis il presidente..ma chi l ha mai detto…
            sulle macerie eventuali ti rimando a maggio, se nel frattempo vuoi trastullarti il dolce augello continuando a frignarti addosso fa pure…
            delle tue frasi fatte o delle iperboli del personaggio piu’ sopra ce ne laviamo le mani…
            dovete finirla di piangere..depressi.

          • Bozzi85 scrive:

            Credo che tra pagliacci ci si riconosca subito.
            Sei il classico snob, che pensa di sapere ed invece non sa’ nulla.
            Se retrocedi ci saranno solo macerie, quindi o ci fai o ci sei.
            Il sign.Filippo ha esagerato, ma e’ chiaro che faceva un iperbole.
            Se il peggiore presidente della storia, non e’ retrocesso da ultimo, cosa hanno combinato mister e dg per far schiantare, speriamo di no, quello che tu hai definito il migliore di sempre?
            Bonetto e’ una brava persona ed un buon presidente, che diventera’ ottimo se ci salva dall’inferno senza ritorno della C.Pensa, in questo momento, io tifo piu’ per lui, che per la maglia.A maggio comunque vada,deve cacciare tutti.

    1. mario2 scrive:

      La partita di stasera secondo me ha dato due grandi conferme: la prima è che senza mbakogu si è la stessa squadra del girone d’andata, serve assolutamente a mio avviso attingere dagli svincolati e prendere cocco che 20 minuti potrà pur farli, baraye o bonazzoli davanti da soli sono inutili; la seconda è di far giocare i giovani (mazzocco, zambataro, broh se sta bene, serena) a centrocampo al posto di pulzetti che ormai può fare al massimo 20 minuti…spero che bisoli una volta tanto se ne sia accorto ed eviti inoltre gli infortuni in allenamento perchè vuole fare a tutti i costi il sergente di ferro…per quanto è importante mbakogu per questa squadra sarebbe da far corricchiare intorno al campo tutta la settimana e preservarlo per le partite

      1. QuoreSqudato scrive:

        Stasera i ragazzi hanno onorato la maglia, l’impegno e la passione c’è, i gol e le vittorie arriveranno.
        Forza Padova, forza ragazzi!!

        1. Pietro scrive:

          Ci sono ancora tifosi che si cagano nelle mutande perchè arriva il Brescia….1000 volte più forte del Padova, fanculo il Brescia e fanculo il figlio di Bisoli, dobbiamo VINCERE…punto e basta, col Crotone spareggio ma giochiamo in casa dobbiamo VINCERE….eventualmente potremo portare via un punticino da La Spezia, quelli davanti a noi continuano a vincere, noi a …pareggiare e perdere. Stasera segna Clemenza e Cappelletti e vinciamo 2 – 1….scommetto 100 Euroni!

          1. Enrico M. scrive:

            Un appello a Martina: credo si possa ormai chiudere il blog, sospendere le trasmissioni sul Padova, non mandare più in stampa le pagine sportive dei quotidiani. Per aggiornamenti e commenti sul Calcio Padova è sufficiente guardare in loop questo video fino a fine campionato: https://www.youtube.com/watch?v=oZyX_vePN4M
            Viva l’ottimismo!

            1. Nonostante Lutterotti :)) scrive:

              L ‘ultima cosa da fare è mettersi gli uni contro gli altri. Ora, almeno finché la matematica c’è lo permette, si rema tutti dalla stessa parte, senza se e senza ma.
              Per quanto mi riguarda accetto volentieri anche la restituzione del maltolto, vedi rigori non dati, a partire da domani, con scelte dubbie a nostro favore. Troppo importante restare in B, ed io sono tifoso!.
              Su Bonetto, gli errori paiono evidenti, ma rimane sempre e comunque colui che ci ha riportato qui, per cui con gli sbagli ha comunque fatto tante cose giuste.
              Bisoli è questo, niente di più niente di meno, ci salvi in qualsiasi modo, e avrà comunque la mia riconoscenza.
              #sesalvemo.

