16
apr 2018
AUTORE Mariobasket
CATEGORIA

Sport

COMMENTI 3 Commenti
VISUALIZZAZIONI

2.309

REPETITA JUVANT

“…che sarà della mia vita chi lo sa, so far tutto o forse niente, da domani si vedrà e sarà sarà quel che sarà” (Jimmy Fontana, Franco Migliacci, Carlo Pes – José Feliciano – Ricchi e Poveri”)

Traguardo raggiunto, con una settimana di anticipo, esattamente come un anno fa. Ma rispetto alla scorsa stagione, la Tezenis può migliorare di almeno due posizioni il suo piazzamento (nel 2017 chiuse all’ottavo posto) e di superare la quota 34 punti.
Non male per una squadra che si era posta come obiettivo l’ottavo posto, l’ultimo valido per i playoff. A Forlì i giganti gialloblù non hanno solo staccato il biglietto per la post season, dalla Romagna arriva un segnale importante di coesione del gruppo e di forza mentali. Proprio le qualità necessarie per affrontare al meglio i playoff. Poi se toccherà incrociare di nuovo la sfida con Biella…”repetita juvant”, se invece la truppa di Dalmonte troverà Legnano o Tortona trionfatrice in Coppa Italia, sarà quel che sarà.

2.309 VISUALIZZAZIONI

3 risposte a “REPETITA JUVANT”

Invia commento
  1. Ciccio Fedele scrive:

    Non farei tragedie in caso di uscita al primo turno. Questa squadra é giovane se confermata ed aggiustata nella prossima campagna acquisti e non smantellata può solo migliorare e regalarco qualche soddisfazione. Calma e gesso.

    1. Covaz scrive:

      Squadra oggettivamente poco decifrabile, la nostra. Gli alti e bassi stile Oblivion di Gardaland, a cui ci eravamo abituati nel corso dell’anno e che avevamo un po’ tutti messo in conto visto il rinnovamento e la giovane età media, si sono se possibile ancor più accentuati nel corso delle ultime settimane. Ai playoffs vedremo la squadra che conduce con sicurezza il proprio piano partita ammirata nelle ultime 2 uscite (peraltro giocate, ricordiamo, contro squadre senza più obiettivi) oppure quella senz’anima di Imola e Ferrara? Amato si rivelerà la point guard sicura e talentuosa che tutti intravediamo, o più simile a quella pasticciona vista in passato? Jones recupererà la sua sicurezza dall’arco, smarrita via via? Greene supererà qualche acciacco fisico per confermarsi il pilastro della squadra? Staremo a vedere….. sono proprio curioso di capire quello che succederà. Ciò che è importante, al di là del risultato finale (obiettivamente quasi possibile, quest’anno) è che la squadra sappia mettere in campo quell’ANIMA che riesce a catalizzare e coinvolgere i propri sostenitori e che troppo spesso il coach, purtroppo, non è stato in grado di iniettare.

      1. Aldo scrive:

        Stavolta Biella non si fa fregare!

      Lascia un Commento

      Accetto i termini e condizioni del servizio

      Accetto i termini sulla privacy

      *