              • Spinoccia scrive:

                Sono con te!
                Sparare a raffica su tutti ora non serve proprio a niente. Per paragonare Bonetto a Cestaro o, peggio ancora, a Penocchio ci vuole un bel coraggio e soprattutto significa non conoscere il significato della parola gratitudine.
                Parlare di malafede poi è veramente inaccettabile.
                Bisoli ha i suoi difetti e le sue fissazioni. Preferivate Foscarini? In attacco dipendiamo da un giocatore che è una vera e propria scommessa. CI manca un regista (domani lo farà Cappelletti!!!) e continuiamo a fare cappelle in difesa.
                Questi siamo, se ci teniamo veramente almeno riserviamo le critiche feroci a fine stagione. In fin dei conti l’anno dello spareggio con la Triestina la distanza dai playout era anche maggiore. Eppure lì c’era uno che non aveva problemi a cacciare milioni…

                • Filippo scrive:

                  Spinoccia, mi fai capire dove ho parlato di malafede?
                  Mi contesti qualcuno dei dati oggettivi che ho riportato, o mi fai anche tu semplicemente la morale?
                  Se volete rispondere argomentate seriamente, altrimenti fate a meno.

                  La gratitudine? Ma di cosa state parlando? Avete mai visto gratitudine nel calcio? Prendete Giordani, è stato presidente del Padova più vincente dai tempi di Rocco ad oggi, eppure prende insulti di tutti i tipi ora che è sindaco. La gratitudine nel calcio non esiste lo sapete benissimo. Una bella utopia, nulla più.

                  Ribadisco: 2 allenatori, 40 giocatori, sei mesi senza una punta centrale di ruolo, mercato fatto a Gennaio e non in estate, allenatore bollito da anni e che aveva dato evidenti segni di malessere già la scorsa stagione. Dichiarazioni compatte una settimana fa “ci salveremo” salvo poi gridare al complotto (“se hanno già deciso che il Padova deve retrocedere ce lo dicano”) per un rigore dubbio ma provocato da un’entrata quantomeno ingenua e per un contatto di mano sanzionabile non rilevato dall’arbitro, che si somma ad un gol annullato a Verona e ad un paio di rigori che si potevano dare non dati. Questo sarebbe il complotto? Le 3 vittorie in sei mesi sono frutto del complotto?

                  Persino Bisoli ieri è rinsavito, invitando tutti a dimenticarsi degli arbitri, perché la questione è nella migliore delle ipotesi risibile.

                  E si, lo ribadisco: Vigano e Penocchio non sono arrivati ultimi in classifica.
                  Penso sia evidente che questi soggetti non sono nemmeno lontanamente paragonabili con l’attuale società, che quantomeno dal punto di vista gestionale sembra essere sana. La provocazione era palese, e serviva a sottolineare quanto poco sarebbe bastato per condurre in porto un campionato di medio cabotaggio (vedi Lecce), e quanto invece si è fatto è si sta facendo per vanificare gli sforzi di anni. Se a voi sta bene tornare in C in questa maniera infame e non vi girano le scatole… poi, come sempre… i conti si fanno alla fine! Esatto, altro ritornello tanto in voga da queste parti, peccato che poi quando c’è da farli sti benedetti conti spariscono tutti.

                  • Spinoccia scrive:

                    Se mi parli di ingratitudine da e verso i calciatori sono perfettamente d’accordo, salvo casi rarissimi. Per quanto riguarda invece chi ci ha tirati fuori dal fallimento e dal dilettantismo riportandoci in 4 anni in serie B e presentando un progetto concreto di nuovo stadio, direi invece che rispetto e gratitudine è il minimo che si debba avere.

              1. tifoso ignoto scrive:

                Penso che la cosa piu giusta stasera sia di stare ben coperti
                e confidare nelle ripartenze, un punto ci va piu che bene se poi
                va bene anche al Brescia meglio ancora.
                Squadra corta in difesa con le linee ben chiuse e pronte al contropiede mi
                sembra l’unica tattica sensata.

                1. Stefano scrive:

                  Mah .. sembra che l’unica tattica sia buttarsi …. mi sembra la “strategia” dei generali della prima guerra mondiale (tanto a morire non erano mica loro ….) oggi incontriamo una squadra che rispetto a noi è’ 1000 anni luce più avanti ……. uno scontro impari. E’ un dato oggettivo . Vedremo ma sperare di fare punti oggi è’ come chiedere a malgioglio di farsi la belen .

                  1. Pietro scrive:

                    BISOLI…metti tutti al posto giusto, osa…osa…osa…osa…servono 3 3 3 3 3 3 punti…i punticini uno alla volta NON servono più, forse un paio di mesi fa, servivano, ora a 12 gare dalle fine con un piede e mezzo in C, SVEGLIA BISO…serve VINCERE…VINCERE…VINCERE…3 punti col Brescia, 3 punti col Crotone e 3 a La Spezia…a 27 punti guarderemo qualcuno dietro di noi…SVEGLIA BISO!!!!!

                    1. filippo scrive:

                      Hahahaha Patrick siamo all censura? Se non ci si adegua la pensiero unico banniamo la gente? Dai su un po’ di serietà, se vuoi fare cabaret scrivilo prima. Rispondi argomentando sennò fai a meno.

                      Massimo, non scendo da nessun carro, prendo semplicemente atto dell’inadeguatezza di questa società. Lo avesse fatto Cestaro gli avreste detto e scritto di tutto. Gestire un campionato di Serie B così importante in questa maniera è un oltraggio alla tifoseria.

                      1. Enrico M. scrive:

                        Attaccarsi agli arbitri? No grazie. Ho stima di Bonetto e capisco che sia amareggiato, come tutti quelli che amano i colori biancoscudati, ma non deve adeguarsi al continuo cercare scuse e lagnarsi dell’allenatore. Abbiamo commesso mille errori su tutti i fronti da giugno ad oggi, l’arbitro Fourneau in confronto è una goccia nel mare…

                        • Patrick scrive:

                          ma un cazzo!
                          basta fare gli sportivi piu’ degli altri e prendersela dietro, costume che piace sempre molto a noi padovani.
                          due non uno ma due rigori non dati per fallo netto di mano in area in 15 giorni nn li puoi mandare giu come se niente fosse…..
                          questo non significa non guardarsi in casa e dichiararsi mediocri, facendo finta di nulla…
                          ad ogni modo stasera dopo la vittoria all ultimo del livorno, si sta realizzando quello che pensavo…il venezia verra’ riuscchiato e mentalmente sti ebeti pensano ancora ai play off…voglio proprio vedere..
                          noi dobbiamo cercare 4 punti tra martedi e sabato, altrimenti via bisoli e avanti con ottoni o pellizzaro….

                          • Enrico M. scrive:

                            Parlare di arbitri quando è da più di un anno che l’allenatore schiera formazioni a cazzo, dopo aver sbagliato una sessione di mercato (speriamo non due), dopo aver rischiato il suddetto allenatore, dopo aver visto errori tecnici e di concentrazione da parte di tanti se non tutti i nostri calciatori… beh lo posso accettare da un tifoso disperato non da un presidente che è persona intelligente e corretta.
                            Ma parliamo pure di arbitri:
                            - entrare a piedi uniti da dietro se non è rigore è tentato omicidio. Tocca sì la palla, ma anche le gambe, il prato e forse persino Pillon seduto in panchina. Follia pura del nostro giocatore
                            - c’è un rigore a nostro favore non fischiato, ok
                            - l’intervento di mano di Trevisan era rigore
                            - la palla di Capello non è entrata.
                            Sintesi: siamo sicuri di poter dire che l’arbitro ci ha penalizzato?

                            • Enrico M. scrive:

                              la verità vi fa male e anche a me…
                              moderate i toni che non siamo mai andati a bere una birra insieme

                            • Patrick scrive:

                              ma che stronzate scrivi?? il fallo di mano di trevisan non era assolutamente rigore. ma cosa vedi? ce ne stava uno per noi, poi se per te, ovvio bravo ragazzo padovano che ha studiato in parrocchia ed è sempre prono e con la coscienza a posto, due falli di mano in area avversaria in due partite consecutive fuori non sono nulla, beh fatti vedere da uno bravo..
                              la nostra mediocrita’ va di pari passo..ma qui non parliamo di scivolate e rigori contro che ci poteva stare, ma due chiari interventi con il braccio.
                              basta farsi prendere per il culo!

                            • Ma che cavolo di partita hai visto Enrico M. sei completamente fuori di testa. Fatti un giretto a Cittadella che è meglio

                            • Enrico M. scrive:

                              Rischiato = richiamato

                        1. Lacoste76 scrive:

                          Trovo immaturo l’atteggiamento di attaccarsi così al risultato sportivo.
                          Troppi che minacciano di mollare per la probabile retrocessione. Troppi che non accettano la C.
                          Il Padova è espressione del calcio locale, dell’amore incondizionato per una maglia bianca con scudo Rosso. Si segue per appartenenza non per ambizioni sportive.

                          Penocchio maledetto disse una cosa giusta. Il nostro background calcistico è misero. In 60 anni ne abbiamo fatti 2 in A e almeno 35 in C.

                          Ci ho messo anni a capirlo ma questa squadra non sarà mai un Parma, Udinese, Atalanta. Questa città non può e probabilmente non potrà MAI fare calcio di alto livello.
                          Mancano le 4 caratteristiche per esserlo:

                          1 CLASSE IMPREDITORIALE. Non c’ègrossa industria come a Bergamo, Vicenza, Brescia.
                          2 LEGAME VISCERALE CITTÀ-CALCIO. Non esiste dagli anni 50 e ciò ha determinato disinteresse dell’indistris e della politica e spesso i politici hanno cavalcato lo snobismo della città favorendo gli sport minori o quelli ritenuti nobili come il rugby.
                          3 APPEAL INTERNAZIONALE come ad esempio Firenze, Roma, Venezia, in grado di attrarre capitali esoterici per avere visibilità internazionale.
                          4 STADIO MODERNO, in grado di mettere i presupposti per fare calcio remunerativo. Aggiungo per far innamorare i giovani del calcio e qui torniamo al punto 2.

                          Quindi stare in B così o in C cambia poco. Si va per orgoglio e si va tutti anche il prossimo anno

                          • Enrico M. scrive:

                            Il risultato sportivo per me è importante, non mi vergogno di dirlo. Intendo il fatto di vedere la propria squadra lottare con unghie e denti per l’obiettivo stagionale. Che può essere anche la salvezza (come quest’anno).
                            Un’annata come questa non mi andrà giù nemmeno con dieci amari. Quello che fa male è vedere che nonostante abbiamo commesso errori a ripetizione su più fronti, siamo sempre a un centimetro da rientrare in gioco. Questo significa che non serviva una stagione perfetta, ma solo decente: un acquisto azzeccato in più, un allenatore normale, un paio di errori in meno nei minuti finali ecc. Invece stiamo sbagliando tutto lo sbagliabile. Io non lo accetto. Amare questi colori non significa avere gli occhi foderati di prosciutto.

                          • Cane Pazzo Tannen scrive:

                            Io, onestamente, la C speravo di non vederla finalmente mai più con il nuovo corso… da quando seguo il Padova sin da bambino (stagione 1986/1987) direi che di C ne ho vista fin troppa per quello che dovrebbe esprimere una realtà come Padova (che dovrebbe stare tra B e A) in quello che è il primo sport nazionale…
                            Sinceramente ho l’incubo di tornare in terza serie ben sapendo le realtà che ci sono e dove il campionato propone 5-6 partite al massimo con piazze di tradizione o, quanto meno, decenti… La B, in confronto, è il paradiso: tutte belle piazze (chi più, chi un po’ meno, ovviamente) a parte le insignificanti Carpi e Cittadella.
                            Inoltre l’incubo della terza serie deriva dal fatto che ben sappiamo che vincere non è mai facile anche se fai una squadra competitiva… Insomma, avessi la garanzia che l’anno prossimo, in caso di retrocessione, si domina e si torna su subito, allora ok, passi l’ennesimo anno in C, ma ovviamente non è così…
                            C’è sempre almeno un’altra pretendente attrezzata per il primo posto (l’anno prossimo sicuramente il Vicenza…) e poi ci può sempre scappare una sorpresa (vedi il Pordenone caterpillar di quest’anno che, come organico, non è certo da primo posto)…
                            Insomma, la prospettiva di farsi un’altra serie di anni consecutivi in C è sconfortante…
                            La retrocessione, inoltre, sarebbe quasi sicuramente una mazzata notevole anche dal punto di vista del pubblico/media spettatori…

                            • Patrick scrive:

                              a dire il vero è stata forse la serie B piu’ triste degli ultimi 15 anni…..niente sky e visibiita’ come prima, 19 squadre roba da pazzi, molte piu squadre del sud in culo al mondo…ci poteva andare meglio ma d altra parte siamo sempre fatti così…..mai una gioia o quasi…..
                              anche a me brucerebbe una vita riscendere subito in questo modo anche se sono convinto che bonetto non molla. e riacciuffare un primo posto in terza serie per noi sarebbe incredibiie….
                              solo per un motivo accetterei il declassamento: AVERE LA CERTEZZA CHE TRA 2 – 3 – 4 ANNI LO STADIO NUOVO C’è.
                              detto questo, io ci credo ancora, sempre e piu’ di prima.

                          • acp scrive:

                            solito nichilismo plumbeo.

                            7500 di media all’euganeo, con la squadra ultima, con praticamente zero soddisfazioni da inizio stagione. questa è padova. io piccolo non mi ci sentirò mai. io sono padovano, io merito e pretendo di più. purtroppo sono minoranza persino all’interno della tifoseria. alzate la testa, tirate su le spalle. siete padovani DB.

                            domani presente per amore di tifoseria.

                            • Patrick scrive:

                              su questo do ragione ad Acp, basti vedere lo scempio dello stadio di pescara e la sua curva con 200 anime a cantare sabato scorso…sinceramente siamo molto meno peggio di quello che si dice….
                              Punto 1 concordo, anche se su vicenza ci metterei un bel punto di domanda e con corioni non è che il brescia se la passi molto meglio…bergamo caso a parte a livello nazionale, beati loro.
                              Sul 2 vero in buona parte, ma in tal senso si è contribuito anche da parte nostra negli anni scorsi…si è formata un’ idea in buona parte errata del tifoso padovano, catalogandolo e relegandolo in una determinata sfera, cosa assolutamente non vera, ma avvallata da componenti della tifoseria, in passato non ora, ma questo si paghera’ a lungo in una citta’ bigotta e provinciale come Padova.
                              Punto 3 vero, peccato venezia sia lì li per sprofondare ancora, riflettiamo quei 2 punti persi in modo scellerato nel derby dove li metterebbe in classifica…
                              Punto 4, io credo in Bonetto…

                          • Lacoste76 scrive:

                            Capitali esteri non esoterici :D

                          1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                            A proposito, qualcuno sa se c’era qualche motivo particolare per cui i pescaresi erano così pochi in curva?
                            Se sono quelli i numeri che hanno in curva, con 200 persone che cantavano, sono veramente presi male…

                            1. acp scrive:

                              ricordo a tutti che foscarini, ad ascoli ci regalò l’unico barlume di speranza della stagione, è a libro paga.

                              3 su 24 che diventano 2 su 18 considerando la gestione di pierpaolo. SILENZIO.

                              • Marcantonio scrive:

                                E’ lo stesso barlume di speranza che ho intravisto col 3 a 0 al Verona.

                                • acp scrive:

                                  contro il verona 8 su 11 erano nuovi, zero chimica, molti alla prima partita dopo molto tempo o comunque reduci da mesi di scarso utilizzo, vittoria netta. da lì in poi sempre peggio. vi unisco io i puntini?

                              1. acp scrive:

                                quando non si ascoltano persone dotate di intelletto superiore, elevata cultura sportiva e piene di dubbi poi finisce così.

                                a settembre 2019 io ci sarò, voi spero no.

                                1. Cane Pazzo Tannen scrive:

                                  Avessimo la classifica del Cosenza, per dire, la partita di Pescara si potrebbe archiviare abbastanza serenamente come la classica giornata dove ti va tutto storto: dall’arbitraggio palesemente penalizzante (posto che siamo tutti d’accordo che Calvano non deve fare un intervento del genere in area di rigore, per di più su un avversario che era verso il limite dell’area e spalle alla porta,il rigore non c’era visto che prende nettamente prima il pallone; per non parlare, poi, del netto rigore a nostro favore su altro evidente braccio in area…), agli episodi (tiro -ciccato- di Capello deviato proprio sul palo -leggermente troppo interno- dal loro difensore e pallone che balla davanti alla linea; colpo di testa da due metri di Cappelletti che neanche Fiorillo sa come ha fatto ad intercettare) oltre ad altre situazioni sprecate (tipo un paio di tiri di Pulzetti alle stelle da ottima posizione).
                                  Inutile dire che il Padova non ha per nulla demeritato, ma ovvio che se dopo 18 minuti ti trovi sotto 2-0 con l’avversario che ha fatto una sola azione (quella del 2-0 in cui il gol l’abbiamo regalato noi con Cherubin che non so perché è rimasto piantato facendosi anticipare da Mancuso che gli veniva da dietro), la partita è segnata.
                                  Al netto degli episodi avversi quello che si può dire è solamente che, al netto della sfiga, non riusciamo a concretizzare perché davanti siamo scarsi.. e tali siamo rimasti visto che, come ampiamente prevedibile, Mbakogu si è dimostrato fuori condizione e, vista la lunga inattività, si è infortunato. Come altri hanno giustamente detto, un’altra punta andava acquistata (ma era una cosa che molti, tra cui il sottoscritto, sostenevano durante il mercato). “Purtroppo”, però, la doppietta con il Verona (uno dei peggiori Verona della stagione…) ha illuso tutti e la società, commettendo un altro errore, pensava di essere a posto per quanto riguarda la punta di peso…

                                  La vittoria di ieri del Livorno sul Venezia complica maledettamente le cose anche per quanto riguarda il quart’ultimo posto utile per i play-out… ma che i labronici potessero battere in casa il non certo entusiasmante Venezia (che negli ultimi 2 mesi penso abbia vinto solo con noi…) era cosa purtroppo probabile e prevedibile visto l’ottimo periodo di forma del Livorno che, con Breda, ha trovato la quadra (andate a vedervi la classifica delle ultime 10 partite e vedrete che il Livorno ha ottenuto ben 17 punti).
                                  La parziale “soddisfazione” è che ormai un Venezia in trend negativo, con l’arrogante Zenga, sta per essere risucchiato nella lotta play-out…
                                  Il Cosenza (16 punti nelle ultime 10 giornate) ormai pensa alla zona play-off, altro che play-out…

                                  Insomma, la situazione si è ulteriormente complicata e bisognerebbe ottenere 6 punti nel doppio turno casalinqo… utopia (nulla è comunque impossibile e, soprattutto in B, si può vincere o perdere con chiunque… magari il Brescia prende sottogamba la partita, chi lo sa…) … ma almeno 4 sono obbligatori arrivati a questo punto, naturalmente battendo il Crotone… Dovessimo cogliere meno punti e, in particolare, non dovessimo battere il Crotone, penso che a quel punto si potranno deporre le armi…
                                  Bisoli però deve dare altri dettami dal punto di vista dell’atteggiamento: non è più tempo di pareggini… bisogna rischiare e essere più propositivi… Inoltre, come scritto da Cris, Bisoli è pregato di smetterla di cambiare in continuazione la formazione inventandosi gente in ruoli mai ricoperti… Basta! La gente la faccia giocare nel ruolo a cui sono abituati!

                                  1. effebi scrive:

                                    non ne va bene una però….un rigore dopo 2 minuti e la partita è tutta in salita ..pulzetti quel pallone doveva piazzarlo aveva tutto il tempo..rigore per il padova …palo …e na sfiga dai poi il secondo gol neanche in terzA categoria un difensore si fa anticipare cosi

                                    • Marcatonio scrive:

                                      La tv può essere ingannevole, ma guardando le immagini si vede un Cappelletti fermo mentre Mancuso arriva di gran carriera.

                                    1. Marcatonio scrive:

                                      Alla faccia dei pareggi….avrei preferito pareggiarla!!

                                      1. cris18 scrive:

                                        Buonasera a tutti.
                                        Per un po’ di tempo mi sono astenuto dallo scrivere perchè ho sperato che questo mi aiutasse a soffrire di meno ed invece ho ottenuto il risultato opposto, sto peggio di prima.
                                        Amo questa nostra squadra in un modo che io stesso reputo eccessivo e forse infantile ma che è al tempo stesso talmente forte da rendere inutile ogni tentativo di limitarlo.
                                        Vorrei essere positivo e dire che credo ancora nella salvezza ma la realtà è che condivido quanto scritto da Martina, ed infatti mi trovo nel limbo di quelli che con il cuore sperano ancora ma che con la razionalità si sentono già nell’inferno della serie C.
                                        Sono incazzatissimo con Bisoli, molto anche con la Società, meno con i giocatori. vi spiego il perchè:

                                        BISOLI: possibile che non capisca che, con la squadra mediocre che si ritrova, dovrebbe perlomeno dare delle certezze e non cambiare continuamente formazione, modulo di gioco e ruolo ai giocatori? e soprattutto, possibile che non capisca che, nella situazione orrenda di classifica in cui ci troviamo, giocare in modo sparagnino e difensivista non serve a nulla? dobbiamo provare a tutti i costi a vincere le partite con un atteggiamento non speculativo ma ultra offensivo anche a costo di prendere delle imbarcate, tanto abbiamo visto quante partite abbiamo vinto fino a ora con il “metodo” Bisoli. Non mi dilungo poi sulla pessima qualità del gioco, sull’incapacità di fare la partita, su quanto siamo lunghi in campo e su molte altre cose per non abusare della vostra attenzione.

                                        SOCIETA’ : stendo un velo pietoso sul pessimo calciomercato condotto in estate e passo ad analizzare quello di riparazione invernale. Chiunque capisca un po’ di calcio si era reso conto che tra le tante lacune in rosa le più evidenti erano quelle del portiere, della difesa, di un vero centravanti ma soprattutto di un centrocampista di qualità capace di dare geometrie, ordine e idee ad una squadra che ne è completamente priva. Ebbene, sono stati presi un portiere e dei difensori effettivamente buoni ma del del centrocampista che ci serviva nemmeno l’ombra (Lollo e Calvano sono due buoni giocatori ma di quantità), per non parlare poi del fatto che delle incerte condizioni fisiche di Mbakogu si sapeva ampiamente e quindi andava preso anche un altro centravanti.
                                        Ma perchè poi riprendere Bisoli dopo i disastri che aveva già fatto nel girone d’andata ? giusto esonerare il deludente Foscarini ma richiamare nuovamente un allenatore mediocre come lui è stato un vero e proprio suicidio sportivo.

                                        GIOCATORI: con loro me la prendo meno perchè ritengo che l’impegno non sia quasi mai mancato e che siano pochissimi quelli che hanno giocato sotto il loro standard, semplicemente hanno dato quello che potevano dare, cioè poco.
                                        L’unica vera delusione è Clemenza ma io non mi sento di bocciare in via definitiva nessun giocatore se non lo vedo giocare almeno 5 volte nel suo vero ruolo. Nella fattispecie il vero ruolo di Clemenza è il trequartista; ditemi voi quante partite gli avete visto giocare in quella posizione del campo ? Se poi siete tra quelli che pensano che i giocatori devono adattarsi in tutti i ruoli sappiate che io non sono d’accordo con voi. Se ti serve una mezzala o un esterno devi comprare una mezzala o un esterno e non uno che ha non ha mai giocato in quel ruolo.

                                        In definitiva: gli arbitri contro di noi danno spesso il peggio, per non parlare della sfiga che da sempre ci perseguita, ma mai come quest’anno le colpe maggiori vanno dati all’allenatore (che non sopporto più) ed alla Società che spero però potrà emendare i propri errori nei prossimi anni. E’ un auspicio più che una reale convinzione.
                                        Grazie per avermi letto, ciao a tutti.

                                        1. fabio.pd scrive:

                                          non ho parole ! le partite di martedì e sabato (tutte e due in casa) saranno uno spartiacque sia per il morale che per la classifica. Comunque….sempre ottimista……..

                                          1. Pietro scrive:

                                            Non vi nascondo che la paura di retrocedere s’è fatta assai viva in me, ma, contrariamente, a questa paura sento, pure, uno strano senso di impossibilità a cedere le armi e lasciarmi andare alla malinconia, credo, ancora, che l’era Bonetto non possa essere funestata da una sconfitta così mastodontica. Il Presidente c’ha condotto attraverso la D e la C con baldanza e forza, sta predisponendo uno stadio, finalmente stadio, ha soci forti, vedute chiare e precise, sa programmare e pertanto fino alla fine non posso lasciarmi andare alla tristezza, sarebbe una morte nuovamente la serie C, quel pantano fatto di paesi e cittadine con derby che alcuni piccoli pretendono di avere con noi. I Fourneau, mediocri fischietti, in cerca di luce li troveremo sempre fino a quando comparirà anche in B il VAR, allora saranno costretti a controllare i loro svolazzi scriteriati di chi avrebbe fatto meglio zappare l’orto che fischiare rigori dove non ci sono! Per quanto riguarda Bisoli, uomo verace, ma oramai sorpassato e vetusto allenatore, capace solo di urlare, non lo vedo traghettatore vincente, neppure il triste ex cittadellese lo era, abbiamo bisogno di chi sa mettere gli uomini in campo e osare…osare…osare…ora gli X servono a nulla!

                                            1. Stefano scrive:

                                              Livorno 1 venezia 0 / SEMBRA una notizia ferale ma……. “dai retta Amme”……. tra un mese potremmo avere delle sorprese ……

                                              1. QuoreSqudato scrive:

                                                Piuttosto che pareggiare col Pescara ieri e sperare in un pareggio col Brescia, meglio puntare alla vittoria martedì sera con le Rondinelle
                                                Siamo a credito con la fortuna, con gli arbitri, con tutto… Deve girare prima o poi.
                                                Forza ragazzi, forza Padova… non perdiamo le speranze, tutto è ancora possibile

                                                1. svissero scrive:

                                                  quasi 30 TRENTA punti di distac0 fra il Brescia e noi————————na VERGOGNA

                                                  1. Stefano scrive:

                                                    Per fine marzo saremo ancora in corsa per la salvezza .

                                                    1. Spinoccia scrive:

                                                      Tutto ci rema contro. Dopo 20 minuti in cui il Pescara supera la metà campo 2 volte ci ritroviamo sotto di 2 goal.
                                                      Tuttavia non ci si può attaccare solo alla sfiga o all’arbitro, per quanto entrambe le cose abbiano influito pesantemente.
                                                      Calvano un intervento del genere in area non doveva farlo, punto e stop. Cherubin è andato a farfalle su Mancuso. Sono fatti oggettivi. Quindi nel nuovo Padova post-rivoluzione continuano le cappelle (Andelkovic, Calvano e Cherubin) anche se gli interpreti sono nuovi. Brutto segnale.
                                                      C’è di buono che ieri finalmente abbiamo dimostrato di poter imporre il gioco e non solo subirlo. Bisogna mettersi in testa che è necessario giocare così se si vuole (e si deve) vincere nelle prossime gare. Basta partite sparagnine per portare a casa lo 0-0. Bisoli non possiamo più permettercelo! E’ andata bene lo scorso campionato perchè non c’era nessun avversario degno di questo nome ma ora bisogna VINCERE.
                                                      Il fatto è che nonostante il predominio territoriale non si producono azioni da goal. Anche ieri quasi interamente i pericoli sono nati da palle inattive. Se avevamo un attaccante vero sul primo cross di Longhi al primo minuto eravamo in vantaggio, invece Baraye che non è prima punta è arrivato in ritardo.
                                                      A gennaio la cosa più importante era la prima punta. Con il solo Mbakogu il rischio era enorme e lo stiamo vedendo. Inutile giocare con Bonazzoli prima punta se batte tutte le punizioni e i calci d’angolo e fa i dribbling a 40 metri dalla porta. La nostra salvezza passa attraverso Jerry Mbakogu.

                                                      P.S. Pulzetti da inizio campionato ha fatto un tiro che sia finito nello specchio della porta?
                                                      P.P.S. Bisoli ti prego, basta esperimenti con giocatori fuori ruolo!!!

                                                      1. Nonostante Lutterotti:) scrive:

                                                        No, no, assolutamente no!
                                                        Dicevo che avremmo fatto 3 punti tra Pescara e Brescia. Li faremo in casa con le rondinelle, e poi ci prenderemo i 3 col Crotone. Utopia? No! Sarà così, perché quest’anno ci salveremo ai playout.
                                                        Sembra impossibile oggi, domani no.
                                                        #sesalvemo

                                                        1. tifoso ignoto scrive:

                                                          Con un rigore regalato al Pescara e uno netto negato al Padova, insieme alle bizze del vento che ha spinto fuori della linea di porta un gol fatto e con il portiere del pescara che ieri ha avuto il santo patrono dalla sua c’è poco da fare. Pillon ha portato a casa con gli interessi la partita che avrebbe potuto vincere all’andata. Ho visto un Padova in salute, peccato per Calvano ci serve come l’aria in mezzo al campo, anche se Cappelletti lo ha ben sostituito e come spesso accade quando fa il mediano lo trovi a un passo da fare gol. Un consiglio all’arbitro, si riguardi bene le due azioni dal rigore dato e quello negato, rischia anche lui la retrocessione in C se va avanti così.

                                                          1. Enrico M. scrive:

                                                            Nel primo tempo ho visto forse la miglior fase offensiva del Padova in questa stagione. Se questo fosse stato l’atteggiamento con avversari più alla nostra portata (Salernitana, Foggia…), forse avremmo portato a casa qualche vittoria e guarderemmo un’altra classifica.
                                                            La dimostrazione, insomma, che la teoria del punticino era un suicidio e che il nostro Bisolone vive ormai in un mondo tutto suo. Perché contro il Pescara fuori casa ci sta di perdere, i punti bisognava farli prima.

                                                            1. svissero scrive:

                                                              i ragazzi si sono impegnati non c e ombra di dibbio ma signori questo e il nostro livello da mesi e neanche i nuovi non fanno la differenza visto che abbiamo fatto i stessi i punti del andata .Come dice la Martina la speranza c e da tifoso che ci si possa salvare ma da sportivo se invece di essere scrito Padova fosse Carpi o Milan con 3 v in tutto il campionato fin d ora …merittiamo la retrocessione

                                                              1. Nonostante Lutterotti :)) scrive:

                                                                No, no, assolutamente no!
                                                                Dicevo che avremmo fatto 3 punti tra Pescara e Brescia. Li faremo in casa con le rondinelle, e poi ci prenderemo i 3 col Crotone. Utopia? No! Sarà così, perché quest’anno ci salveremo ai playout.
                                                                Sembra impossibile oggi, domani no.
                                                                #sesalvemo

                                                              Lascia un Commento

                                                              Accetto i termini e condizioni del servizio

                                                              Accetto i termini sulla privacy

                                                              *